Come cucinare i tenerumi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I tenerumi sono delle foglie tenere di una varietà molto particolare di zucchina. Questo tipo di zucchina appena citato si trova quasi esclusivamente in Sicilia, ecco perché si cucinano solo in quest'isola. Se non abitate in Sicilia, ma comunque vi è già capitato di trovarla per caso al mercato o al supermercato, vi consigliamo allora di andare a provarla, in quanto sicuramente non ve ne pentirete. Questo tipo di zucchina di cui stiamo parlando, è sicuramente un'ottima verdura per fare minestre, ma anche per esempio, per preparare un condimento per la pasta. Se siete interessati a questo argomento, oppure volete avere qualche informazioni in più a riguardo, allora questo è l'articolo giusto per voi, non smettete quindi di leggerlo. In seguito, vi verrà spiegato nel modo più semplice e chiaro possibile come cucinare i tenerumi.

25

Occorrente

  • Tenerumi
  • Pasta
  • Passata di pomodoro
  • Aglio
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
35

Pulizia delle foglie

Per iniziare dovrete andare a pulire le foglie delle vostro ortaggio. Eliminate quindi, di queste ultime quelle che vi sembrano meno tenere e più rovinate, ricordatevi inoltre di rimuovere anche i gambi che hanno un sapore più forte. Quindi una volta che le avrete pulite bene, versatele in una pentola con dell'acqua. Ricordate che la pentola dovrà contenere non solo le verdure, ma anche la pasta, quindi dovrà essere abbastanza capiente. A questo punto mettetele sul fuoco e cuocete. Capirete che sono cotte quando saranno abbastanza tenere e poco croccanti.

45

Preparazione soffritto

Nel frattempo in una padella dovrete procedere andando a preparare il soffritto con aglio e olio extravergine di oliva. Quando l'aglio si sarà dorato, ricordatevi di non andare a fare abbrustolire quest'ultimo eccessivamente per evitare che il soffritto assuma un sapore cattivo, quindi toglietelo e versate della polpa di pomodoro e del peperoncino, oppure, se preferite potreste aggiungere il pepe. Aggiustate di sale e lasciate cuocere per circa dieci minuti. Per quanto riguarda i tempi della cottura, potrete gestirveli come più preferite.

Continua la lettura
55

Fase finale

Dopo aver eseguito tutte le operazioni citate nei primi due articoli, dovrete procedere andando ad aggiungere il vostro buonissimo sugo di pomodoro alla vostra pasta con i tenerumi. A questo punto, fate quindi saltare per qualche minuto in modo che si amalgamino per bene tutti i sapori. Condite con un filo di olio extravergine di oliva e successivamente aggiungete del formaggio grattugiato come pecorino, caciocavallo, e per finire, grana. A questo punto, non vi resterà che gustarvi il vostro piatto, naturalmente servendolo in tavola. Farete sicuramente una buonissima figura, anche con eventuali ospiti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 segreti per cucinare con il vino

Il vino non accompagna solamente i piatti una volta arrivati a tavola, ma in molte ricette diventa un ingrediente a tutti gli effetti. Per questo motivo bisogna prestare particolare attenzione alla scelta del vino giusto e a come utilizzarlo per cucinare...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le taccole

Sperimentare in cucina è un modo per variare sempre i menù. Per poi, far contenti sempre tutti. Per riuscire a fare questo, bisogna portare in tavola novità. Preparando dei piatti che contengono alimenti sani e nutrienti. Le verdure e il legumi sono...
Consigli di Cucina

Idee per chi non sa cucinare

La cucina ai giorni d'oggi è qualcosa della quale non si può fare a meno. Anche solo per questioni di sopravvivenza, cucinare diventa essenziale e bisogna imparare i piatti base della cucina italiana. Pasta asciutta, carne e pesce ai ferri e insalata...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare i fagiolini

I fagiolini sono degli ortaggi che si possono cucinare in vari modi. Questi legumi hanno un basso contenuto calorico spetto agli altri. Ma nel contempo contengono molta acqua e fanno bene all'organismo. Essi sono dei baccelli di colore verde dalla forma...
Consigli di Cucina

10 consigli per imparare a cucinare

Diventare una brava cuoca non è certo semplice. Sicuramente non ci si può improvvisare. Cucinare è davvero un' arte. Per imparare a farlo in maniera corretta occorrono passione, determinazione e tempo. Si avete capito bene occorre del tempo necessario...
Consigli di Cucina

Come cucinare il sedano rapa

Prima di entrare nei mille modi per cucinare il sedano (e ci sono davvero molte scelte), abbiamo bisogno di parlare di peeling e preparazioni varie. Non importa quale metodo di cottura si decida, il sedano deve essere accuratamente rimosso dai pelati....
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le carote

Le carote sono un ortaggio gustoso dal colore arancione. Sono delle radici che si presentano di varie forme e tonalità a seconda della famiglia di origine e del luogo di coltivazione. Ottime per la grande quantità di vitamina E, B, PP e per il beta...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le lumache

Amate le lumache ma credete di non essere in grado di cucinarle? State tranquilli, ci pensiamo noi! Anche se le lumache sono spesso abbinate all'eccellenza della cucina francese e sembrano quindi essere un alimento molto complicato da cucinare, non è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.