Come cucinare le crespelle alla rucola

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come cucinare le crespelle alla rucola
18

Introduzione

Le crespelle sono un alimento assai versatile, che si presta a infinite combinazioni culinarie, dal dolce al salato, ma soprattutto rappresentano un piatto facile da cucinare. Possiamo infatti impiegarle come antipasto, primo leggero o secondo gustoso e farcirle con gli ingredienti piú disparati, per compiacere il palato di tutti. Se siete alla ricerca di una versione originale, dai sapori semplici e decisi e che sappia soddisfare anche i commensali piú esigenti, la ricetta che segue fa al caso vostro: impareremo a fare le crespelle alla rucola.

28

Occorrente

  • Le quantitá rendono per 4 porzioni. Per preparare le crespelle occorrono: 2 uova, 200 grammi di farina 00, 250 ml di latte, un pizzico di sale
  • Per il ripieno: 150 grammi di speck, 40 grammi di rucola e 250 grammi di fontina (o crescenza o altro formaggio morbido). Olio q.b. per ungere il fondo della padella
  • Per la gratinatura: 20 grammi di burro e 50 grammi di parmigiano grattugiato
38

Preparazione crespelle

Dedichiamoci innanzitutto alla preparazione delle crespelle. Setacciate la farina in una ciotola ed aggiungete un pizzico di sale. In una scodella a parte sbattete le uova eppoi versatele al centro della farina. Cominciate ad amalgamare il tutto con una frusta, a mano o elettrica, o con una forchetta. Aggiungete pian piano il latte, sbattendo bene e cercando di evitare grumi. Se dovessero malauguratamente formarsi, passate l'impasto attraverso un colino.

48

La pastella

Il risultato finale deve essere una pastella liscia e vellutata, molto morbida, non troppo liquida, ma che coli con una certa consistenza dal cucchiaio. Qualora dovesse sembrarvi troppo compatta (fattore che dipende dalla grandezza delle uova), potete aggiungere altro latte o anche acqua, che le rende più leggere. Riponete quindi l'impasto nel frigorifero e lasciatelo riposare, coperto con pellicola trasparente, per una mezz'oretta.

Continua la lettura
58

Il riposo del preparato

Trascorso il tempo di riposo, prelevate la ciotola dal frigo, mescolate ancora un po' ed ungete leggermente una padella antiaderente. Un sistema semplice ma efficace per ungerla in modo perfetto è quello di usare mezza mela infilata in una forchetta e passata in una tazza contenente l'olio. Strofinate la mela uniformemente sul fondo della padella ed otterrete un'oliatura non eccessiva ed omogenea. Adagiate quindi la padella sul fornello, accendete la fiamma a fuoco medio, fatela riscaldate qualche secondo e versatevi un mestolo di composto. Con un movimento circolare del polso distribuitelo in modo da ricoprire tutto il fondo della padella, tenendo presente che più sottile riuscirete a fare la crespella, tanto più sarà gustosa.

68

La pastola

Dopo un minuto circa, aiutandovi con una spatola in silicone, girate la crespella e fatela cuocere dall'altro lato per un altro minuto. Deve risultare dorata, ma non eccessivamente scura né bruciacchiata lungo i bordi. Prelevatela dalla padella, adagiatela su un piatto e proseguite alla stessa maniera fino a terminare il composto. Le crespelle, una volta pronte, possono essere conservate in frigo anche fino al giorno dopo.

78

Il risultato

Quando tutte le crespelle sono pronte e tiepide, potete farcirle: stendete su ciascuna una manciata di formaggio tagliato a tocchetti, 2 fettine di speck, qualche fogliolina di rucola e richiudete. Per quanto riguarda la forma, potete tranquillamente sbizzarrirvi: una volta farcite le crêpes si possono arrotolare, ripiegare a ventaglio, piegare a metà e poi ancora a metà o anche arrotolare e tagliare a rondelle. Qualsiasi forma decidiate, sistematele in una teglia, cospargetele con fiocchetti di burro e parmigiano grattugiato e gratinate in forno preriscaldato a 180° per 8-10 minuti. Gustatele calde: saporite, profumate e salutari. Buon appetito!

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Una preparazione alternativa alla farcitura consiste nel tritare finemente la rucola ed unirla all'impasto, appena prima di passarlo in padella. In questo modo, la pastella assume un bel colore variegato e la crespella avrá il profumo ed il sapore caratteristico della rucola.
  • Se invece preferite assaporare la consistenza della rucola nel ripieno, provate a farcire le crêpes con rucola e gamberi saltati in padella ed aggiungere a crudo pomodorini, mozzarella e mais.
  • Se avete un minimo di dimestichezza con la consistenza che deve avere la pastella, può essere utile sapere che un modo semplice per preparare l'impasto senza ricorrere alla bilancia, è quello di usare per ogni tazza di farina, 1 tazza di latte e 2 uova (più il pizzico di sale).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare le crespelle con fagiolini e pancetta

Se amate le crespelle sia nella versione dolce che salata, questa ricetta fa al caso vostro. Le crespelle con fagiolini e pancetta sono ottime da proporre in tavola come antipasto o come secondo piatto, da abbinare a un contorno di verdure miste. Le crespelle...
Antipasti

Come preparare le crespelle con prosciutto e spinaci

Per pranzo stupisci i tuoi ospiti con queste originali crespelle farcite con prosciutto e spinaci, condite con salsa di pomodoro, arricchite da una spolverata parmigiano che fornisce al piatto un gusto particolarmente invitante. Questo piatto è un po’...
Antipasti

Ricetta: crespelle alla napoletana

Nella seguente ricetta: crespelle alla napoletana, vi troviamo tutte le vitamine e l'energia prodotta dal sole, nelle melanzane, nei pomodori nelle le proteine delle uova e nella mozzarella di bufala. Pochi semplici passi per ottenere un piatto che soddisfa...
Antipasti

Come preparare le crespelle alla trevisana

Le crespelle alla trevisana sono un goloso antipasto da servire in tavola ben caldo durante una cena organizzata in famiglia o fra amici. Possono essere proposte anche come secondo piatto assieme a un ricco contorno di verdure fresche oppure cucinate...
Antipasti

Ricetta: crespelle con ricotta e pistacchi

Se abbiamo invitato degli ospiti di riguardo, è importante preparare una ricetta gustosa e soprattutto raffinata da poterli sorprendere, e nel contempo dimostrare le nostre abilità culinarie. Nello specifico si tratta di preparare delle crespelle farcite...
Antipasti

Ricetta: dischetti di piadina con salmone, rucola e grana

La piadina è un capolavoro della gastronomia romagnola che possiamo apprezzare in numerose varianti. Si tratta principalmente di un disco molto sottile che si compone di farina di grano o kamut, lievito e acqua. Ogni versione di questo sfizioso alimento...
Antipasti

Come preparare le crespelle alla crema di avocado

Se desiderate preparare un antipasto originale o servire degli stuzzichini un po' fuori dal comune, le crespelle alla crema di avocado fanno proprio al caso vostro. Si tratta di un piatto che richiede un po’ di tempo per essere portato a termine, ma...
Antipasti

Ricetta: insalata di rucola, timo, mango e pomodorino

Stai cercando un’insalata diversa dal solito? Questa può essere l’alternativa che fa per te! Vediamo insieme la ricetta per una gustosa insalata di rucola, mango, timo e pomodorino. Il mango è un frutto tropicale dalla polpa soda e dolce, ricco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.