Come cucinare il sugo al cinghiale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come cucinare il sugo al cinghiale

Il cinghiale è un mammifero che vive nei boschi. Esso si nutre di radici, tuberi, ghiande, insetti e piccoli mammiferi e da sempre viene cacciato per la sua carne molto saporita, il che ha contribuito a ridurre la sua diffusione. La carne del cinghiale è ottima quando l'animale è molto giovane o comunque quando non abbia superato i sei mesi di età, e richiede in ogni caso una frollatura di almeno 8-10 giorni nonché una prolungata marinatura. Dalla sua carne si ottiene inoltre uno squisito sugo, per cui entriamo nello specifico e vediamo come cucinare il sugo al cinghiale.

27

Occorrente

  • Polpa di cinghiale (senza ossa)
  • Vino rosso (q.b.)
  • Chiodi di garofano
  • Grani di pepe nero (o foglie di alloro)
  • Cipolle
  • Carote
  • Sedano
  • Passata di pomodoro
  • Olio (q.b.)
  • Sale (q.b.)
37

La preparazione della carne

Per prima cosa prendete il pezzo di cinghiale che avete a disposizione ed eliminate i peli residui sulla superficie con l'aiuto di un coltello affilato. Fatto ciò, rimuovete anche le ossa in modo da facilitare la cottura. Con lo stesso coltello tagliate a pezzettoni quadrati di circa uno o due centimetri la carne di cinghiale, dopodiché ponetela in un recipiente abbastanza capiente insieme ai chiodi di garofano, alle foglie di alloro e ai grani di pepe nero. A questo punto potete ricoprire con del vino rosso in maniera tale che il cinghiale non resti a contatto con l'aria. Coprite il recipiente con un coperchio, in modo da evitare che l'odore forte della carne si espanda per tutta la casa. Lasciate riposare per una notte in un luogo fresco.

47

La cottura del cinghiale

Il giorno seguente prendete il recipiente e scolate via il vino, eliminando anche le spezie, dopodiché ponete i pezzi di cinghiale su di un tagliere preparando al contempo il soffritto. Tritate finemente le cipolle insieme a qualche carota e ad un gambo di sedano per dare maggior sapore al soffritto. A questo punto potete iniziare a scaldare un filo d'olio extravergine d'oliva, inserendo nella padella anche il trito preparato in precedenza. Fate soffriggere il tutto per qualche minuto ed aggiungete a piacere un bicchiere d'acqua, per rendere più dorate le verdure. Mettete nella pentola il cinghiale e sfumate con del vino rosso, facendo rosolare tutti i lati dei pezzetti di carne.

Continua la lettura
57

La conservazione del sugo di cinghiale

Per finire, aggiungete la salsa di pomodoro e coprite il tutto con un coperchio. Lasciate cuocere a fuoco molto basso per circa due ore o almeno fin quando la carne non inizierà a sfibrarsi e a disperdersi nel sugo. Successivamente, mescolate di tanto in tanto per evitare che la carne si attacchi al fondo della pentola. Una volta completata la preparazione, potete servire il cinghiale con della pasta corta o, in alternativa, potrete scegliere di conservarlo per utilizzarlo in un secondo momento. All'interno del frigo il cinghiale già cotto dura due o tre giorni, mentre chiuso nei barattoli ermetici o in freezer può essere conservato anche per alcuni mesi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tra i contorni classici per il sugo di cinghiale troviamo i funghi, i marroni e le patate, ma anche i peperoni e le melanzane si abbinano bene con il ragù in questione.
  • Nel caso in cui non foste particolarmente pratici in cucina, lasciatevi aiutare da una persona con più esperienza di voi in modo da non compromettere la preparazione del ragù di cinghiale.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come cucinare il sugo all'anatra

I sughi e le salse in generale sono dei gustosi condimenti che utilizziamo per accompagnare al meglio i nostri primi piatti. Tra le varie prelibatezze che possiamo classificare come condimento per la pasta, il sugo all'anatra è uno dei più saporiti...
Primi Piatti

Come cucinare gli gnocchi di castagne al sugo di noci

Le castagne sono sicuramente il frutto autunnale più versatile che esista: infatti, esistono moltissime ricette che hanno come ingredienti principali le castagne. Inoltre, esse non contengono alcun tipo di glutine, quindi sono perfette per chi soffre...
Primi Piatti

Ricetta: pappardelle al ragù di cinghiale e porcini

Vi sono piatti culinari che vengono tramandati da generazioni: sono quelli preparati dai chi vive nelle montagne dove la caccia e la raccolta dei funghi è una normale tradizione. Il cinghiale è un animale molto apprezzato nella preparazione di ottimi...
Primi Piatti

Ricetta: pappardelle al ragù di cinghiale

Il cinghiale è un animale selvatico molto diffuso e usato in cucina. Il ragù di cinghiale è una ricetta appartenente alla tradizione culinaria Toscana. La carne di cinghiale offre al piatto un sapore unico e inconfondibile. Il sapore forte e deciso...
Primi Piatti

Ricetta: lasagne al cinghiale

Le lasagne sono uno dei piatti più apprezzati da noi italiani, ma non solo. Sono diventate famose in tutto il mondo e vengono in qualche modo imitate. Si possono fare differenti versioni delle lasagne, una di queste è con la carne di cinghiale. Il cinghiale...
Primi Piatti

Ricetta: le pappardelle al cinghiale

Se avete intenzione di preparare un piatto di pasta particolare, potete cimentarvi nell'elaborazione di una gustosa ricetta a base di pappardelle al cinghiale. Si tratta di una pietanza dal sapore unico, e che si sposa benissimo con l'aromatica carne...
Primi Piatti

Ricetta: pappaderdelle al cinghiale

Le pappardelle al cinghiale sono una gustosa pietanza che si può servire in tutte le occasioni. Le pappardelle sono originarie della Toscana, in particolare della provincia di Grosseto. Questa pietanza si prepara partendo dal tritato di polpa di cinghiale...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli di cinghiale

Preparare i ravioli di cinghiale richiede tempo ed impegno, ma il risultato vi darà sicuramente delle grandi soddisfazioni. Seguendo i passi della ricetta potrete realizzare un piatto gustoso, dal sapore deciso e dal profumo avvolgente. Vediamo allora,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.