Come cucinare il nasturzio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il nasturzio è una pianta originaria del Sudamerica che si coltiva ormai in modo diffuso anche in Europa. È una pianta che ben si adatta ad ogni tipo di clima, soffrendo solo le gelate e le temperature sotto lo zero e non richiede particolari cure: è per questo che può essere coltivata anche sui balconi degli appartamenti. Ha dei bellissimi fiori arancioni e la caratteristica di questa pianta è che essa è commestibile: i suoi fiori sono edibili e servono per la decorazione di molti piatti di chef stellati, mentre le foglie sono una fonte di vitamina C e possono impreziosire moltissime ricette. Ecco un'utile guida su come cucinare il nasturzio.  

27

Occorrente

  • 120 grammi di tonno in scatola o fresco
  • 200 grammi di pasta corta a scelta
  • Foglie di nasturzio fresche
  • 4 spicchi d'aglio
  • Prezzemolo fresco
  • Olio evo
37

In realtà il nasturzio non si cucina: le sue foglie sono spesso utilizzate per dare un tocco di originalità alle insalate, visto il loro sapore intenso e piccante che ben si sposa con innumerevoli alimenti. Anche i fiori sono utilizzati prevalentemente per abbellire i piatti in ristoranti di alto livello, dove gli chef li scelgono per il loro colore intenso, che va dal giallo all'arancione. Ci sono però alcune ricette che prevedono anche la cottura del nasturzio, in particolare delle sue foglie. Oggi proponiamo una pasta con crema di tonno e foglie di nasturzio. La prima cosa da fare è preparare un soffritto con olio e tre spicchi d'aglio, aggiungendo del prezzemolo fresco.

47

Quando il soffritto sarà pronto, occorrerà aggiungere il tonno, in scatola oppure fresco, tagliato in piccoli pezzetti. Bisognerà scottare il tonno e aggiungere nel tegame anche le foglie di nasturzio, conservandone qualcuna intera per la decorazione finale del piatto. Quando il tonno sarà ben scottato e le foglie di nasturzio saranno appassite, il tutto andrà trasferito in un mixer: occorrerà frullarlo per ottenere una crema morbida e delicata, come si può vedere dalla foto qui accanto. Si dovrà aggiustare di sale e pepe e aggiungere ancora del prezzemolo tritato fresco.

Continua la lettura
57

Ora non resta che cuocere la pasta in abbondante acqua salata: bisognerà scolarla almeno un paio di minuti prima dell'effettivo tempo di cottura, perché essa andrà mantecata nella crema di tonno e foglie di nasturzio. Quando la pasta sarà ben al dente, si dovrà conservare mezzo mestolo di acqua di cottura, da aggiungere alla crema di tonno frullata. Si farà saltellare la pasta per un minuto circa e si procederà a servirla ben calda, decorata con foglie di nasturzio fresche. Un piatto gustoso e originale, adatto per tutte le stagioni.  

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Documentatevi sempre bene su fiori e piante commestibili o potreste avere spiacevoli inconvenienti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come cucinare senza olio

L'olio, purché genuino, è un condimento quasi perfetto, non solo per preparare insalate, accompagnare la cottura di carni e verdure, ma anche per friggere. Talvolta, chi è a dieta o ha delle patologie particolari, deve limitarne l'uso nella preparazione...
Primi Piatti

Come cucinare gli spaghetti di soia

Negli ultimi tempi possiamo trovare negli scaffali dei supermercati gli spaghetti di soia. Utilizzati principalmente nei paesi asiatici, sono simili agli spaghetti di riso. Con la cottura crescono di volume e sono molto sazianti. Si cucinano in acqua...
Primi Piatti

Vari modi per cucinare le uova

Le uova si prestano ad un numero imprecisabile di preparazioni veramente gustose e costituiscono una risorsa inesauribile per chi ha il difficile compito di cucinarle. Si parla spesso dei mille modi di cucinare le uova ma in definitiva i metodi fondamentali...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta di riso

La pasta di riso è un piatto tipico dell'Oriente, ma è ormai molto amato anche nella nostra cucina. La preparazione è molto semplice, poiché si tratta di una pietanza molto più leggera rispetto alla tradizionale pasta, quindi perfetta per chi è...
Primi Piatti

5 ricette veloci per cucinare il pollo

Il pollo è un genere di carne bianca che cucinata in modo leggera risulta sano ed equilibrato. Inoltre, preparato in modo semplice può contribuire a rendere un secondo nutriente e ricco di gusto. Quindi, l'ideale per chi vuole mangiare senza appesantirsi....
Primi Piatti

5 modi per cucinare il grano

Per molte persone è difficile cucinare qualcosa di leggero e di sano, soprattutto se si è spesso tentati di mangiare cibi molto grassi e molto conditi. Uno degli elementi principali da considerare se si vuole seguire una dieta abbastanza sana e ricca...
Primi Piatti

5 modi per cucinare le fave

Le fave sono legumi dal gusto gradevole e delicato. Ricche di ferro, risultano particolarmente adatte per chi soffre di anemia. Apportano una notevole quantità di fibre all’organismo, favorendo il corretto processo intestinale. Inoltre, sono fonte...
Primi Piatti

Come cucinare riso in bianco

Siamo pronti a proporre una guida culinaria, molto pratica per preparare nella nostra cucina, un primo piatto molto leggero, ma allo stesso tempo, se fatto bene e seguendo questi semplici consigli, anche molto buono da gustare, magari quando si sta poco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.