Come conservare i fichi secchi

Di: M. R.
Tramite: O2O 21/08/2017
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Come conservare i fichi secchi

Siamo ben felici, in questo articolo di proporre come argomento un tema molto bello e diffuso nella nostre cucine. Stiamo parlando del come poter conservare in modo perfetto e senza imperfezione, i fichi secchi, in maniera tale da poterne godere quando ne avremo voglia e desiderio. Avere dei fichi secchi in casa e sempre a disposizione, è molto utile ed anche del tutto divertente. I fichi sono degli alimenti che quando vengono consumati contengo in sè e donano tanta energia, vitalità e voglia di fare. I fichi secchi sono una preparazione tradizionale di molte regioni italiane, ottima perché possiamo farcirla con il cioccolato, i semi di finocchio, l'alloro e molto altro. I fichi arrivano a completa maturazione nel mese di settembre: è in questo periodo che la pianta produce i frutti più dolci adatti ad essere essiccati. L'essiccazione permette di conservarli a lungo, in modo da poter godere del gusto di questi frutti anche in altri periodi dell'anno. I fichi infatti rimangono uno dei pochi frutti disponibili solo nella loro stagione, non essendo possibile adottare metodi di coltivazione in serra o simili. La conservazione, però, deve essere fatta in maniera adeguata, altrimenti i frutti si rovineranno e non saranno più mangiabili. Vediamo quindi come conservare i fichi secchi per mantenere intatto il loro gusto e le proprietà dl frutto. Buona lettura e buona realizzazione di questa bellissima ed interessante guida.

28

Occorrente

  • vasetti di vetro
38

Come eseguire l'essiccazione dei fichi

L'essiccazione è un procedimento molto semplice che consente di conservare il prodotto trattato per molto tempo, con il risultato di avere in dispensa sempre ingredienti nutrienti e soprattutto privi di conservanti. È una metodologia che si può svolgere entro le mura domestiche, senza l'ausilio di particolari strumenti rispettando pochi e semplici accorgimenti. Possono essere scelti due differenti metodi per ottenere della buona frutta secca. È bene eseguire alla lettera e con estrema precisione, tutti i singoli passaggi, presenti in questa guida, in maniera tale da poter avere dei fichi secchi, sempre a disposizione e sempre buoni e pronti!

48

Come lavare i fichi

Se il clima lo consente (serve una temperatura di almeno 30°) basterà lavare delicatamente i fichi e tamponarli con un canovaccio pulito. Tagliamoli a metà senza staccarli (per creare la coppia) nel senso della lunghezza. Sistemiamoli sul vassoio rivestito con carta forno o su di un graticcio ed esponiamoli al sole girandoli 2/3 volte al giorno. Ricordiamoci di coprire il vassoio con una retina per tenere lontani gli insetti. Ritiriamo quindi i fichi al tramonto del sole per evitare l'umidità della notte che allungherebbe i tempi di essiccazione. Il mattino dopo esporli nuovamente al sole. I fichi saranno pronti dopo circa 2/3 giorni, avranno perso l'umidità, saranno più scuri ed appassiti. Quando il tempo non è favorevole si può optare per un processo di disidratazione mediante forno ventilato. Basta sistemare i fichi su una pirofila e infornare a 70° per almeno 12 ore.

Continua la lettura
58

Come sterilizzare i vasetti

Procuriamoci dei barattoli di vetro con la chiusura ermetica. Sicuramente sono l'ideale per preservare il gusto e il profumo dei fichi. Lavare e sterilizzare accuratamente i contenitori per evitare la presenza di batteri che potrebbero alterare la corretta conservazione dell'alimento. In ogni vasetto riponiamo la quantità di fichi secchi tale da riempirlo ma senza pressare e chiudere con forza il coperchio. Questo è un passaggio molto importante e, se effettuato con cura, aiuterà a mantenere tutta la fragranza ed il sapore del prodotto.

68

Come confezionare i fichi secchi

Dopo aver confezionato tutti i barattoli sistemiamoli in un luogo fresco e asciutto e privo di umidità. Un altro fattore fondamentale è che siano lontani da ogni fonte di luce per evitare deterioramenti. L'ideale sarebbe sistemare ogni vaso in un sacchetto di carta per evitare ancor di più l'esposizione alla luce. In questo modo si potrà godere del sapore unico ed incomparabile di questa squisitezza. Generalmente i fichi secchi così conservati possono durare anche un anno. Così facendo potremo avere nella nostra dispensa dei fichi secchi, unici e speciali, che potremo consumare quando ne avremo bisogno e necessità, perché potranno durare molto a lungo e potremo mangiarli anche in inverno, magari davanti al caminetto accesso ed una bella tazza di cioccolata calda! Buon appetito e buon divertimento a tutti!

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di conservarli controlliamo sempre per bene l'integrità del prodotto, sia dal punto di vista visivo che olfattivo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come fare una brick cake

Imparare a preparare dei dolci con le proprie mani è un obiettivo per molti di noi. Torte, pasticcini e dolci al cucchiaio possono essere ottimi dessert di fine pasto o deliziosi spuntini. Non sempre, però, abbiamo in casa tutto l'occorrente. Alcuni...
Cucina Etnica

Come cucinare il bambù

Il bambù è una tipica pianta orientale non sono bella ed ornamentale, ma anche deliziosa e ricca di sostanze nutritive, ed è uno tra i più popolari alimenti della cucina orientale. Recenti studi ritengono tra l'altro che il germoglio di bambù...
Cucina Etnica

Cucina greca: riso alle verdure e feta

Il riso alle verdure con feta è un piatto tipico della tradizione culinaria greca. Con pochi semplici ingredienti riuscirete a deliziare il palato dei vostri commensali e a fargli assaporare i prodotti tipici della cucina mediterranea. Adatto soprattutto...
Cucina Etnica

Ricetta: zuppa di noodles con pollo

I noodles costituiscono uno dei piatti tipici della cucina asiatica. Tuttavia, da qualche anno a questa parte, è possibile trovarli anche nelle tavole degli italiani. Si presentano come grossi spaghetti, di un colore che tende al giallino. È facile...
Cucina Etnica

Come fare il curry in casa

Il curry con il suo aroma così penetrante e saporito, deriva da una miscela di erbe e spezie di origine indiana ed è molto utilizzato per condire qualsiasi piatto sia esso un primo che un secondo o un contorno. Per ottenerlo in casa è necessario adottare...
Cucina Etnica

Cestini di taco con gamberi

I cestini di taco con gamberi sono una ricetta di origine messicana, molto salutare e nutrizionale. I gamberi, infatti, sono considerati uno degli alimenti più salutari del mondo. Oltre alla proteine, i gamberi sono ricchi di antiossidanti, vitamina...
Cucina Etnica

La ricetta dei falafel

I falafel, che fanno parte della cucina araba, sono ormai famosissimi in tutto il mondo ed apprezzati anche da noi in Italia, soprattutto a seguito di aperture di nuovi ristoranti take away etnici. Si tratta di polpettine fritte a base di ceci o fave,...
Cucina Etnica

Ricetta: ravioli fritti

Spesso per raviolo sii intende la pasta ripiena che caratterizza deliziosi primi piatti. Ma i ravioli possono essere anche degli eccezionali antipasti, a seconda delle ricette che vengono utilizzate. In questo caso la preparazione dell'impasto può rimanere...