Come cucinare la vera pastiera napoletana

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

La pastiera napoletana è un dolce tipico della tradizione campana, conosciuto, però, in tutta Italia, che si prepara nel periodo di Pasqua. Le sue origini sono da attribuire alla maestrìa di una suora di San Gregorio Armeno che volle creare un dolce associando i vari simboli della resurrezione di Cristo al profumo dei fiori d"arancio del giardino del convento. L'aroma paradisiaco che si sprigionava dalla cucina del convento si diffondeva per i vicoli del quartiere, dando, alla gente del posto, un segno tangibile della presenza del Signore. È un dolce molto elaborato, ricco e gustoso e la sua preparazione non è semplice, ma nemmeno impossibile. Il segreto è saper scegliere gli ingredienti giusti, quelli richiesti dalla ricetta, senza cercare di fare alcuna modifica per dare un tocco in più: la pastiera napoletana possiede, infatti, una personalità inalterabile. Dunque, se volete cimentarvi nella preparazione di questo gioiello dell'arte culinaria, armatevi di pazienza, in quanto, il procedimento è abbastanza lungo e complesso.
Ma vediamo, passo dopo passo, come cucinare la vera pastiera napoletana.

28

Occorrente

  • Per la pasta frolla: 500 g di farina 00, 300 g di burro, 200 g di zucchero, 1 cucchiaio di miele, 3 uova, scorza di limone, 1 bustina di lievito. Per la farcitura: 500 ml di latte, 500 g di zucchero, 300 g di ricotta di pecora, 300 g di grano cotto, 250 g di burro, 7 uova, la scorza di un'arancia, frutta candita, un baccello di vaniglia, un cucchiaio di acqua di fiori d'arancio, un pizzico di cannella.
38

Preparare la pasta frolla

Per prima cosa, bisogna preparare una buona base di pasta frolla.
Lavorate il burro a temperatura ambiente, in una terrina, con lo zucchero, un cucchiaio di miele e la buccia di limone grattugiata. Unite le uova e continuate a mescolare a mano. Versate la farina a fontana, su una spianatoia, con il lievito, aggiungete il composto di uova e burro e lavorate fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e riponetela in frigo per un paio di ore.

48

Cuocere il grano

Il secondo passo per preparare la pastiera è cuocere il grano in una pentola abbastanza capiente, assieme al latte, il burro, la scorza dell'arancia, e i semi di vaniglia. La cottura dovrà durare per circa un'ora, cioè fino a quando il grano non avrà assorbito completamente il latte. Durante questa fase è importante che la fiamma sia bassa per non compromettere il risultato finale. Infine, fate raffreddare.

Continua la lettura
58

Setacciare la ricotta

In una ciotola, ponete la ricotta setacciata e amalgamatela con lo zucchero. Poi, aggiungete, uno per volta, i tuorli, l'acqua di fiori d'arancia, i canditi, un pizzico di cannella e il grano cotto e continuate a mescolare. Infine, montate a neve ferma gli albumi e uniteli, delicatamente, al composto, aiutandovi con una cucchiaio.

68

Stendere la frolla, farcire e infornare

Riprendete la pasta frolla e stendetela su una spianatoia infarinata con l'aiuto di un mattarello. Dalla sfoglia, ricavate un disco di pasta abbastanza grande da foderate uno stampo di 35/40 cm di diametro, precedentemente imburrato e infarinato. Farcite con la crema di grano e decorate con strisce di pasta frolla incrociate tra di loro. Infornate a 180°, per 50 minuti, in forno preriscaldato. Fate raffreddare, spolverizzate con zucchero a velo e servite in tavola.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per un risultato ottimale, usate lo strutto al posto del burro. Ponete la ricotta in un setaccio la sera prima in modo che perda tutto il liquido.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

5 varianti della pastiera napoletana

La pastiera napoletana è una tra le ricette più classiche della tradizione napoletana. Dolce tipico del periodo primaverile e di pasqua, la pastiera è, secondo le origini, il dolce simbolo della rinascita. Infatti, secondo le leggende, durante un periodo...
Dolci

Come preparare la pastiera napoletana senza canditi

C'è chi ama i candidi e chi li odia; a volte, durante il periodo natalizio si viviseziona il panettone in quanto non si riescono a sopportare quei piccoli pezzi dolciastri. Per questo motivo in questo tutorial vengono dati dei consigli su come preparare...
Dolci

Torta caprese napoletana: la ricetta

La cucina italiana è conosciuta in tutto il mondo per le delizie che sa regalare. Tra queste, senza dubbio la ricetta della torta caprese napoletana. La sua consistenza morbida e leggermente umida è una delizia per il palato. La realizzazione di questa...
Dolci

Come preparare cannoli siciliani alla napoletana

I cannoli siciliani e i cannoli napoletani, nonostante siano due tipologie di dolci profondamente differenti, allo stesso tempo sono legati da un grandissimo successo da parte di tutti i palati del mondo. Con la guida di seguito, proveremo a fare un esperimento:...
Dolci

La vera ricetta dei cantucci toscani

Una golosità da poter preparare velocemente sono i cantucci: si tratta di biscotti dal gusto rustico e non molto dolce che solitamente accompagnano un buon bicchiere di vino. Si tratta di una tipologia di biscotti tipici della regione Toscana, ideale...
Dolci

Come cucinare crepes salate o dolci

Le crepes sono una pietanza molto particolare utilizzata sia come base per la preparazione di un dolce, che per la preparazione di un piatto salato. Se non abbiamo mai provato a preparare delle gustosissime crepes potremo cercare su internet delle guide...
Dolci

Come cucinare i fichi d'india

Molto spesso capita di vedere spalliere di fichi d'India incastonate nel paesaggio dell'Italia del sud come la Sardegna e la Sicilia. Infatti, questo frutto trova il clima ideale per crescere e diffondersi in zone aride e calde. Il suo uso è ormai largamente...
Dolci

Come cucinare i mirtilli freschi

Avete dei disturbi intestinali, disturbi legati al fegato e/o disturbi alla circolazione, ma siete stanchi di imbottirvi di medicine che, a lungo andare, non fanno altro che danneggiare il vostro organismo? O siete semplicemente favorevoli alla omeopatia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.