Come cucinare gli strozzapreti

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Gli strozzapreti sono un tipo di pasta povera tipica della cucina emiliana. Il loro caratteristico nome dovrebbe derivare dal fatto che sono talmente buoni che quando li si mangia se ne fa letteralmente una scorpacciata: la ricetta affonda le sue origini nel medioevo, quando i preti giravano tra le case e venivano spesso ospitati per il pasto. Prepararli in casa è molto semplice e veloce, e costituiscono un primo gustoso ideale anche per gli ospiti.
Vediamo dunque, con questa guida, come cucinare gli strozzapreti.

27

Occorrente

  • 200g di farina 00
  • 100g di acqua
  • Sale q.b.
37

Per cucinare gli strozzapreti, questi si preparano senza l'utilizzo di uova per l'impasto: infatti è sufficiente procurarsi della farina, circa 200 grammi, e 100 grammi di acqua, più una presa di sale. Queste dosi sono per due persone, quindi vanno aumentate nel caso si sia di più a tavola. La farina deve essere disposta a fontana e al suo interno si versa l'acqua, poi si impasta fino a formare un panetto e la si stende con il matterello. La pasta, ridotta ad uno spessore molto sottile, deve poi essere ritagliata in striscioline di 1 o 2 centimetri al massimo. Le striscioline vanno infine arrotolate tra i palmi delle mani e spezzettate nella lunghezza.

47

Gli strozzapreti sono pronti: il tempo di cottura è brevissimo, infatti basta immergerli in acqua bollente per pochi minuti. Non resta che preparare il sugo di condimento: gli strozzapreti sono talmente leggeri che in genere si accompagnano a sughi molto ricchi. Però si può anche preparare semplicemente un sugo di pomodoro, facendo soffriggere una cipolla, aggiungendo pomodori freschi, o dei pelati, e del basilico, aggiustando infine di sale e pepe o, per chi lo preferisce, aggiungendovi un po' di peperoncino in polvere. Una buona spolverata di parmigiano renderà il piatto davvero appetitoso.

Continua la lettura
57

Gli strozzapreti si accompagnano soprattutto ad un ragù di carne, perché sono molto porosi e quindi lo assorbono bene al loro interno. Il ragù può essere il classico bolognese, preparato con polpa di manzo e polpa di maiale; oppure può essere realizzato con la carne di cinghiale. Niente vieta poi di accompagnare gli strozzapreti anche con il pesce, ad esempio con un sugo bianco di baccalà, o infine di farne un piatto vegetariano, con un sugo di carciofi. In ogni preparazione gli strozzapreti possono essere accompagnati con un buon vino rosso corposo, e la loro realizzazione non richiede che poco tempo, e poca spesa, ma si tratta di una ricetta che non mancherà di accontentare tutti.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: strozzapreti con guanciale e pomodorini

Gli strozzapreti sono un tipo di pasta, tipicamente emiliana, adatta a sughi particolari ed elaborati: trattasi di piccole striscette di pasta di grano duro che vengono preparate impastando la farina, l'acqua ed il sale. La ricetta che vi propongo oggi...
Primi Piatti

Strozzapreti calabresi

Nel panorama gastronomico italiano la pasta ha sempre ricoperto il ruolo di regina. Fresca, secca, trafilata al bronzo, ogni qual volta la si porta in tavola è subito festa. Ogni regione conserva le proprie tradizioni legate al territorio e ai sapori...
Primi Piatti

Strozzapreti con calamari e pesto di peperoni

Questo primo piatto di pesce, nonostante l’apparente delicatezza, è, tutt’altro che leggero. Gli strozzapreti sono un formato di pasta di origine romagnola preparati solo con acqua e farina e completamente lavorati a mano, ma, la forma arrotolata...
Primi Piatti

Ricetta: strozzapreti al salmone

Probabilmente il nome di questa ottima pasta, fa riferimento a quando gli uomini auguravano al prete di strozzarsi durante il pasto, o ancora consideravano lo strozzaprete come il laccio attraverso il quale poterlo soffocare. Questo spiega il forte sentimento...
Primi Piatti

Come cucinare senza olio

L'olio, purché genuino, è un condimento quasi perfetto, non solo per preparare insalate, accompagnare la cottura di carni e verdure, ma anche per friggere. Talvolta, chi è a dieta o ha delle patologie particolari, deve limitarne l'uso nella preparazione...
Primi Piatti

Come cucinare gli spaghetti di soia

Negli ultimi tempi possiamo trovare negli scaffali dei supermercati gli spaghetti di soia. Utilizzati principalmente nei paesi asiatici, sono simili agli spaghetti di riso. Con la cottura crescono di volume e sono molto sazianti. Si cucinano in acqua...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta di riso

La pasta di riso è un piatto tipico dell'Oriente, ma è ormai molto amato anche nella nostra cucina. La preparazione è molto semplice, poiché si tratta di una pietanza molto più leggera rispetto alla tradizionale pasta, quindi perfetta per chi è...
Primi Piatti

Vari modi per cucinare le uova

Le uova si prestano ad un numero imprecisabile di preparazioni veramente gustose e costituiscono una risorsa inesauribile per chi ha il difficile compito di cucinarle. Si parla spesso dei mille modi di cucinare le uova ma in definitiva i metodi fondamentali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.