Come congelare la frutta per fare i frullati

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Congelare la frutta per fare i frullati è una buona idea per assaporarla anche quando ormai la loro stagione è passata.
Bisogna però conoscere e mettere in pratica alcuni accorgimenti per mantenere la freschezza e il sapore. Vediamo quindi come riuscire a congelare la frutta per ottenere frullati gustosi e sempre disponibili.

24

Innanzitutto bisogna scegliere attentamente i recipienti da utilizzare per questo scopo: optate sempre per contenitori adatti a contenere il cibo. I migliori da adoperare sono quelli in vetro, ottimi per congelare la frutta. Se non li avete, potete anche usufruire di quelli in plastica o in alluminio. Lavate accuratamente la vostra frutta e tagliatela in pezzi molto piccoli in modo tale che si adatti perfettamente al recipiente nel quale andrete a metterla. Se preferite, eliminate eventuali bucce e semi. Prima di mettere la frutta nel congelatore, per fare in modo che mantenga la sua bontà, lasciatela bollire con un po' di acqua e due cucchiai di zucchero.

34

Fate attenzione naturalmente che la frutta sia fresca e al giusto punto di maturazione e, se preferite, potete anche cuocerla a vapore. Il vantaggio della cottura è la capacità di disinfettare la frutta stessa senza l'aggiunta di sterilizzanti chimici.
Congelare la frutta per i frullati significa anche rispettare i tempi di conservazione in freezer. La frutta congelata infatti va consumata entro 12 mesi e, per non dimenticarlo, scrivete la data di conservazione e anche quella di scadenza. Congelare la frutta può essere molto utile se ne avete una grande quantità che sapete di non poter consumare in tempi utili.
Quando arriverà il momento di usare la vostra frutta congelata per i frullati dovrete seguire le modalità di scongelamento.

Continua la lettura
44

A questo punto, disponete le porzioni in uno scolapasta e, dopo avervi aggiunto sotto un piattino, mettetele in frigorifero e lasciate che si scongelino in modo molto graduale e non a temperatura ambiente. Facendo così, la frutta non sarà esposta all'attacco di batteri e all'ossidazione. Per ottenere un frullato normale serviranno almeno quattro o cinque ore. Invece se preferite un frullato fresco simile alla granita, da gustare quando fa caldo, potete anche attendere un tempo inferiore e toglierlo prima dal congelatore. Infine, è opportuno tenere a mente che non tutta la frutta può essere congelata. Ce ne sono infatti alcuni tipi come l'anguria, l'ananas e il melone, che devono necessariamente essere mangiati freschi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

5 frullati che sostituiscono il pranzo

Insieme all'attività fisica, il cibo rappresenta un fattore importante per quanto concerne la prevenzione e la salute generale del nostro organismo. Per questa ragione, in particolari circostanze, si può pensare ad alcune alternative a uno dei pasti...
Analcolici

5 frullati per sportivi

Chi pratica dello sport ed in particolare pesistica, ha bisogno di alcuni integratori alimentari in grado di rassodare i muscoli e nel contempo arricchirli di fibre. In commercio ci sono molti prodotti specifici, ma tuttavia parecchie persone hanno paura...
Analcolici

5 frullati con la banana

Il frullato di frutta è un drink salutare, benefico per l'organismo, e un vero e proprio elisir di bellezza. Realizzato con ingredienti genuini, fornisce al corpo energia di pronto utilizzo contro l'astenia ed il caldo, vitamine e sali minerali per riacquisire...
Analcolici

Come fare centrifugati di frutta per bambini

Capita che si faccia fatica a far mangiare ai bambini la frutta e la verdura. E capita che l'unico modo in cui la consumino sia attraverso i succhi di frutta acquistati e quindi non di certo al 100% naturali, privi di zuccheri eccessivi, coloranti e conservanti....
Analcolici

Come preparare in casa i succhi di frutta

I succhi di frutta sono il prodotto della spremitura di svariati tipi di frutti: pesche, pere, mele, ananas, fragole, mirtilli e via dicendo. Molto sostanziosi, nutrienti e vitaminici, i succhi di frutta sono delle bevande che si possono assimilare sin...
Analcolici

5 succhi di frutta dolci

La frutta è un elemento essenziale che si dovrebbe consumare ogni giorno. Oltre a contenere acqua, apporta anche tutti i nutrimenti necessari per mantenersi in salute. Tra questi ci sono vitamine, sali minerali e carboidrati. Non a tutti però piace...
Analcolici

I migliori cocktail con estrattore di frutta

Freschi, gustosi e colorati, i cocktail a base di frutta saranno molto apprezzati dai vostri ospiti, soprattutto nel periodo estivo. Che siano alcolici o meno, poco importa. La regola fondamentale per dei buoni cocktail è sempre: frutta di stagione biologica....
Analcolici

Come preparare un succo di frutta per bambini

Per definizione, i succhi di frutta sono una bevanda a base di frutta al 100%, con eventualmente l'opzione "aggiunta di zucchero". Si tratta di un alimento importante, che fa parte di una dieta equilibrata. I supermercati e i negozi offrono una vasta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.