Come conservare l'alloro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le virtù delle piante aromatiche sono conosciute e apprezzate sin dall'antichità. Un patrimonio che anche oggi possiamo imparare a conoscere e utilizzare, per alleviare piccoli disturbi o per rendere speciale ogni nostra ricetta. Per avvolgere in un'intensa nota profumata un arrosto, o per assaporare il sapore aromatico di un liquore fatto in casa, possiamo utilizzare le foglie di alloro. Queste bellissime foglie ovali e lucide, sono conosciute per le loro proprietà antisettiche e antiossidanti. Per non rimanere mai senza gli aromatici sentori di queste preziose foglie, andiamo a scoprire insieme come conservare l'alloro.

26

Occorrente

  • Foglie di alloro
  • Sacchetti di carta
  • Barattoli di vetro
36

Laviamo delicatamente le foglie di alloro

Il primo passo per conservare correttamente l'alloro, è quello di dedicarci alla pulizia delle foglie. Nel caso di foglie da prelevare direttamente dalla pianta, scegliamo per il momento della raccolta il mattino. Andiamo quindi a scegliere delle foglie di alloro integre e prive di ammaccature. Procediamo lavandole velocemente e con molta delicatezza in una bacinella colma di acqua fresca. Una volta sciacquate, scrolliamo le foglie per eliminare l'acqua in eccesso. Quindi tamponiamole con delicatezza con un panno morbido e asciutto. Prima di procedere con l'essiccazione, è importante che le foglie risultino completamente asciutte.

46

Essicchiamo le foglie all'aria aperta

Quando le foglie di alloro sono completamente asciutte, possiamo iniziare il processo di essiccazione. In questa fase possiamo scegliere se essiccarle all'aria, oppure se utilizzare il forno a bassa temperatura. Vediamo insieme come procedere con il metodo all'aria aperta. Per prima cosa raccogliamo le foglie di alloro in piccoli mazzetti. Quindi riponiamole dentro dei sacchetti di carta. Appendiamo i sacchetti a testa in giù. A questo punto non ci resta che lasciare essiccare le foglie di alloro. Quando inizieranno a sbriciolarsi, possiamo trasferirle dentro dei barattoli di vetro precedentemente sterilizzati.

Continua la lettura
56

Lasciamo asciugare l'alloro in forno

Un metodo decisamente più veloce per essiccare le foglie di alloro, è quello di utilizzare il calore del forno. Vediamo come! Andiamo a disporre le foglie in una teglia. Cerchiamo di sistemarle distanziate tra loro, in modo da permettere un'essiccazione perfetta. Andiamo quindi ad infornarle nella parte più bassa del forno. Impostiamo la temperatura del calore sulla gradazione più bassa e lasciamo lo sportello del forno aperto durante la cottura. Giriamo spesso le foglie, per permettere un'asciugatura completa. Quando le foglie avranno raggiunto una consistenza croccante, possiamo sfornarle. Per conservarle ci basterà sbriciolarle e riporle in un vasetto di vetro con chiusura ermetica.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante l'essiccazione all'aria aperta, è molto importante che le foglie non siano poste in luoghi umidi o a diretto contatto con la luce e il calore del sole.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come conservare l'aglio fresco

L'aglio, a differenza di quanto molti possano pensare, non è una pianta, bensì un bulbo aromatico dal sapore e dal profumo deciso, imparentato con la famiglia delle cipolle. È possibile trovarlo sia nei mercati che decidere di coltivare autonomamente...
Consigli di Cucina

Come conservare i principali alimenti

Il cibo è una risorsa importantissima per quanto riguarda la nostra salute, poiché esso è responsabile del buon funzionamento di tutto l'organismo. Per poter dare il giusto apporto nutritivo, ogni alimento deve mantenere le proprie qualità, prima...
Consigli di Cucina

Come conservare i tartufi

L'Italia è uno dei paesi più importanti per la produzione ed esportazione delle varie specie di tartufo. La crescita dei tartufi avviene in modo spontaneo ed è legata a fattori ambientali e stagionali; per questo, essendo piuttosto raro, è molto costoso....
Consigli di Cucina

Consigli per conservare il pesto

Il pesto, un gustoso condimento a base di basilico fresco, spopola sulle tavole soprattutto durante la stagione estiva. È possibile prepararne in maggiori quantità, da mettere da parte e conservare, al fine di poterlo gustare anche durante l'inverno....
Consigli di Cucina

5 modi per conservare lo zenzero

Lo zenzero è una pianta erbacea appartenente alle Zingiberaceae. Ultimamente il suo utilizzo si sta diffondendo sempre più grazie alla scoperta delle sue molteplici proprietà. Normalmente in commercio si trova in polvere, ma quello fresco è sempre...
Consigli di Cucina

Come conservare la carne macinata

La carne, che sia bianca o rossa, è senza dubbio un alimento che contiene numerose sostanze dall'apporto necessario per il nostro corpo. Ma la carne è anche un alimento cui bisogna fare una grande attenzione: non solo è importante conoscerne la provenienza,...
Consigli di Cucina

Come conservare le cipolle tagliate

Una delle cose più spiacevoli da fare in cucina è senza dubbio tagliare le cipolle. Oltre al loro sgradevole odore, fanno anche lacrimare gli occhi e lasciano le mani impregnate dell'odore e anche secche e talvolta screpolate. Capita che qualche volta...
Consigli di Cucina

3 modi per conservare lo zenzero

Lo zenzero è una pianta erbacea di origine orientale, da cui si estrae la radice che, poi è proprio quella che generalmente viene utilizzata. In ambito culinario lo zenzero è una deliziosa spezia che tende ad arricchire i nostri piatti, ma è possibile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.