Come conservare le confetture di marmellata

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con la fine dell'estate e l'inizio dei mesi invernali, cosa c'è di più piacevole che creare delle conserve meravigliose coi cibi di primissima qualità, come per esempio confetture con marmellate fatte in casa propria? Il sapore e la soddisfazione, sarà sicuramente senza paragone, rispetto ad un acquisto fatto al supermercato. Dovrete fare però attenzione, in quanto le confetture fatte dall'industria, usano il metodo della sterilizzazione doppia per la conservazione dei cibi, così come ogni prodotto che si trova nei barattoli, però sarà possibile anche farlo a casa vostra. Vediamo in questo articolo come conservare le confetture di marmellata. Buon lavoro!

26

Occorrente

  • Barattoli di vetro dotati di tappo
  • Pentola
  • Canovacci
36

Per prima cosa dovrete pensare alla sterilizzazione dei barattoli, evitando che si possano formare batteri e/o muffe. Per fortuna la tossina del botulino, pericolosissima, che potrebbe anche causare la morte, non si può sviluppare nelle confetture, in quanto la concentrazione alta di zuccheri uccide proprio tale batterio. Si potrebbe però andare incontro al rischio di diversi tipi di contaminazione, quindi occorre eseguire tale fase con massima attenzione. .

46

Dovrete aver accuratamente lavato tutti i barattoli con acqua, sapone ed anche candeggina, se sporchi in modo particolare. Per la fase della sterilizzazione occorrerà immergerli in una pentola enorme con parecchia acqua fredda, e soprattutto coprendoli tutti in modo completo, mettendo un canovaccio nel fondo ed eventualmente anche tra i barattoli stessi, in modo da evitare che si possano infrangere urtando l'uno contro l'altro. Dovrete mettere nella pentola anche i coperchi dei barattoli, naturalmente. A fine lavaggio, dovrete metterli sopra ad un canovaccio asciutto, poi dovrete asciugarli molto bene. Essi dovranno completamente essere senza la benché minima traccia di umidità, prima di mettervi dentro la marmellata.

Continua la lettura
56

Ora dovrete mettere la marmellata ancora calda nei barattoli lasciando 1 centimetro circa di spazio libero. Chiudete poi con il coperchio, capovolgete subito poi lasciate il vostro barattolo sottosopra per circa 5/10 minuti di tempo. Trascorso li tempo, dovrete rigirare nuovamente il barattolo, poi lasciate completamente che si raffreddi. Se tutto quanto è andato bene, dovrete aver creato il vuoto nei barattoli. Questo procedimento, potrà essere verificato premendo sul coperchio: se non scende, significa che dentro non c'è aria.

66

Un altro metodo diverso potrà essere quello di realizzare un barattolo sottovuoto, con sterilizzazione doppia. Vediamo il procedimento. Una volta che avete messo la marmellata nei barattoli, dovrete rimetterli nella pentola piena d'acqua, potrete usare i canovacci come prima per separarli. In seguito dovrete lasciare che tutto vada in ebollizione per 5/10 minuti. Ora dovrete metterli sopra ad un piano per il raffreddamento, e come precedentemente si dovrà controllare premendo il tappo che si sia creato il vuoto. Per ultimo dovrete riporre i barattoli in un luogo fresco ed asciutto, come ad esempio dentro ad una credenza o meglio ancora in cantina, conservandoli almeno per 1/2 anni (per sicurezza potrete mettere sopra ai barattoli un'etichetta con la data di produzione).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come fare la marmellata di maracuja

Nel mondo delle confetture non esiste frutto o vegetale che non possa trasformarsi in una gustosa e originale marmellata. Le nostre preferite fanno generalmente uso di frutta di ogni tipo e di tutte le stagioni. Fare dell'ottima marmellata non è difficile...
Dolci

Come preparare la marmellata di mandarini

Le marmellate sono dei particolari alimenti dolci realizzati mediante l'utilizzo di agrumi e zucchero. È opinione comune, infatti, che alla categoria "marmellate" si possano ascrivere tutte le confetture realizzate utilizzando frutti qualsiasi, ma in...
Dolci

Come fare la marmellata di mele cotogne, mele e cannella

La marmellata, di qualsiasi frutto essa sia, è una golosità irresistibile per grandi e piccini. Gustosa e facile da realizzare, a base di frutta e zucchero, varia le sue proprietà in base: al tipo di frutta, alla cottura ed alla sua conservazione....
Dolci

Come fare la marmellata di mele cotogne

Le mele cotogne rappresentano un tipo di frutta che è consumata principalmente durante la stagione autunnale. Si tratta di un alimento molto gustoso, a basso contenuto calorico e adatto a tutti. Le mele cotogne possono essere mangiate al naturale oppure...
Dolci

Come preparare la marmellata ai tre frutti

Se amate, in modo particolare, preparare in completa autonomia delle confetture a base di frutta fresca, è anche possibile optare per una marmellata ai tre frutti. In buona sostanza, si tratta di una manipolazione innovativa, che riesce a miscelare con...
Dolci

Come fare la marmellata di limoni e zenzero

Gli amanti dell'aroma delle spezie di certo gradiranno la ricetta che andremo a presentare. Si tratta di fare in casa la marmellata di limoni e zenzero. Sicuramente il sapore e la genuinità di una marmellata fatta in casa sono ineguagliabili. Inoltre...
Dolci

Come preparare la marmellata di pomodoro

Nella guida seguente, vi spiegherò come preparare la marmellata di pomodoro. Si tratta di una ricetta davvero molto particolare, poco diffusa negli scaffali dei nostri supermercati, ma dalla bontà indiscutibile. Sicuramente non c'entra nulla con le...
Dolci

Come preparare la marmellata di pistacchi

In questa guida vedremo come preparare la marmellata di pistacchi. La ricetta è resa ancora più gustosa per l'aggiunta delle aromatiche clementine, che daranno un tocco in più. Per chi non le conoscesse, esse sono una varietà di mandarino, nata dall'incrocio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.