Come cucinare l'aragosta

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come cucinare l'aragosta

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta nella nostra vita, di voler preparare una pietanza assolutamente molto particolare e prelibata da servire durante un pranzo oppure una cena con tutti i nostri amici e parenti. Spesso, infatti, il ha il forte desiderio di riuscire nell'intento di fare una bellissima figura con gli invitati. Tuttavia riuscire a trovare un piatto che metta d'accordo tutti gli invitati non è mai un'impresa molto semplice da mettere in atto. Per fortuna, semplicemente utilizzando un computer collegato ad internet, oppure con i moderni smartphone e tablet, è possibile trovare moltissime ricette di piatti sempre differenti in pochissimi secondi. Tutto ciò è fattibile partendo da quelli più facili da preparare fino ad arrivare a quelli più complicati. Nei passi successivi di questa semplice ed esauriente guida, in particolar modo, andremo a vedere come occorre comportarsi per fare in modo di riuscire a cucinare una gustosissima aragosta nella maniera più adeguata possibile.

26

Occorrente

  • aragosta di un Kg circa
  • sale
  • prezzemolo
  • pepe
  • limone
  • olio extravergine di oliva
36

L'aragosta viva

Per ottenere una migliore riuscita del proprio piatto, è necessario comprare un’aragosta viva, dal momento che in questo modo la carne sarà più polposa ed abbondante. Ogni ora che passa dalla sua morte, infatti, la carne si riduce in quantità, ragion per cui deve essere cucinata ancora viva. Per essere sicuri della freschezza del crostaceo, è necessario prestare la massima attenzione alla vivacità del colore, all'odore nonché all'integrità delle chele.

46

Il lavaggio

Una volta acquistato il crostaceo, pertanto, è buona regola lavarlo accuratamente passandolo sotto l'acqua corrente. Dopodiché deve essere legato ad una tavoletta di legno mediante uno spago, immobilizzando il corpo e la coda. Tutto ciò ha la finalità di evitare che si pieghino durante la cottura. Il prossimo procedimento consiste nell'immergerlo così, con l’aggiunta del succo di mezzo limone, in abbondante acqua salata portata ad ebollizione. A questo punto, non rimane altro da fare che cuocere a fuoco lento per un tempo pari a 10 minuti circa, calcolati per ogni mezzo chilo di crostaceo. Una volta che l’aragosta si sarà completamente raffreddata, è necessario scolarla, per poi tagliarla in due porzioni, praticando uno squarcio nell’addome ed eliminando il sacchetto nero di sabbia che si trova nella testa e quello che sta in mezzo alla coda. A seguire occorre estrarne la carne, per poi tagliarla a pezzetti, ed irrorarla con dell'olio extravergine di oliva. Collocarla, quindi, su un piatto da portata, guarnendola a seconda dei propri gusti personali.

Continua la lettura
56

L'aggiunta del prezzemolo

Successivamente, si dovrà portare a termine questa preparazione con prezzemolo oppure con la salsa che più si preferisce (ad esempio una maionese, una salsina a base di limone e di pepe, oppure una salsa tartara). Inoltre, dal momento che l’aragosta è un crostaceo dalle carni molto delicate, le ricette per prepararla devono essere molto semplici, in modo tale da lasciarne inalterato il sapore. Può essere servita come antipasto, come secondo piatto, ma anche come base per delle eccellenti ricette di primi piatti. La scelta che verrà effettuata, sicuramente, sarà in grado di soddisfare i propri invitati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come preparare l'aragosta in camicia

L'aragosta è un pregiato crostaceo diffuso nel mar Mediterraneo e nell'oceano Atlantico orientale. Delicata, prelibata, addirittura afrodisiaca, l'aragosta viene impiegata in molte ricette raffinate per la qualità della sua polpa dal sapore inimitabile....
Pesce

Come riconoscere l'aragosta fresca

La scelta dell’aragosta, e dei crostacei in generale, non è un elemento da sottovalutare. Bisogna porre estrema attenzione alla freschezza del prodotto, così da ottenere piatti succulenti e gustosi. Spesso, l’aragosta arriva nelle pescherie ancora...
Pesce

Linguine all'aragosta

Se volete stupire i vostri commensali con una ricetta sfiziosa, genuina e di facile preparazione vi proponiamo un primo piatto a base di pesce: le linguine all'aragosta. Questa ricetta, nonostante quello che potete pensare, è molto semplice anche se...
Pesce

Ricetta: aragosta alla catalana con verdure crude

L'aragosta alla Catalana con verdure crude è un ottimo piatto a base di pesce e verdure, da un sapore fresco e leggero.È un piatto che, nonostante le apparenze, non è particolarmente difficile da preparare e non richiede molto tempo.Le fasi della preparazione...
Pesce

Ricetta: carpaccio di aragosta con zucchine e agrumi

La ricetta carpaccio di aragosta con zucchine e agrumi è il piatto ideale per le vostre vacanze al mare, ma anche quando si vuole passare una serata in compagnia con gli amici, o in famiglia, gustando un piatto prelibato e saporito e accompagnarlo con...
Pesce

5 ricette facili per cucinare l'astice

In questo articolo vi illustrerò 5 ricette facili per cucinare l'astice. L'astice rappresenta un'ottima alternativa all'aragosta. L'astice deve essere sempre di buona qualità, che sia fresco oppure surgelato. Nei passi successivi vi fornirò qualche...
Pesce

5 modi per cucinare il baccalà

Il pesce è uno degli alimenti che fa bene al nostro organismo. Il baccalà, in particolare, è un tipo di pesce sotto sale. Concretamente si tratta di merluzzo proveniente perlopiù dalla Norvegia, dove viene sapientemente trattato ed esportato ovunque....
Pesce

5 modi di cucinare l'orata

L'orata (Sparus Aurata) è un pesce di mare della famiglia degli Sparidi. Questo pesce, estremamente versatile da cucinare, è dotato di carni bianche, magre e saporite. L'orata è dunque in grado di colpire con il suo sapore gradevole anche i palati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.