Come cucinare i fagiolini verdi

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come cucinare i fagiolini verdi
16

Introduzione

I fagiolini verdi, detti anche tegoline o cornetti a seconda delle regioni d'Italia in cui si vive, sono dei buonissimi vegetali utili sia per creare dei primi ricchi e gustosi sia come accompagnamento per un buon piatto di carne. Di seguito vi sarà spiegato come cucinare i fagiolini verdi per creare tanti tipi diversi di piatti. In questo modo potrete usare spesso i fagiolini verdi che sono ricchissimi di fibre e poveri di grassi saturi, quindi perfetti per una dieta ben bilanciata. Vediamo quindi insieme come fare.

26

Occorrente

  • Acqua bollente e sale per lessare i fagiolini
  • Olio extra vergine d'oliva
  • pepe nero
  • aceto o limone per condire i fagiolini verdi
36

Come prima cosa, una volta che avrete acquistato i vostri fagiolini verdi freschi, sarà pulirli. Procuratevi uno scolapasta e un coltello non troppo affilato. Prendete un fagiolino alla volta e, con l'aiuto del coltello, eliminate le estremità del fagiolino. La parte esterna del fagiolino non è infatti molto buona e digeribile ed è sconsigliato mangiarla. Prestate attenzione ed evitate di eliminare i piselli interni. Ripetete quest'operazione per tutti i fagiolini verdi freschi e depositateli all'interno dello scolapasta. Quando avrete eliminato tutte le estremità dei fagiolini verdi, lavateli sotto il rubinetto con acqua corrente fresca e un cucchiaino di bicarbonato. Sciacquate quindi i fagiolini e fateli asciugare.

46

Per cucinare i fagiolini verdi riempite per tre quarti una pentola d'acqua e versate all'interno della stessa circa un pugno di sale grosso. Prendete quindi i vostri fagioli verdi e tagliateli circa a metà. Per velocizzare l'operazione potete anche spezzarli con le mani, non farà alcuna differenza. Se i fagiolini verdi sono molto lunghi, tagliateli anche in tre parti. Fate cuocere i fagiolini verdi nell'acqua fino al suo bollore e, una volta che sarà arrivata al punto di ebollizione, versate la pasta del formato che preferite. Fate cuocere la pasta. Quando questa sarà cotta scolatela insieme ai fagiolini verdi. Condite quindi il tutto con un buon pesto di basilico.

Continua la lettura
56

A piacere arricchite il piatto con dei pinoli leggermente scottati in padella. Per cucinare invece i fagiolini verdi per un secondo dovrete, come nel passo precedente, farli lessare in pentola con un pugno di sale. Fate cuocere i fagiolini verdi per circa quindici o venti minuti abbondanti fino a quando non saranno belli morbidi. Scolate quindi i fagiolini verdi e lasciateli intiepidire o, se preferite, raffreddate completamente. Condite quindi i fagioli verdi con olio extra vergine d'oliva, pepe nero e aceto balsamico, oppure se preferite aceto di mele o limone.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prestate attenzione ed evitate di eliminare i piselli interni.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come cucinare i fagiolini

I fagiolini sono particolarmente adatti per chi vuole mantenersi in forma. Infatti questi legumi, nonostante appartengano alla famiglia delle Leguminose, hanno molte caratteristiche degli ortaggi, sono ricchi di acqua, fibre, sali minerali e Vitamina...
Consigli di Cucina

10 modi per cucinare il cavolfiore

Il cavolfiore è un ortaggio ricco di acido folico e di minerali. Inoltre contiene vitamine e viene apprezzato per le sue pochissime calorie. La parte commestibile si trova nell'infiorescenza e nelle foglie verdi. Quest'ultime vengono utilizzate tantissimo...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare i funghi

I funghi costituiscono uno degli ingredienti base della cucina. Le tante varietà poi, permettono preparazioni davvero variegate. Specie nelle zone di collina, o comunque con molte aree verdi e boschi, i funghi porcini fanno da padroni. Ma anche i più...
Consigli di Cucina

Come cucinare le bietole rosse

Le bietole rosse sono dei tuberi dall'inconfondibile colore rosso, le quali oltre ad avere tantissime proprietà benefiche per il nostro organismo, sono anche molto dolci. In cucina sono parecchio versatili, e si possono cucinare in svariati modi. Possono...
Consigli di Cucina

Come cucinare senza il fuoco

Cucinare è una dote e richiede, oltre ad una buona dose di bravura, anche fantasia e disciplina. Il fuoco è uno degli strumenti necessari a sperimentare piatti sempre nuovi, innovativi ed assolutamente squisiti. E se per caso il fuoco non ci fosse?...
Consigli di Cucina

5 segreti per cucinare con il vino

Il vino non accompagna solamente i piatti una volta arrivati a tavola, ma in molte ricette diventa un ingrediente a tutti gli effetti. Per questo motivo bisogna prestare particolare attenzione alla scelta del vino giusto e a come utilizzarlo per cucinare...
Consigli di Cucina

Come cucinare il daikon

Il daikon è un ortaggio, simile al ravanello bianco, largamente utilizzato nella cucina asiatica. In Italia è conosciuto anche con il nome di ravanello giapponese. Ha la forma di una grossa carota e il suo nome deriva dalle parole giapponesi Dai, che...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le taccole

Sperimentare in cucina è un modo per variare sempre i menù. Per poi, far contenti sempre tutti. Per riuscire a fare questo, bisogna portare in tavola novità. Preparando dei piatti che contengono alimenti sani e nutrienti. Le verdure e il legumi sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.