theWOM

Come bollire il cavolfiore

Di: Team O2O
Tramite: O2O 05/08/2021
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come bollire il cavolfiore

Il cavolfiore è una verdura molto utilizzata nelle cucine di tutto il mondo soprattutto in inverno, esso, soprattutto se cotto al vapore ( modalità di cottura che non altera eccessivamente le proprietà degli alimenti), è una ricca fonte di vitamine e sali minerali, inoltre è un valido anti-ossidante, anti-tumorale, anti-infiammatorio, anti-scorbuto ed è un depurativo naturale. Il cavolfiore, originario del medio-oriente, pare sia stato introdotto in Europa dagli antichi romani. Nonostante questa verdura sia un vero toccasana per la salute, in molti sono restii a mangiarlo, sia perché magari non sanno come prepararlo, sia perché in cottura emana un cattivo odore. Esistono dei trucchetti in merito, vediamo quindi come bollire il cavolfiore.

27

Occorrente

  • Cavolfiore
  • Acqua
  • Sale
  • Mollica
  • Aceto
37

Tagliate in cimette

Suddividete il cavolfiore in tante cimette, in modo tale che la cottura avvenga in maniera omogenea e che cuociano il prima possibile (far durare troppo tempo la cottura infatti, significherebbe annullare le proprietà benefiche di questa verdura).

47

Usate molta acqua

Anche se il vostro cavolo è piccolo necessiterà di molta acqua per esser cotto al meglio, quindi riempite con dell'acqua una pentola bella capiente, portatela sul fuoco ed aspettate che l'acqua vada in ebollizione. A questo punto salate l'acqua e versate al suo interno il cavolfiore tagliato in cimette.

Continua la lettura
57

Evitare il cattivo odore con mollica e aceto

A questo punto, per evitare che lo zolfo contenuto nel cavolfiori si sprigioni per la casa, emanando un odore poco gradevole, potrete ricorrere ad un trucchetto della nonna, ovvero prendete una mollica di pane e fatela a pallina ed immergetela nell'aceto, quindi unitela all'acqua di cottura.

67

Lasciate bollire senza coperchio

Non coprite assolutamente la pentola con il coperchio, altrimenti il cavolo diventerebbe di color grigiastro. Lasciate cuocere per circa 10 minuti e per verificare se esso è cotto, provate a inserire la lama di un coltello in uno dei gambi del cavolfiore, se entra facilmente, vuol dire che è cotto, viceversa dovrà cuocere ancora un pochino. A questo punto prelevate il vostro cavolo dall'acqua con una schiumarola per evitare che si rompa e se volete fermare la cottura immergetelo in acqua fredda.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

10 modi per cucinare il cavolfiore

Il cavolfiore è un ortaggio ricco di acido folico e di minerali. Inoltre contiene vitamine e viene apprezzato per le sue pochissime calorie. La parte commestibile si trova nell'infiorescenza e nelle foglie verdi. Quest'ultime vengono utilizzate tantissimo...
Consigli di Cucina

Come far bollire l'acqua più velocemente

La donna lavoratrice organizza le proprie giornate in maniera impeccabile, senza trascurare la casa né i familiari. Tuttavia, al solito panino o al semplice toast, è preferibile un piatto caldo, sano e genuino. La base della cucina italiana è la pasta....
Consigli di Cucina

Come bollire i marroni

Le castagne sono il frutto simbolo dell'autunno, un alimento prelibato e gustoso che in cucina si presta a mille diverse ricette. Da utilizzare per la preparazioni di dolci e di confetture o per dar vita a primi e secondi piatti assolutamente speciali,...
Consigli di Cucina

Consigli per riconoscere un cavolo maturo

L'autunno è un'ottima stagione per raccogliere alcuni tra i migliori frutti della terra. Da Settembre/Ottobre fino al pieno inverno i nostri orti offrono doni deliziosi. Gli ortaggi autunnali, infatti, sono tra i più saporiti e ricchi di sostanza. La...
Consigli di Cucina

Cosa abbinare alla fonduta di formaggio

La fonduta di formaggio è un piatto semplice, in quanto consiste solo in una pentola di formaggio fuso e vino in cui i commensali possono immergere il mestolo per prelevare il composto. Inoltre, scegliendo strategicamente gli alimenti da abbinare, è...
Consigli di Cucina

Come sostituire le patate nelle ricette

Spesso in cucina ci troviamo sprovvisti di alcuni ingredienti o semplicemente per pigrizia non vogliamo sporcare pentole e stoviglie. Cosa fare se la ricetta che vogliamo preparare oggi prevede delle patate? La patata è un tubero molto nutriente e ricco...
Consigli di Cucina

10 modi di farcire la pasta brisè

La pasta brisè è un'invenzione davvero eccezionale, poiché è una pasta che si compra già pronta e si presta a tantissimi ricette, sia salate che dolci, veloci e semplici da preparare. Trova d'accordo grandi e piccini in quanto la sfoglia si amalgama...
Consigli di Cucina

5 condimenti light per lasagne

La lasagna, regina incontrastata dei pranzi domenicali, è un piatto con origini antichissime. Buonissima e ricca di gusto, la lasagna è uno di quei piatti che non può mancare sulle tavole. Purtroppo, oltre ad essere piena di sapore è anche ricca di...