Come cucinare la ciaramicola umbra

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La Ciaramicola risulta essere una torta a forma di ciambella, che presenta nella pasta in rilievo, esattamente una croce al centro, di colore rosso, interamente ricoperta di glassa bianca e confettini colorati. La pasta in superficie forma cinque montagnole, di cui una sesta situata al centro, le quali rappresentano esattamente i cinque rioni di Perugia. Il sesto rigonfiamento rappresenta, invece, Piazza Grande, sulla quale primeggia la fontana Maggiore, simbolo della città. La preparazione di questo delizioso dolce non è affatto difficile, infatti, leggendo con estrema attenzione ed impegno questa guida riuscirete sicuramente ad ottenere un ottimo risultato. Inoltre, preparando il dolce con le vostre mani, otterrete un notevole risparmio economico, dal momento che non avrete la necessità di acuistarlo già pronto in pasticceria o al supermercato. A questo punto, non vi rimane che continuare a leggere le semplici e dettagliate indicazioni riportate nei successivi passi di questa interessante guida, per apprendere in modo utile e veloce come cucinare la ciaramicola umbra.

25

Occorrente

  • 450g di farina
  • 100g di burro
  • 250g di zucchero
  • 5 uova (servono 2 uova intere e 3 chiare)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • Buccia di 1 limone grattugiata
  • 1/2 bicchiere di Alchermes
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • Zuccherini colorati
35

Preparare l'impasto:

Per la preparazione, mettete a sciogliere precisamente cento grammi di burro e, successivamente imburrate lo stampo per ciambelle che vi servirà per cuocere la Ciaramicola. In una ciotola, mettete la farina, le due uova intere, lo zucchero, la bustina di lievito per dolci, la buccia di limone grattugiata ed infine l'Alchermes. Successivamente, lavorate accuratamente il tutto ed aggiungete anche il burro, continuando a mescolare per far amalgamare tutti gli ingredienti tra di loro. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo, staccatene un piccolo pezzetto, utile per formare due striscioline e cinque palline, il resto disponetelo nello stampo. Realizzate ora le due striscioline a croce sul dolce e i cinque pezzetti di pasta: uno al centro della croce, e gli altri quattro alle estremità. Infornate e fate cuocere per circa mezz'ora a 180°.

45

Preparare la guarnizione:

A questo punto, dedicatevi alla preparazione della guarnizione. Innanzitutto, montate perfettamente a neve lo zucchero a velo e le tre chiare d'uovo. Quando il dolce risulta essere precisamente a fine cottura, tiratelo fuori, spalmate il tutto precisamente sopra la vostra Ciaramicola e finite disponendoci gli zuccherini colorati per donare al dolce un po' di colore.

Continua la lettura
55

Varianti:

Per finire, qualche variante: volendo, potreste anche fare la vostra Ciaramicola a forma di semplice ciambellone, senza la croce al centro. Oppure, al posto degli zuccherini, potreste usare confetti al cioccolato colorati o cose del genere, per rendere il tutto ancora più goloso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come cucinare il torciglione

Il Torciglione è un dolce tipico della regione Umbria. Prende questo nome proprio perché, durante la sua preparazione, assume una forma di serpente. È molto gustoso e friabile, infatti per il suo impiego vengono utilizzate le mandorle, i canditi e...
Dolci

Come cucinare dei biscotti digestivi

Sono semplici da cucinare e si conservano morbidi per diversi giorni chiusi in una scatola di latta; se lasciati all'aria aperta, si seccano troppo e diventano duri. Ecco una semplicissima guida su come cucinare dei biscotti digestivi. Se state cercando...
Dolci

Come cucinare crepes salate o dolci

Le crepes sono una pietanza molto particolare utilizzata sia come base per la preparazione di un dolce, che per la preparazione di un piatto salato. Se non abbiamo mai provato a preparare delle gustosissime crepes potremo cercare su internet delle guide...
Dolci

Come cucinare lo zabaione

I dolci sono la passione di molti di noi, questo si sa. Ebbene, le varianti sono davvero infinite se pensiamo a quanti ingredienti si utilizzano. Le creme e il cioccolato si impiegano molto frequentemente per farcire dei golosi dessert di vari tipi. Una...
Dolci

Come cucinare la torta fredda al cioccolato

Quando si ha poco tempo oppure fa caldo non si ha voglia di cucinare un dolce elaborato che richieda la cottura in forno, allora una buona alternativa è quella di cucinare un dolce freddo. Le preparazioni di pasticceria senza cottura sono deliziose al...
Dolci

Come cucinare i profitterol nello zuccotto

Chi ama cucinare sa di certo quanto sia importante la fantasia: grazie a prove e nuove idee è infatti possibile realizzare cose veramente fantastiche. Questo dolce che andiamo a preparare sarà sicuramente una sorpresa gradita a tutti. I profitterol...
Dolci

Come cucinare i fichi d'india

Molto spesso capita di vedere spalliere di fichi d'India incastonate nel paesaggio dell'Italia del sud come la Sardegna e la Sicilia. Infatti, questo frutto trova il clima ideale per crescere e diffondersi in zone aride e calde. Il suo uso è ormai largamente...
Dolci

Come cucinare i mirtilli freschi

Avete dei disturbi intestinali, disturbi legati al fegato e/o disturbi alla circolazione, ma siete stanchi di imbottirvi di medicine che, a lungo andare, non fanno altro che danneggiare il vostro organismo? O siete semplicemente favorevoli alla omeopatia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.