Come conservare la frutta fresca più a lungo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il consumo della frutta è consigliato quotidianamente per il suo ricco apporto di vitamine, ma ciò che rende problematico questo alimento così fresco, delizioso e zuccherino è il fatto che essa tenda a deteriorarsi in breve tempo. Addirittura si ritiene che venga gettata via circa un quarto della frutta acquistata e pertanto è raccomandabile comprarne delle quantità moderate ed adeguate al proprio consumo. Ma se ci lasciamo magari corrompere dalle offerte dei supermercati e tendiamo ad acquistane in maggiore quantità, come dovremo comportarci per conservare più a lungo la frutta fresca? Vedremo qui di seguito qualche utile consiglio in proposito.

24

Premettiamo considerando che quasi tutta la frutta produce l’etilene, un gas in grado di accelerarne la maturazione. Ricordiamo in particolare le mele, l'avocado, le banane, il melone cantalupo, i kiwi, il mango, le pere, le prugne, le albicocche, le susine, l'ananas, le pesche, le arance e i mandarini. Bisognerà avere l'accortezza di riporre in frigo la frutta solo quando essa è già abbastanza matura, ponendola negli appositi cassetti, e separata l'una dall'altra per ridurre l'effetto dell'etilene. Questo accorgimento limiterà anche l'influenza prolungata di questo gas con gli odori del nostro frigorifero. Quando acquistiamo la frutta, scegliamo quella sfusa e priva imballaggio, ma se volessimo tenerla nella busta di plastica, prima di riporla nel frigo pratichiamo dei fori sulla busta stessa, per farla arieggiare. Se dovesse altresì capitarci di non consumare un frutto per intero, usiamo subito l'accorgimento di avvolgere con della pellicola trasparente la parte avanzata o di riporla negli appositi contenitori ermetici in plastica, posizionandoli a vista nel frigo, in modo da non potercene dimenticare, rischiando che la frutta marcisca del tutto.

34

Teniamo a mente che gli agrumi vanno tenuti in frigo e che per mantenere più duratura la freschezza dell'ananas, bisognerà tagliarne la parte superiore e poi riporlo poi a testa in giù per favorire la redistribuzione degli zuccheri che manterranno più a lungo il suo tipico sapore fresco tropicale. L'uva non va lavata preventivamente, ma solo poco prima di essere consumata, per evitare che l'umidità possa alimentare la crescita delle muffe. Per quanto riguarda i frutti di bosco, il suggerimento è quello di immergerle in una pentola con dell'acqua per calda, a circa 50°, mescolando poi per circa 30 secondi al fine di uccidere le spore della muffa. Dopo averli sgocciolati, facciamo asciugare i nostri frutti di bosco su alcuni fogli di carta da cucina, ponendoli all'aria aperta.

Continua la lettura
44

Infine, per avere sempre della frutta fresca a portata di mano, tagliamola e conserviamola nel frigorifero in un contenitore di plastica colmo d’acqua, di modo che la frutta risulti completamente sommersa. Questo bagno d'acqua consentirà alla nostra frutta di mantenere vivi i suoi colori. È un ottimo modo per fare un leggero e veloce spuntino ogni qual volta ne abbiamo voglia, evitando di farci invogliare da alimenti più pesanti e meno dietetici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

10 consigli per conservare frutta e verdura

Conservare gli alimenti in modo corretto è importante, non solo per la salute, ma anche per esser sicuri che le proprietà organolettiche dei cibi non vengano compromesse. Frutta e verdura, da questo punto di vista, non sempre sono facili da gestire,...
Consigli di Cucina

Come utilizzare la curcuma fresca

Nelle nostre cucine, aumenta sempre più il consumo di spezie, anche di quelle meno conosciute. Oggi vi parliamo della Curcuma, una spezia di origine asiatica, ricca di proprietà benefiche. Questa spezia è un vero toccasana per la nostra salute, perché...
Consigli di Cucina

5 sughi per la pasta fresca

Se avete deciso di organizzare un pranzo a casa vostra per trascorrere una piacevole giornata con amici e parenti, un'idea che non scontenta mai nessuno è quella di optare per un primo piatto nutriente e sostanzioso a base di pasta fresca. Se siete abili...
Consigli di Cucina

5 modi per riconoscere la carne fresca

Sul consumo della carne, in particolare quella rossa, ci sono da sempre pareri discordanti da parte degli studiosi. Le ultime tendenze in fatto di diete la escluderebbero completamente dall'alimentazione, mentre da sempre gli esperti ne consigliano un...
Consigli di Cucina

5 consigli per montare la panna fresca

Quando prepariamo in casa dei dolci, spesso ci blocchiamo nel momento di montare la panna. Questa operazione è ideale per guarnire torte e gelati e può risultare difficile, ma in realtà non è cosi; infatti, in base alla qualità del latte e dalla...
Consigli di Cucina

10 modi per utilizzare la frutta secca in cucina

La frutta secca è un ingrediente molto usato in cucina per la preparazione di ricette molto appetitose. Spesso si mangia a colazione, insieme a cereali e frutta fresca oppure essiccata. La frutta secca deve far parte della nostra dieta perché è ricca...
Consigli di Cucina

Come grattugiare la frutta ai neonati

La frutta è senza dubbio un alimento indispensabile affinché il neonato cresca sano e forte. La maggior parte dei pediatri ritiene opportuno cuocere la frutta prima di darla ad un bambino che abbia meno di 6-8 mesi. La cottura, infatti, rende gli alimenti...
Consigli di Cucina

5 ripieni per la pasta fresca

Tutti noi siamo amanti della pasta fresca. Preparare la pasta fresca in casa, in famiglia, è sempre stata una tradizione tramandata da madre in figlia. Possiamo inoltre realizzare tante meravigliose ricette con la pasta fresca, preparando dei condimenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.