Come conservare la noce di cocco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
Come conservare la noce di cocco
15

Introduzione

La noce di cocco è il frutto della palma da cocco, una pianta diffusa nelle regioni tropicali. Viene importata principalmente dalla Costa d'Avorio e dallo Sri Lanka. Il frutto può raggiungere i 2 kg di peso, è di forma ovale, presenta un guscio molto duro, legnoso e di colore marrone. La sua polpa bianca, di consistenza croccante, è rinfrescante e dissetante e questo da alla noce di cocco una connotazione prettamente estiva. Nei prossimi passi di questa guida vedremo alcuni metodi per conservare questo frutto.

25

La noce di cocco è disponibile tutto l'anno, può essere utilizzata in diversi modi, per piatti dolci come torte e biscotti, oppure con carne e pesce. Probabilmente la maniera in cui viene consumata prevalentemente è anche quella più semplice, e cioè aperta e mangiata, fresca, come la troviamo sui banchi alle fiere o in spiaggia. Sceglietela assicurandovi che sia integra e senza tracce di muffa. Verificate che contenga del liquido al suo interno, condizione essenziale per definire la freschezza e la possibilità di conservazione, e per fare ciò è sufficiente scuoterla.

35

L'acqua di cocco (il liquido presente nel frutto) anche se alcuni non lo bevono perché ritenuto "sporco" a causa del suo colore banco-opalescente, ha alti valori nutrizionali, è rinfrescante, contiene vitamine, minerali e antiossidanti. Ha caratteristiche principalmente energetiche, da un grande apporto di potassio e la sua funzione principale è quella di conservare la noce di cocco quando è ancora chiusa, infatti se lasciata asciutta si disidrata, perdendo le sue caratteristiche e il suo gusto. Una volta aperta, la noce di cocco va tenuta in frigorifero, in un recipiente e coperta con dell'acqua. Lasciata chiusa la noce di cocco può essere conservata a temperatura ambiente anche per alcuni mesi.

Continua la lettura
45

Un altro modo in cui si può conservare la nostra noce di cocco aperta è quello di metterla in una insalatiera e affogarla nel ghiaccio. Il lento disciogliersi del ghiaccio ne assicura la giusta umidità, rallentando già di per sé la disidratazione. Al contrario, se volete è possibile utilizzare la polpa anche essiccata. Tagliatela a fettine o a tocchetti, riponetela sui vassoi dell'essiccatore e lasciate per qualche ora a massima potenza. Potete disidratare la polpa della noce di cocco anche nel forno ventilato: mettete le fettine su una teglia e cuocete per 3 ore circa a 50° - 70°, ricordandovi di rigirarle di tanto in tanto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Modi originali per usare la noce moscata in cucina

La noce moscata è una delle spezie più ricche di profumo e sapore e che viene utilizzata in molti piatti sia dolci che salati migliorandone notevolmente il gusto. Si tratta quindi di una sostanza ideale per preparare in cucina tantissimi piatti davvero...
Antipasti

Come preparare il soufflé alla noce moscata con zucca

I soufflé alla noce moscata con zucca sono degli ottimi antipasti da servire in tavola ben caldi prima di iniziare una cena importante organizzata a casa propria. Per prepararli c’è bisogno di reperire pochi ingredienti ma di ottima qualità affinché...
Antipasti

Come conservare l'erba cipollina

L'erba cipollina è una tipica pianta comunemente usata nelle nostre cucine. Il suo sapore, come dice lo stesso nome, ricorda molto quello della cipolla. Lascia in bocca un aroma gradevole e vagamente frizzante, ottimo per rendere gustose e particolari...
Antipasti

Come conservare il salame

Coloro che amano la buona tavola cercano di non far mancare mai nessun alimento sulla propria tavola. I salumi, in particolar modo, si prestano per molti sfiziosi antipasti e fanno parte di quella che è la tradizione gastronomica del nostro paese. Solitamente,...
Antipasti

Come conservare gli champignon

Gli champignon sono funghi molto comuni e reperibili in qualsiasi periodo dell'anno. Quelli disponibili in commercio provengono generalmente da coltivazioni controllate. In natura, si trovano nei prati e nelle immediate vicinanze dei boschi. Si presentano...
Antipasti

Come conservare i peperoni

I peperoni sono degli ortaggi molto consumati durante l'estate, ottimi come contorni ed ideali anche per degli antipasti, ma durante il periodo invernale non si vendono, quindi conviene farne una buona scorta. A tale proposito ecco una guida, su come...
Antipasti

Come conservare la frutta sotto spirito

Nei momenti di noia, quando non si sa cosa fare, potete impiegare il vostro tempo in maniera più produttiva e soprattutto utile. Potete produrre qualcosa con le vostre mani, qualcosa in ambito culinario ad esempio. Queste ultime, infatti, tra le tantissime...
Antipasti

Come conservare le zucchine grigliate sott'olio

Il metodo della conservazione degli alimenti sott'olio è molto utilizzato perché consente di mantenere questi ultimi a lungo, senza alterare le loro proprietà e mantenendo vivo il loro sapore. È possibile conservare sott'olio diverse varietà di alimenti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.