Come cucinare il kebab di tacchino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come cucinare il kebab di tacchino

In questa guida vi spiegherò brevemente come cucinare il Kebab di tacchino. Il Kebab è un cibi prettamente tipico della Turchia. Ultimamente però sempre più spesso i Turchi vengono in Italia ad aprire dei ristoranti in cui preparano dei Kebab con salse varie davvero ottimi. Quindi vuoi anche tu iniziare a vendere Kebab, magari innovativi come quelli al tacchino? Vuoi semplicemente gustarti un Kebab in casa, perché della cucina lì fuori non tanto ti fidi? Bene, segui questa guida su come cucinare il Kebab di tacchino passo dopo passo.

26

Occorrente

  • Tacchino
  • Pangrattato
  • Sale
  • Coriandolo
  • Cumino
  • Aglio
  • Cipolla Grande
  • Pepe
  • Zucchine
  • Pomodorini
  • Peperoni
  • Tritacarne
36

Per cucinare il Kebab di tacchino, avrete bisogno di 500 g di tacchino, una cipolla, un po' di sale, aglio, cumino e coriandolo per questa prima fase. Sì, avrete anche bisogno di un barattolo di spinaci per mettere la purea in sottofondo. Tagliate quindi la carne a 2 cm quadrati. Passate la carne attraverso un tritacarne utilizzando la piastra grossa. Aggiungete 100 g di pangrattato e sale da 7.5g, 2.5g ciascuno di cumino e coriandolo, 2 spicchi finemente grattugiati di aglio e una grattugiata grossolanamente di cipolla bianca. Mescolate con una spatola di gomma, e sviluppate il tutto su una teglia. Mettete in freezer fino a che non si raffreddi, ma non congeli. Passate la miscela fredda attraverso il tritacarne di nuovo, questa volta sul piatto più bello per formare delle polpette. Qui è dove il barattolo di spinaci entra in gioco. Questo è il primo passo su come cucinare il Kebab di tacchino.

46

Per cucinare il Kebabdi tacchino, allineate ogni latta pulita con due strati di pellicola trasparente. Quindi avvolgete uno strato nei tortini, stringendole verso il basso per rimuovere le lacune d'aria. Ripiegate i bordi superiori della pellicola trasparente per sigillare. Mettete la teglia a bagnomaria con acqua bollente. Cuocete in forno a 150°C fino a quando la temperatura al centro è di 75°C. Questo rispecchia come cucinate il Kebab di tacchino. Poi lasciate a riposo per almeno 15 minuti prima di togliere il tutto dalla teglia. Scorciate la superficie con un cannello prima di tagliare in senso verticale. Una forcella spinta in alto vi stabilizzerà l'intera situazione. A questo punto le cose stanno cominciando ad avere un odore abbastanza autentico.

Continua la lettura
56

Infine, mescolate tutti gli ingredienti della marinata in una brocca, sbattete bene per unirli. Mettete il tacchino in una grande ciotola e versate sopra la marinata. Lasciate marinare per 30 minuti o durante la notte. Per preparare gli spiedini, infilate il tacchino a spiedini, riservando la marinata. Alternate con zucchine, pomodorini, peperoni e la cipolla fino a quando tutti gli ingredienti si utilizzano. Quindi condite con sale e pepe e poi ponetelo in frigo, mentre si accende il barbecue. Una volta che si è pronti per cucinare, mettete gli spiedini di Kebab sulla griglia per 8-10 minuti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non lasciate il Kebab troppo tempo sul fuoco
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare il shish kebab

La carne di tacchino, contrariamente a quanto si possa pensare, non è una carne facile da grigliare, perché deve essere ben cotta. Spesso però, per raggiungere tale scopo, ci si ritrova con una pietanza stopposa e di una consistenza legnosa. Per tale...
Cucina Etnica

Come preparare il kebab in casa

Una delle pietanze più amate dai giovani è il kebab; la tradizione di questa pietanza ha origini molto antiche: in particolare il kebab deriva dalla Persia e se ne cibavano i soldati che grigliavano questa carne speziata utilizzando le loro stesse...
Cucina Etnica

Ricetta: kebab di pollo con verdure

Il kebab è una piadina riempita di carne e verdure tipica dei paesi sud orientali. Tale cucina si vede sempre più spesso ed è molto apprezzata poiché si tratta di una piadina arricchita da diversi tipi di carne e condita con delle ottime salse: un...
Cucina Etnica

Come fare il kebab

Siete a spasso, è l'ora di pranzo, avete una fame cieca, passate davanti a uno di quei locali in cui si fa il kebab, sentite quel profumo per qualcuno irresistibile, e la tentazione vi divora ma pensate alla dieta, avete pregiudizi su chi maneggia il...
Cucina Etnica

Come preparare lo Shish Kebab

Se in occasione di una cena all'aperta con degli amici intendete organizzare uno barbecue, potete approfittarne per preparare un tipico piatto arabo. Si tratta infatti di optare per lo Shish Kebab, ovvero una sorta di spiedini in cui è necessario utilizzare...
Cucina Etnica

Come fare il rotolo di frittata con tacchino uvetta e scamorza

Se intendete preparare un secondo piatto davvero gustoso ed originale, potete cimentarvi nell'elaborazione di una ricetta particolare. Nello specifico si tratta di fare un rotolo di frittata con tacchino, uvetta e scamorza; infatti, la preparazione non...
Cucina Etnica

Come cucinare le lumache

In moltissimi paesi del mondo ma anche in Italia, si usa moltissimo mangiare le lumache. Anche se a molti potrebbe fare impressione avere una lumaca un po' viscida in bocca, in realtà, le lumache possono essere davvero gustose si cucinate nel modo giusto...
Cucina Etnica

Come cucinare il riso pilaf con pollo al curry

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di cucina. Nello specifico, proveremo a cucinare del riso. Come avrete potuto già comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come cucinare il riso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.