Come cucinare le alette di pollo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come cucinare le alette di pollo

Le alette di pollo si prestano benissimo ad essere le protagoniste di tantissime ricette sfiziose. La carne del pollo, infatti, è amata da tutti, sia grandi che piccini. Solitamente, le alette di pollo vengono consumate come secondi piatti, magari cotte al forno o saltate in padella. Nei paesi oltre oceano, e ormai anche in Italia, vengono spesso utilizzate come sfiziosi antipasti o come pietanza di accompagnamento all'aperitivo serale, con lo scopo di stuzzicare un po' la fame. Inoltre, possono essere cotte in padella, al forno o anche fritte. Attraverso i passaggi di questa guida, vi indicherò come cucinare le alette di pollo.

26

Occorrente

  • Alette di pollo
  • Uova
  • Pangrattato
  • Sale e pepe
  • Prezzemolo
  • Olio di semi
36

Mescolare tutti gli ingredienti insieme

Uno dei metodi più sfiziosi per preparare le alette di pollo è senza dubbio quello di friggerle. Per questa modalità, dovrete impanare le alette di pollo con uova, farina e pangrattato. Anzitutto, privatele delle piume se sono ancora presenti, lavatele in abbondante acqua corrente e, infine, tamponatele per bene utilizzando della carta da cucina, in maniera tale da eliminare l'acqua in eccesso. Adesso, in una terrina a parte, versate la farina setacciata, il sale, il pepe, ed prezzemolo tritato, quindi mescolate per bene tutti gli ingredienti. In un'altra ciotola grande sbattete le uova, nelle quali dovrete poi immergere le alette, mentre su un piatto sistemate il pangrattato che vi servirà per la panatura finale.

46

Procedere con la panatura

Una volta predisposti tutti gli ingredienti, procedete con la panatura. Prendete ogni singola aletta e panatela con la miscela di farina e di aromi. Durante quest'operazione, fate in modo che l'intera aletta venga rivestita dalla farina. Dopo aver fatto ciò, immergete le alette nell'uovo sbattuto per qualche minuto e, infine, passatele nel pangrattato per completare la panatura. Successivamente, in una padella, fate scaldare dell'abbondante olio di semi o, meglio ancora, dello specifico olio per fritture, quindi immergete le alette per friggerle.

Continua la lettura
56

Servire le alette di pollo

Non appena saranno dorate, toglietele dall'olio ed adagiatele su un piatto ricoperto di carta assorbente. A questo punto, tamponatele per bene così da eliminare tutto l'olio in eccesso. Per ottenere un migliore effetto "street food" vi consiglio di servire le alette di pollo fritte dentro ad un cono di carta, che potrete creare utilizzando la carta paglia oppure della comune carta da forno. In questo ultimo caso, però, assicuratevi che le alette di pollo abbiano già eliminato tutto l'olio della frittura in eccesso, in maniera tale da non sporcarvi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

7 modi per cucinare il pollo

Tra le carni bianche più consumate al mondo il pollo occupa certamente il primo posto. Questo perché questo volatile è adatto a qualsiasi ambiente, vive sia al chiuso che all'aperto, mangia praticamente tutto e si riproduce velocemente, tutte qualità...
Carne

10 ricette per cucinare il petto di pollo

Il petto di pollo rappresenta un alimento sano, particolarmente leggero, magro e ricco di proprietà nutritive. Fa parte delle carni bianche, decisamente più salutari di quelle rosse. Il petto di pollo è anche estremamente versatile; non a caso esistono...
Carne

Come cucinare il pollo alla panna

La carne di pollo si presta per la preparazione di tantissime ricette. Grazie al prezzo relativamente basso e al suo gusto delicato, ne fanno una delle carni più consumate al mondo. Oltre al classico pollo arrosto, alla cacciatora o fritto, possiamo...
Carne

Come cucinare il pollo con crema ai carciofi

Preparare un buon piatto senza sforzi eccessivi è il desiderio di chiunque si cimenti in cucina. Non sempre, però, siamo capaci di creare dei pasti gustosi e semplici allo stesso tempo. Dopotutto per ottenere qualcosa di davvero buono è necessaria...
Carne

Come cucinare il pollo con crema di noci

Cucinare è forse una delle attività più importanti che si svolgono durante il giorno, perché ci consente di creare piatti squisiti e prelibati che ci sazieranno e daranno il giusto apporto calorico per proseguire il resto della giornata e dare energia...
Carne

Come aromatizzare il pollo

Il pollo è un animale la cui carne difficilmente manca dalle nostre tavole, viste le molteplici parti di questo animale e le infinità di ricette disponibili la carne di pollo è uno degli alimenti più consumati dagli italiani. C'è però da dire che...
Carne

Come fare il pollo al latte

Il pollo al latte è una ricetta semplice e leggera, un'alternativa per non cucinare le solite fettine di petto di pollo. Queste infatti, se non vengono arricchite con altri ingredienti, rischiano di diventare troppo secche, stoppose e poco gradite. In...
Carne

Come friggere il pollo

Il pollo è una pietanza che si presta alla realizzazione di molti piatti deliziosi e squisiti. Inoltre, appartiene alla famiglia delle carni bianche consigliate in regime dietetico, per un'alimentazione sana ed equilibrata. Nei passi di questa guida,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.