Come chiudere i ravioli cinesi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Gli Jiaozi sono un piatto tipico della cucina orientale, meglio conosciuti in Europa come ravioli cinesi. Questo primo piatto viene cucinato molto in Cina e Giappone, ma ha riscosso successo anche negli altri paesi. Vuoi cucinare i ravioli cinesi a casa ma non sai come chiuderli? Non c'è problema! Ci sono praticamente due modi per chiuderli, entrambi molto validi. Gli ingredienti sono i medesimi usati dalla nostra cucina: per la pasta sono sufficienti acqua e farina. Per il ripieno abbiamo bisogno di carne trita di maiale, carote, verza, cipolla, gamberetti, oltre all'indispensabile salsa di soia che potrete trovare in un qualsiasi negozio di alimentari etnico o qualunque supermercato abbastanza fornito. Ecco, allora, come chiudere i ravioli cinesi.

27

Occorrente

  • acqua, farina gamberetti carne trita salsa di soia
37

Preparare i ravioli

Per prima cosa è necessario creare i nostri ravioli. Per fare la parte esterna bisogna mischiare acqua e farina e creare un impasto leggero. Per il ripieno, invece, è possibile scegliere tra un ripieno vegetariano ed uno a base di carne o gamberetti. In entrambi i casi, però, è necessario tritare il cibo e creare, così, la farcitura dei nostri ravioli cinesi. Per la ricetta completa e le quantità dei singoli ingredienti vi rimandiamo al sito http://ricette.giallozafferano.it/Ravioli-cinesi-al-vapore.html .

47

Chiusura dei ravioli

Una volta ottenuti dei dischi di pasta sottili, ma non troppo per far in modo che non si buchino, adagiate un cucchiaino di ripieno al centro del tondo e piegate in due così da ottenere una mezzaluna. A questo punto, prendete il raviolo che avete ottenuto e chiudete il bordo della mezzaluna creando delle piccole pieghe consecutive con le dita o usando un apposito utensile da cucina, premendo delicatamente su ogni singola piega, fino a quando il bordo non sarà ben sigillato. Per fare ciò nel miglior modo possibile, è consigliabile aiutarsi con una forchetta. La forma della forchetta, infatti, creerà le pieghe che uniranno di due lembi del raviolo cinese. Dopo aver effettuato questo procedimento su ogni raviolo, procedete con la cottura.

Continua la lettura
57

Il chiudi-ravioli

Un'altra procedura consiste nell'acquistare un "chiudi-ravioli" in un negozio specializzato in pasta fresca: ne potete reperire di svariati tipi oltre ai classici formati per la pasta ripiena italiana. Sceglietene uno che abbia una forma " a scalini" così da riuscire nella realizzazione di una pieghettatura simile a quella fatta a mano spiegata in precedenza. Una volta pronti, controllate il che il ripieno non fuoriesca dai vostri ravioli cinesi e procedete alla cottura al vapore o ad una scottatura veloce in acqua calda aiutandovi con una schiumarola.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • avvalersi di utensili da cucina per ravioli quali ragionatori o rotelle con lama ondulata per chiudere ermeticamente i ravioli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Ricetta: ravioli cinesi al vapore con gamberetti

La cucina orientale è di gran moda negli ultimi tempi. Soprattutto quella cinese che, incredibile ma vero, sta surclassando quella giapponese. Nella guida che segue infatti, andremo a vedere insieme come preparare i tipici ravioli cinesi al vapore ripieni...
Cucina Etnica

Come preparare gli gnocchi di riso cinesi

Quante volte vi sarà capitato di guardare un film ambientato in un ambiente esotico e provare curiosità per i piatti che vedete consumare? Spesso, a causa delle differenze culturali o dei pregiudizi che si hanno verso i cibi del sol levante, si ritiene...
Cucina Etnica

Come preparare i ravioli giapponesi

Se abbiamo voglia di preparare anche piatti internazionali, i ravioli giapponesi fanno al caso nostro. È una ricetta originale e, al contempo, molto gustosa che ha origine in Giappone ma molto apprezzata in tutti i ristoranti del mondo. La preparazione...
Cucina Etnica

Ricetta: ravioli fritti

Spesso per raviolo sii intende la pasta ripiena che caratterizza deliziosi primi piatti. Ma i ravioli possono essere anche degli eccezionali antipasti, a seconda delle ricette che vengono utilizzate. In questo caso la preparazione dell'impasto può rimanere...
Cucina Etnica

Come preparare la pasta per wonton e involtini cinesi

I wonton sono degli involtini abbastanza richiesti; essi sono una specialità della cucina cinese. Gli involtini, realizzati con uno strato di pasta sottile ed un ripieno di verdure oppure carne, devono essere fritti in padella. Il segreto di questo piatto...
Cucina Etnica

I migliori piatti della cucina cinese

Chi è che almeno una volta nella propria vita non è andato al ristorante cinese, spinto dalla curiosità o semplicemente dal piacere della cucina orientale. Tutti hanno trovato nel menù almeno un piatto che è diventato ben presto il suo favorito e...
Cucina Etnica

Come preparare i Gyoza

I ravioli di carne e verdure giapponesi, offrono l'opportunità di assaporare un piatto tipico della cucina orientale. I Gyoza, così sono chiamati in Giappone, solitamente vengono serviti come antipasto o come stuzzichini a metà mattina o in altri momenti...
Cucina Etnica

Come fare i wonton di gamberi

La tradizione gastronomica della Cina, spazia tra portate fredde e preparazioni raffinate. Questi piatti con il passare del tempo, hanno varcato i confini di tutto il mondo. Invogliando così tante persone ad apprezzare la cucina orientale e dedicarsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.