Come cucinare il torciglione

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il Torciglione è un dolce tipico della regione Umbria. Prende questo nome proprio perché, durante la sua preparazione, assume una forma di serpente. È molto gustoso e friabile, infatti per il suo impiego vengono utilizzate le mandorle, i canditi e i pinoli. Il Torciglione viene preparato principalmente durante il periodo natalizio. Per questo, vediamo insieme, come cucinare il Torciglione.

28

Occorrente

  • 1 kg di mandorle
  • 300 g di canditi
  • 50 g di pinoli
  • 240 g di albume
  • confetti colorati q.b.
38

Tritare le mandorle

Iniziamo con la tritatura delle mandorle. Per agevolare la preparazione del Torciglione vi consigliamo di utilizzare quelle già pelate. Potete tritarle con un robot da cucina, l'importante è che alla fine il composto risulti farinoso. A questo punto, insieme alla mandorle, aggiungete lo zucchero, i canditi e frullate.

48

Montare gli albumi

Adesso è arrivato il momento di montare gli albumi a neve ferma. Per compiere questa operazione utilizziamo una planetaria o uno sbattitore elettrico. Per agevolare la montatura vi consigliamo di aggiungere agli albumi un pizzico di sale. Quando questi ultimi saranno ben montati, aggiungeteli al composto preparato in precedenza, composto dalle mandorle, lo zucchero e i canditi. Mischiate delicatamente, con una spatola, dal basso verso l'alto. Dovrete eseguire questo passaggio solamente in questo modo, in maniera tale da non smontare gli albumi. Ora aggiungete i pinoli e continuate a mescolare.

Continua la lettura
58

Modellare il Torciglione

Adesso è arrivato il momento di dare una forma al nostro Torciglione. Prendete l'impasto e trasformatelo in un rotolo abbastanza grosso. A questo punto lo arrotolate su se stesso, proprio come fosse un serpente. Prendete una teglia, la ricoprite con la carta forno, e riponeteci sopra il Torciglione appena preparato. Continuate a modellare il vostro serpente, dandogli una forma più carina. Potete fargli gli occhi, la bocca, le squame, per la decorazione potrete sbizzarrirvi e utilizzare più elementi possibile. Terminata la decorazione, cospargete il Torciglione con tanti confetti colorati.

68

Cuocere il Torciglione

È arrivato il momento della cottura! Il Torciglione deve essere cotto in forno statico, rigorosamente preriscaldato, a 150 gradi per circa mezz'ora. A questo punto il vostro dolce natalizio sarà pronto, non vi resta che controllare che alla vista sia bello dorato. Prima di servire, fate raffreddare a temperatura ambiente, in un luogo fresco e asciutto. Piccola precisazione: se i canditi non sono di vostro gradimento, per aromatizzare il vostro Torciglione utilizzate della buccia grattugiata di limone e dei semi di vaniglia.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Secondo la tradizione umbra, durante la decorazione, bisogna utilizzare: due chicchi di caffè per gli occhi, una mandorla per la lingua e dei pinoli per le squame.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come cucinare crepes salate o dolci

Le crepes sono una pietanza molto particolare utilizzata sia come base per la preparazione di un dolce, che per la preparazione di un piatto salato. Se non abbiamo mai provato a preparare delle gustosissime crepes potremo cercare su internet delle guide...
Dolci

Come cucinare lo zabaione

I dolci sono la passione di molti di noi, questo si sa. Ebbene, le varianti sono davvero infinite se pensiamo a quanti ingredienti si utilizzano. Le creme e il cioccolato si impiegano molto frequentemente per farcire dei golosi dessert di vari tipi. Una...
Dolci

Come cucinare la torta fredda al cioccolato

Quando si ha poco tempo oppure fa caldo non si ha voglia di cucinare un dolce elaborato che richieda la cottura in forno, allora una buona alternativa è quella di cucinare un dolce freddo. Le preparazioni di pasticceria senza cottura sono deliziose al...
Dolci

Come cucinare i profitterol nello zuccotto

Chi ama cucinare sa di certo quanto sia importante la fantasia: grazie a prove e nuove idee è infatti possibile realizzare cose veramente fantastiche. Questo dolce che andiamo a preparare sarà sicuramente una sorpresa gradita a tutti. I profitterol...
Dolci

Come cucinare i fichi d'india

Molto spesso capita di vedere spalliere di fichi d'India incastonate nel paesaggio dell'Italia del sud come la Sardegna e la Sicilia. Infatti, questo frutto trova il clima ideale per crescere e diffondersi in zone aride e calde. Il suo uso è ormai largamente...
Dolci

Come cucinare i mirtilli freschi

Avete dei disturbi intestinali, disturbi legati al fegato e/o disturbi alla circolazione, ma siete stanchi di imbottirvi di medicine che, a lungo andare, non fanno altro che danneggiare il vostro organismo? O siete semplicemente favorevoli alla omeopatia,...
Dolci

10 regole per cucinare dolci perfetti

A tutti è capitato di calcolare male una cottura o di dimenticare un ingrediente, rovinando completamente la realizzazione di un dolce. Sbagliare una preparazione è frustrante, soprattutto se il dolce era stato pensato per una ricorrenza speciale. Il...
Dolci

Come cucinare una torta di ananas

La torta di ananas è un dessert che si può servire a fine pasto oppure come merenda in giardino o in terrazzo. L'ananas è un frutto ricco di vitamine; si utilizza nei dolci sia come guarnizione finale che come base. In poco tempo è possibile realizzare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.