Come cucinare il baccalà

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come cucinare il baccalà
17

Introduzione

Il baccalà è una delle pietanze più apprezzate della cucina italiana e da nord a sud possiamo trovare numerose ricette che soddisfano tutti i palati. Scopriamo insieme una delle preparazioni più famose e saporite che possiamo realizzare, soprattutto durante il periodo natalizio, ma non solo. Ecco come cucinare i filetti di baccalà fritti alla romana.

27

Occorrente

  • 600 gr. di Baccalà
  • 100 gr. di Farina 00
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • Acqua minerale q.b.
  • sale
37

filetti di baccalà fritti alla romana

La ricetta che sto per illustrarvi è pensata per quattro persone. Vi ricordo che dopo l'acquisto, il baccalà dovrà essere ammollato. Potrete saltare questa procedura se acquistate il pesce già messo a bagno dal vostro negoziante di fiducia, permettendovi di passare direttamente alla fase di preparazione.

47

come dissalare ed ammollare correttamente il baccalà

Immergete il baccalà in un ampio contenitore riempito di acqua fresca: l'ammollo dovrà durare almeno 24 ore con un ricambio di acqua ogni 6/7 ore. Trascorso il tempo, che può prolungarsi fino a 48 ore in base ai vostri gusti ed alla grandezza del baccalà, sciacquatelo sotto l'acqua corrente per eliminare eventuali residui e lische. Lasciatelo scolare per rimuovere l'acqua assorbita in eccesso.

Continua la lettura
57

preparazione della pastella

Con un coltello ben affilato tagliate il baccalà in strisce da 2 cm ed asciugate i singoli filetti con un foglio di carta assorbente. Per la preparazione della pastella, è fondamentale utilizzare acqua minerale fredda per ottenere un impasto morbido ed uniforme. Incorporate ed emulsionate con la forchetta 100 gr di farina 00 versando lentamente acqua q. B. Per avere un composto fluido. Le dosi potranno variare a seconda delle necessità: l'importante è che la pastella abbia un aspetto morbido, né troppo denso né troppo liquido.

67

procedura

A questo punto prendete una pentola a bordi alti, versate un'abbondante quantità di olio extra vergine di oliva e, in attesa che si raggiunga la temperatura, immergete i filetti nella pastella. Con una forchetta prendete i vostri filetti facendo scolare la pastella in eccesso, ed iniziate la fase di frittura. Per evitare che il pesce non risulti croccante è assolutamente necessario che l'olio raggiunga la temperatura giusta, ovvero 180 gradi, e dovrete girare con cura i filetti almeno due volte. La cottura proseguirà per circa 10 minuti o, comunque, fino a quando la frittura diventerà dorata su tutti i lati. Una volta tolti dalla padella, potrete salare i filetti e servirli molto caldi con un bel boccale di birra fresca, così come si usa nella capitale. Se è di vostro gradimento potrete passare anche una spolverata di pepe nero. Buona mangiata a tutti!

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come cucinare il baccalà

Il baccalà è una delle pietanze più apprezzate della cucina italiana e da nord a sud possiamo trovare numerose ricette che soddisfano tutti i palati. Scopriamo insieme una delle preparazioni più famose e saporite che possiamo realizzare, soprattutto...
Pesce

Come cucinare il baccalà alla Brás

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, di voler assaporare una pietanza tipica di un'altra zona del mondo ma di non potersi permettere un viaggio verso quel particolare posto che ci permetta di mangiare la pietanza desiderata. Tuttavia grazie...
Pesce

7 ricette con il baccalà

In cucina oggi ormai sono diventate numerosissime le ricette da poter realizzare. Uno degli ingredienti maggiormente utilizzati è il pesce. Ci sono ovviamente vari tipi di pesce e quello preferito per le ricette è proprio il baccalà. Nei prossimi passi...
Pesce

Ricetta: baccalà al mascarpone

Il baccalà è un alimento che si presta molto bene ad essere preparato in svariati modi ed è pertanto protagonista in cucina di tante preparazioni. Quanti di voi, però, hanno mai assaggiato il baccalà abbinato al formaggio mascarpone? In questa guida...
Pesce

Ricetta: Baccalà olive e capperi

Il baccalà è un pesce molto amato nel Napoletano, ma cucinato in diversi modo in moltissime regioni d'Italia. Esso infatti si presta perfettamente, grazie al suo sapore intenso ma gentile, facile accostamento di molti contorni. Il baccalà ha la caratteristica...
Pesce

Ricetta: filetto di baccalà fritto

Il baccalà è un alimento che si ottiene dalla salatura e stagionatura del merluzzo.Questo pesce viene pescato maggiormente nelle acque dell'atlantico settentrionale e conservato ed essiccato all'aria aperta.È di largo consumo in cucina anche grazie...
Pesce

Ricetta: baccalà ai capperi

Per un menù che possa compensare tutte le portate ci vuole sempre un secondo con i fiocchi! Il pesce è uno dei piatti che viene sempre apprezzato. Ovviamente, ci sono generi come il baccalà che viene spesso sottovalutato. Invece, questo è un tipo...
Pesce

Come fare il baccalà con i fagioli

Il baccalà si ottiene da un particolare tipo di merluzzo, pescato prevalentemente nelle acque dell'Atlantico Settentrionale, esattamente al largo di Terranova e delle coste del Labrador. Appena pescato viene pulito, deliscato e messo sotto sale per ottenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.