Come cucinare gli involtini di cavolo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Gli involtini di cavolo verza rappresentano un gustoso secondo piatto, completo di molti ingredienti per un pasto nutriente. Questa pietanza, infatti, racchiude sia la verdura che la carne. Quindi, è un piatto ricco di fibre vegetali, di sali minerali, di proteine e di carboidrati, il tutto in una ricetta semplice da cucinare e non troppo costosa. In questa guida spiegheremo, dettagliatamente, come cucinare gli involtini di cavolo.

28

Occorrente

  • 1 o 2 cavoli
  • 3 fette di pane
  • 3 o 4 fette di mortadella
  • carne macinata
  • prosciutto
  • pancetta
  • 2 uova
  • sale e pepe
  • cipolla
  • prezzemolo
  • pomodoro
38

Per prima cosa è necessario lavare i cavoli, eliminando le prime foglie, che potrebbero contenere delle ammaccature. Non appena viene scartata la parte rovinata, occorre lasciare a bagno le foglie in un recipiente. Successivamente, è necessario metterle a bollire per almeno 4 minuti in una pentola d'acqua, con l'aggiunta di un pizzico di sale. Lasciarle, in seguito, raffreddare in un tagliere, prestando attenzione a mantenerle integre.

48

In una ciotola, mettere le fette di pane a bagno in acqua, e spezzettarlo una volta che si è ammollato. A questo punto, è necessario rimediare della mortadella, della pancetta e dello speck, tagliandoli in piccoli pezzetti di uguale dimensioni che dovranno essere messi insieme alla carne macinata, all'interno di un mixer. Aggiungere anche il pane, il prezzemolo, le uova, un po' di sale ed un pizzico di pepe. Per quanto riguarda le uova, dovrà essere utilizzato sia il tuorlo che l'albume.

Continua la lettura
58

A questo punto, è necessario frullare il composto ad una velocità media, fino ad ottenere un impasto dalla consistenza omogenea, in modo da ottenere il ripieno per le foglie di cavolo, che ormai sono diventate fredde. Stendere, quindi, le foglie di cavolo su un tagliere, prestando la massima attenzione a non danneggiare la loro forma. Successivamente, è possibile guarnire con l'impasto realizzato.

68

In seguito, utilizzare un cucchiaio e sistemare al centro il ripieno, cospargendolo in tutta l'area delle foglie, lasciando un po' di spazio libero nei quattro lati delle foglie. Dopodiché, occorre arrotolare le foglie delicatamente, partendo dal gambo, dal momento che questa è la parte maggiormente dura. Infatti, il gambo riesce a sostenere e contenere con facilità, l'impasto. Successivamente, piegare i lati nella parte inferiore, per poi fermarli tramite l'ausilio di uno stuzzicadenti. Questa rappresenta la soluzione ideale per non far scomporre le foglie in cottura. Ripetere questa operazione per tutte le foglie di cavolo verza.

78

Utilizzare una padella abbastanza capiente, in cui versarci la cipolla precedentemente tritata, insieme ad un cucchiaino di olio extra vergine d'oliva. In seguito, diluire con un poco di acqua, per evitare che si bruci ed eseguire il soffritto. Una volta che la cipolla inizia a dorarsi, occorre cospargerla in tutta la padella, per poi iniziare ad inserirci gli involtini. Coprire la padella con un coperchio e far cuocere a fiamma media, per qualche minuto. In seguito, versare uniformemente a metà cottura, pochissima polpa di pomodoro, fino a farlo ritirare. Girare gli involtini per farli insaporire in entrambi i lati, e cuocerli per altri 5 minuti. A questo punto gli involtini ripieni sono pronti per essere serviti e gustati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come cucinare il cavolo viola

Il cavolo viola è una delle piccole meraviglie vegetali che la natura ci offre: ricco di antiossidanti e di importantissime sostanze nutritive, questo particoalre tipo di cavolo è ottimo da mangiare e bellissimo da vedere. Una piccola opera d'arte di...
Antipasti

3 ricette con il cavolo viola

Se si vuole provare un ortaggio diverso dal solito, che può essere cucinato in tante maniere differenti, ecco proposto il cavolo viola. Si tratta di una variante del cavolo cappuccio, che di solito viene adoperato per la preparazione dell'insalata. In...
Antipasti

Ricetta: sformato di cavolo verza

La verza è un'insalata appartenente alla famiglia del cavolo, simile all'iceberg, ma presenta le foglie più dure. Questo tipo di insalata va infatti cotta a dovere e permette di creare deliziosi piatti da portare a tavola. Si possono preparare involtini...
Antipasti

Come fare gli involtini primavera al forno

Chi non conosce gli involtini primavera? I gustosissimi roll orientali, largamente diffusi anche in occidente, che stuzzicano l'appetito di grandi e piccini. Secondo tradizione questi involtini vanno serviti fritti, ma se volete cucinarli a casa vostra...
Antipasti

Come usare il cavolo nero in cucina

Il cavolo nero è una delle tante varietà del cavolo cappuccio, ricco di principi nutritivi, ferro, vitamina c e sali minerali; questo giustifica che è ampiamente utilizzato nella medicina tradizionale. In cucina il cavolo nero è ingrediente colorato...
Antipasti

Come fare gli involtini di verza alla carne

Gli involtini di verza alla carne possono essere un ottimo antipasto per i vostri buffet ma possono diventare anche un piatto unico molto gustoso, grazie ai suoi svariati ingredienti. Oltre alla carne e alla verza, cosa troviamo negli involtini? Ebbene,...
Antipasti

Ricetta: involtini di verza al prosciutto

In questo contesto vi proponiamo una nuova ricetta, quella con gli involtini di verza di cioccolato, che è possibile preparare con le proprie mani e con tutta la fantasia che si ha a disposizione, in modo del tutto semplice e veloce, ed in maniera completamente...
Antipasti

Ricetta: strudel con cavolo verza e scamorza

Lo strudel non è altro che un rotolo di pasta arrotolata su se stessa, tipico del Trentino Alto Adige, e che solitamente viene farcito con mele cotte e cannella; la pasta non è sapida e nemmeno zuccherina e per questo motivo lo strudel può essere trovato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.