Come conservare i pomodori secchi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se pensate e volete preparare dei pomodori gustosissimi secchi, magari usando quelli di pieno agosto che sono rossi ed anche maggiormente succosi, è molto importante seguire diverse linee guida ben specifiche, facendo in modo da ottimizzare il risultato ottenendoli ideali e perfetti da utilizzare durante l'inverno per accompagnare pietanze varie, oppure anche degli antipasti. A questo proposito in seguito vi spiegheremo la procedura relativamente a come procedere per conservare i pomodori secchi correttamente. Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • 2 Kg di pomodori lunghi di San Marzano
  • 1 L di aceto di vino bianco
  • olio extravergine d'oliva q.b.
  • 2 foglie d'alloro
  • sale q.b.
  • vasi in vetro con coperchi a chiusura ermetica
  • Olio d'oliva
36

Vi spieghiamo la procedura iniziale

Dovrete prima di tutto lavare i pomodori, poi li dovrete dividere a metà, successivamente li dovrete mettere sopra ad una teglia oppure sopra una tavola di legno ricoperti con la carta da forno. Aggiungete in seguito un filo d'olio extravergine d'oliva e del sale internamente come avete posizionata verso l'alto preventivamente.

46

Vi spieghiamo il procedimento dopo l'essicazione

A questo punto dovrete lasciare essiccare i pomodori infatti al sole, per qualche giorno e potrete capire che sarà arrivato il tempo esatto quando si inizierà a scorgere una pellicola sopra ai vostri pomodori, che andrete prontamente in tal caso a togliere, facendo fuoriuscire il vapore. Quando i pomodori, saranno quindi essiccati, li dovrete mettere dentro ad una pentola con dell'acqua e l'aceto di vino bianco. Adesso potrete aggiungere qualche foglia di alloro ed altri aromi a vostra scelta, poi dovrete lasciamo insaporire per qualche minuto. Una volta che l'acqua comincerà a bollire, dovrete scolare i pomodori e poi dovrete preoccuparvi di asciugarli per bene. Andate in seguito ad inserirli nei contenitori sistemandoli dentro a dei barattoli di vetro per esempio, e a ciascuno strato dovrete aggiungere le spezie scelte e dell'olio d'oliva riempiendo completamente i vasetti che poi dovrete chiudere accuratamente. In questo caso vi consigliamo di scegliere dei contenitori con chiusura ermetica. Per permettere ai pomodori di acquisire i sapori vari, occorrerà aspettare comunque 15/20 giorni minimo prima di consumarli.

Continua la lettura
56

Vi spieghiamo la conservazione

Quando avrete preparato i pomodori secchi sott'olio, potrete anche conservarli per circa due mesi massimo e questo dovrà essere in un luogo fresco, asciutto ed al buio possibilmente. È importante infine, aggiungere che quando avrete aperto il barattolo che contiene i vostri pomodori, lo dovrete conservare in frigo e consumare comunque entro una settimana al massimo, senza dimenticarvi di non lasciarli mai scoperti dopo che li avrete aperti. Vi conviene perciò aggiungere sempre dell'altro olio in modo da tenerli sommersi in tale liquido ed evitare per la conservazione in modo che si formi la caratteristica patina biancastra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come fare il pesto di pomodori secchi

In questo articolo proporremo la realizzazione di una gustosa ricetta, molto utile per le serate estive che andremo a trascorrere con i nostri amici e parenti. Vogliamo infatti capire come e cosa serve, per poter fare, con le nostre mani ed anche in casa...
Primi Piatti

Spaghetti al pesto di pomodori secchi e noci

Il pesto è un alimento tipico della tradizione genovese e la ricetta classica viene preparata a base di basilico, pinoli, parmigiano e olio di oliva. Ne esistono, però, oltre alla ricetta tradizionale, molte varianti, che negli ultimi anni si trovano...
Primi Piatti

Ricetta: rigatoni con pomodori secchi

Per un primo facile e veloce da servire in estate l'alternativa giusta è un bel piatto di pasta; che siano fusilli, penne o rigatoni poco importa perché la portata deve essere fatta secondo il gusto preferito di chi cucina e ancor meglio seguendo le...
Primi Piatti

Ricetta: insalata di farro, pesto di zucchine e pomodori secchi

L’insalata di farro con pesto di zucchine e pomodori secchi è una ricetta dal sapore fresco e genuino. È una ricetta molto semplice da preparare ed è perfetta per essere utilizzata soprattutto nei mesi estivi come piatto freddo da portare a lavoro...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti ai pomodori secchi

Gli spaghetti ai pomodori secchi costituiscono una ricetta molto gustosa, dal sapore deciso e, nonostante questo, abbastanza leggera. Si tratta di una perfetta alternativa alla "solita" pasta al pomodoro o con olio ed aglio, che è possibile gustare in...
Primi Piatti

Pasta al pesto di melanzane e pomodori secchi

Il pesto è un ingrediente tradizionale della cucina genovese, anzi ne è forse il più famoso. La ricetta classica impone che nel pesto ci siano basilico, pinoli, aglio, parmigiano ed olio extravergine di oliva. Ultimamente, tuttavia, si sono sviluppate...
Primi Piatti

Ricetta: insalata di orzo con acciughe, capperi, olive e pomodori secchi

Quando il caldo si fa sentire, mangiare degli alimenti freddi rappresenta la soluzione più ottimale. Tra le pietanze che non richiedono la cottura esiste la deliziosa insalata di orzo accompagnata da qualche ingredienti gustoso. Esempi di abbinamenti...
Primi Piatti

Ricetta: sformato di quinoa e pomodori secchi

La quinoa è un super alimento che non dovrebbe mai mancare nelle nostre case. Questo perché è ricca di fibre, senza glutine e a basso indice glicemico. Ma le proprietà della quinoa sono davvero infinite. Per sfruttarle a pieno, prepariamo uno sformato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.