Come condire la fesa di tacchino

Tramite: O2O 12/06/2020
Difficoltà: media
110
Introduzione

Il tacchino è un'ottima carne. La fesa, ovvero il petto, è uno dei tagli più pregiati ed è una carne bianca - a differenza della coscia che è molto nutriente ed è considerata carne rossa - e pertanto indicata per pasti leggeri e salutari. La fesa di tacchino si presta a vari tipi di cottura (arrosti, in padella, in umido) , in questa guida sarà illustrato nel dettaglio come condirla.

210
Occorrente
  • Salsa al curry
  • Burro
  • Fesa di tacchino
  • Sale
  • Olio
  • Peperoni
  • Cipollotti
  • Pepe nero
  • Senape
  • Sale
  • Zucchero di canna
310

Salsa tonnata

Una modalità molto frequente di consumarla è insieme alla salsa tonnata. Questa si può preparare in tante varianti, ma la ricetta classica prevede di frullare insieme tonno sgocciolato, capperi e acciughe, e di aggiungere al composto succo di limone e olio extra-vergine d'oliva. Per renderla più cremosa, tuttavia, si può aggiungere a scelta un uovo, un po' di maionese o anche dello yogurt bianco magro. Ottenuta la salsa basterà ricoprire le fettine sottili di fesa precedentemente cotte e lasciate raffreddare, guarnendo poi il piatto con delle fettine di limone.

410

Agrumi

Per una pietanza molto leggera e dietetica, invece, possiamo scegliere un condimento a base di agrumi. Si può optare semplicemente per il succo di limone, da irrorare sulla carne una volta cotta, oppure per un mix di spremute dei frutti che si preferiscono: arance, mandarini ed anche pompelmi. Per rendere più appetitoso e colorato il piatto, un'ottima idea consiste nel decorarlo con dei chicchi di melograno. Quest'ultimo si può usare anche per un piatto più raffinato, ma sempre delicato. Per farlo occorre ottenere il succo dai suoi chicchi (si consiglia di usare almeno un melograno intero) ed aggiungerlo in padella, a metà cottura della carne, accompagnando con poca acqua se il succo dovesse essere scarso.

Continua la lettura
510

Senape

Invece, per condire questo tipo di carne in modo semplice ma maggiormente sfizioso si può preparare una salsina a base di senape, vino bianco, dadini di zucchina e prezzemolo fresco tritato. Questa va realizzata direttamente in padella, avendo cura di scaldare prima la senape ed il vino e, quando questo sarà evaporato, aggiungere gli altri due ingredienti. Dopo aver rosolato per bene la fesa di tacchino e averla messa nel piatto, versarvi sopra la salsa e servire.

610

Mozzarella

Altra idea per gustare la fesa di tacchino è condirla a mo' di scaloppina. In questo caso si dovrà adagiare su ogni fettina di carne, cotta in una padella antiaderente e in abbondante olio caldo, una fetta di mozzarella, dei pezzetti di pomodoro fresco e un pizzico di sale. Questi ingredienti vanno inseriti quando la fesa è a metà cottura. Quando la mozzarella inizia a fondere, le fettine di dovranno togliere dalla padella e spolverare con un trito di erba cipollina e di pepe nero.

710

Salsa al curry

Per un pranzo dal sapore più esotico ci si può ispirare alla cucina turca o indiana, che utilizzano molto il tacchino. Una ricetta facile da realizzare prevede di cuocere la fesa in una padella con una noce di burro. Quando la cottura sta per terminare unire qualche cucchiaio di salsa al curry, poco sale e poco pepe. Non appena la carne si è insaporita, va poggiata su carta da forno e accompagnata da cipollotti e peperoni grigliati e tagliati a cubetti. Chiudere infine la carta e formare un cartoccio da scaldarle in forno per circa 5 minuti.

810

Succo d'arancia

Un altro condimento molto gustoso per il petto di tacchino, prevede il succo dell'rancia, in una ciotola, mescolare il succo d'arancia, lo zucchero di canna, la polvere di rosmarino secco e la senape, fino ad ottenere una miscela omogenea poiché lo zucchero deve essere completamente sciolto. Apri il petto di tacchino e condisci molto bene, quindi spennella con la salsa marinata ovunque. Chiudere il petto di tacchino, condire con sale e pepe e spennellare all'esterno con la marinata. Briglia con un filo spesso, cioè legare il petto di tacchino in modo che mantenga la sua forma nel forno e conserva in frigorifero per almeno 2 ore. Al termine, cuoci il petto di tacchino nel forno con la senape per 30 minuti. Mentre la carne si cuoce, estraila e spennellala con la marinata in modo che acquisisca più sapore e il pezzo sia dorato.
Il tempo di cottura del petto di tacchino varia a seconda del forno, ma 30 minuti è il tempo consigliato. Servire infine il petto di tacchino nel forno con la salsa marinata, togliendo il filo sul fianco, ottenendo così una carne succosa e tenera. Per fare questo, in una padella scaldare la salsa per 5 minuti fino a quando bolle e diventa densa, quindi rettificare il sapore con sale e pepe.

910
Guarda il video
1010
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Non cuocere più del tempo indicato, in quanto la carne potrebbe essiccarsi troppo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: involtino di tacchino e zucchine

Per un pranzo estivo, fresco e leggero, lasciamoci stuzzicare da una ricetta semplice ma davvero sfiziosa! L'involtino di tacchino e zucchine è l'idea espressa per una preparazione last minute. Delicato e goloso, è l'ideale per mangiare con gusto senza...
Antipasti

Come preparare dei bocconcini di tacchino all'ananas

Se si vuole stupire i propri commensali con un buon piatto di carne allora si può pensare ad un pasto proteico ed ipocalorico a base di carne bianca come il tacchino. Questo piatto trova ottimi abbinamenti con moltissime ricette, ma in questa guida vedremo...
Antipasti

Come condire le olive

L'oliva è un meraviglioso prodotto tipico della macchia mediterranea, la cui caratteristica principale è quella di poter ottenere l'olio dalla sua spremitura. Sia che decidiamo di consumale durante il loro ciclo di maturazione, quando sono ancora verdi,...
Antipasti

Come condire le verdure grigliate

Le verdure grigliate sono una pietanza sicuramente nutriente e molto salutare. Solitamente queste ultime sono utilizzate sia come contorno che come antipasto, possono comunque essere servite anche durante un brunch o un aperitivo all'aperto. In seguito,...
Antipasti

Come condire le barbabietole

Esistono differenti tipologie di barbabietole, a tutti gli effetti è una pianta molto versatile. Vi è la barbabietola da foraggio, da zucchero, da orto e quella destinata all'allevamento del bestiame. Si tratta di un ortaggio non molto indicato per...
Antipasti

Come condire i funghi crudi

Se molti funghi sono commestibili solamente dopo una fase di cottura, ci sono per contro molte varietà come i chiodini, i porcini, gli ovuli e i finferli che possono essere consumati a crudo. Preparati in questo modo, I funghi possono costituire una...
Antipasti

Come condire i pomodori secchi

Il pomodoro è l'ortaggio più diffuso sulle tavole italiane. Oltre a essere gustosissimo è anche molto nutriente e apporta tantissimi benefici al nostro corpo. È ricco infatti, di sali minerali, di vitamine ed oligominerali, proprietà indispensabili...
Antipasti

Come condire le acciughe sotto sale

Le acciughe sotto sale sono un piatto tipico della cucina italiana che trova, molto più di altri, recensioni totalmente opposte nella popolazione. Per molti infatti è una prelibatezza sia nella sua forma basilare sia nelle sue versioni più particolari,...