Come conservare l'insalata avanzata

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

L'insalata è, senza dubbio, uno dei contorni più presenti sulle tavole di noi italiani. È un piatto leggero e fresco, ideale soprattutto per mantenere la linea. Dopo pranzo, o dopo cena, capita spesso di ritrovarci degli avanzi. È davvero un peccato buttarli, pertanto per evitare lo spreco di cibo, possiamo utilizzare delle tecniche che ci permetteranno di conservarli al meglio. Anche l'insalata può essere conservata, ma ci sono delle regole ben precise da seguire per far sì che si mantenga fresca. Vediamo, quindi, in questa breve guida, come conservare l'insalata avanzata.

25

Chiariamo subito che è sconsigliato conservare l'insalata già condita, a lungo. Se a fine pasto ci ritroviamo con un'insalatiera ancora piena, ci converrà tapparla per bene, ad esempio con un coperchio o con un po' di pellicola trasparente, e riporla in frigorifero. Le foglie tenderanno ad appassire con velocità, pertanto è opportuno consumarla nel giro di poche ore.
Al contrario, se l'insalata non era stata ancora condita, si può fare in modo che duri anche qualche giorno. Si consiglia, quindi, di condire questo contorno poco a poco e direttamente nel proprio piatto.

35

Dopo aver comprato l'insalata, la prima operazione da compiere è pulirla. Innanzitutto, diamo una prima sciacquata sotto l'acqua ed eliminiamo le foglie esterne e quelle che ci sembrano già rovinate o annerite. Dopodiché prendiamo le foglie rimanenti e immergiamole in acqua fredda per una decina di minuti. Trascorso questo tempo, tiriamole fuori dall'acqua e mettiamole nella centrifuga che ci aiuterà ad asciugarle per bene. La fase di asciugatura è molto importante, poiché una foglia ben asciutta non si rovinerà in breve tempo, grazie all'assenza di umidità. L'insalata è pronta per essere tagliata e portata a tavola. Cosa fare se non si finisce di mangiarla?

Continua la lettura
45

Per conservare l'insalata avanzata, ma che non è stata ancora condita, prendiamo un bel contenitore di quelli di plastica con coperchio, e mettiamoci dentro un foglio di carta assorbente. Quest'ultima aiuterà a eliminare l'eventuale umidità e a impedire che le foglie marciscano o prendano un cattivo odore. Ora, non ci resta che adagiare sopra l'insalata, un altro foglio di carta tipo Scottex e chiudere ermeticamente il contenitore. Se non dispone di un coperchio, possiamo tranquillamente utilizzare la pellicola trasparente. In questo modo l'insalata resterà croccante e fresca per almeno qualche giorno. Infine, c'è un piccolo trucco per rianimare anche l'insalata che si è ammosciata: mettiamola in frigo per circa un'ora, a mollo in un recipiente con acqua e succo di limone.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Condite l'insalata a tavola direttamente nel vostro piatto: l'insalata non condita si conserva più a lungo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Consigli per utilizzare la panna montata avanzata

Se amate fare dolci e preparare torte per i vostri cari, saprete sicuramente che una delle farciture più buone e golose è quella realizzata a base di panna montata. La panna montata è uno dei peccati di gola a cui è davvero difficile rinunciare: tenersi...
Consigli di Cucina

Come fare un'insalata di farro e orzo estiva

Se volete un'idea originale ed innovativa per mangiare l'insalata e mantenervi sempre in linea, questa guida è proprio quello che fa per voi. Ormai le insalate non solo più quelle "classiche e "tradizionali", a base di lattuga o altre varietà di verdure...
Consigli di Cucina

Come lavare bene l'insalata

Mangiare le verdure crude, oltre ad essere molto salutare, è particolarmente gradevole, soprattutto nelle stagioni più calde: insalate e ortaggi crudi, infatti, sono freschi, dissetanti e ricchi di sali minerali fondamentali per il nostro organismo,...
Consigli di Cucina

Come conservare la polenta cotta

Molto spesso ci ritroviamo con avanzi di cibo che sarebbe un vero peccato buttare via. In questi casi possiamo ricorrere a qualche piccolo trucco per recuperarli e usarli in altre gustose ricette. Ma come fare se avanza della polenta cotta? Nessun problema,...
Consigli di Cucina

5 varianti dell'insalata di pasta

La bella stagione primaverile o estiva conduce le persone a gradire maggiormente di ricette culinarie fresche. Generalmente si cerca di mangiare soltanto verdura fredda tipo il radicchio o la rucola, pesce bianco come il merluzzo e la frutta. Ogni tanto...
Consigli di Cucina

Come condire l'insalata senza olio

L'insalata è il più classico dei contorni poiché riesce ad accompagnare qualsiasi pietanza. Ne esistono di vari tipi e le varianti sono numerosissime: basti pensare alle diverse insalatone proposte nei menù dei migliori ristoranti per farsi un'idea...
Consigli di Cucina

I vari tipi di insalata

Il termine “insalata” racchiude un intero mondo: nell’accezione comune indica solitamente una pietanza a base di vari ortaggi a foglia da consumarsi cruda. Le influenze derivanti dai diversi paesi in cui viene consumata e le mode del momento le...
Consigli di Cucina

Come fare l'insalata di quinoa, tonno e curcuma

La quinoa è un seme dalle alte proprietà nutrizionali, con poche calorie, quindi adatto a qualsiasi tipi di dieta, infatti si presta nella preparazione di numerose ricette di cucina. Questa pianta è originaria dall'America meridionale, i suoi chicchi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.