Come cucinare le lumache

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In moltissimi paesi del mondo ma anche in Italia, si usa moltissimo mangiare le lumache. Anche se a molti potrebbe fare impressione avere una lumaca un po' viscida in bocca, in realtà, le lumache possono essere davvero gustose si cucinate nel modo giusto e possono anche diventare un piatto raffinato e gustoso da portare in tavola in svariate occasioni. Per chi vuole cimentarsi in questa nuova avventura cucinando delle gustosissime lumache, è importante capire bene come cucinare questo particolare piatto nella maniera giusta. Se volete scoprire la ricetta esatta per cucinare al meglio le lumache, continuate a leggere di seguito.

27

Occorrente

  • Lumache, foglie di alloro, prezzemolo fresco, aceto, farina di mais, brodo vegetale.
37

Pulire bene le lumache

Molti sono i metodi per cucinare le lumache e sono anche moltissimi metodi per poter le gustare al meglio. Spesso per mangiare le lumache, è necessario creare un piccolo foro con uno stuzzicadenti e succhiare direttamente la lumaca dal guscio. Questo è un metodo un po' popolare di mangiare le lumache, ma risulta uno dei più indicati per gustarle al meglio. Per cucinare le lumache è necessario sempre purgarle per bene per eliminare le tracce di terra contenute all'interno del loro guscio. Per iniziare a pulire le lumache, dovrete procurarvi una pentola con un cestello per la cottura al vapore e posizionare le lumache all'interno di questa pentola.

47

Raffreddare le lumache scolandole sotto l'acqua corrente

Lasciate bollire l'acqua e lasciate cuocere le lumache a vapore per almeno un'ora. È sempre consigliato aggiungere qualche foglia aromatica per dare ancora più sapore e profumo alle lumache come ad esempio qualche foglia di alloro o di albero di limone. Le lumache durante la cottura emetteranno un odore non proprio gradevole, quindi è sempre meglio utilizzare queste foglie per ridurre l'odore intenso. Una volta che le lumache saranno cotte, raffreddatele scolandole sotto l'acqua corrente. In questo modo, potrete eliminare tutte le tracce di terra presenti all'interno delle lumache.

Continua la lettura
57

Preparare un piatto con della farina di mais macinata grossa

Terminata la pulizia delle lumache e la loro prima cottura, dovrete anche continuare la procedura preparando un piatto con della farina di mais macinata grossa e una ciotola colma di aceto di vino. Con uno stuzzicadenti di metallo, estraete la lumaca dal guscio ed eliminate la parte dell'intestino che è poco gradevole per il palato. Bollite le lumache all'interno di una pentola con l'aceto, scolatele e infarinatele all'interno del piatto colmo di farina di mais. La farina servirà ed eliminare le tracce di sporco dalla lumaca e la consistenza viscida. Sciacquate nuovamente le lumache sotto l'acqua corrente, asciugatele per bene e cuocete all'interno di una pentola colma di brodo vegetale fatto in casa. Servitele in un piatto colmo di purè e di prezzemolo fresco grattugiato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate sempre di spurgare benissimo le lumache.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come cucinare il riso pilaf con pollo al curry

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di cucina. Nello specifico, proveremo a cucinare del riso. Come avrete potuto già comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come cucinare il riso...
Cucina Etnica

Come cucinare il pollo alle spezie

La carne di pollo, meno grassa delle carni rosse, è consigliata per un consumo settimanale moderato ma necessario per la buona salute dell'organismo. Purtroppo però non tutti amano la carne di pollo, perché può risultare un po' insapore e anche stoppacciosa,...
Cucina Etnica

Come cucinare con il wok

Avere una buona batteria in cucina agevola notevolmente il nostro lavoro. Tra i tanti pezzi riposti in bella vista sugli scaffali possiamo notare il wok, una pentola/padella che è entrata prepotentemente tra gli oggetti indispensabili nella cottura dei...
Cucina Etnica

Come cucinare la quinoa e grano con spinaci e funghi

In questa nuova ricetta, vogliamo cercare di proporre il modo per utilizzare in cucina degli alimenti che siano sani ed anche molto utili, per il benessere del nostro organismo. Nello specifico cercheremo di imparare insieme, come poter cucinare la quinoa...
Cucina Etnica

Come cucinare la quinoa

La Quinoa è un vegetale proveniente dall'America meridionale. Viene erroneamente considerata un cereale, a causa del suo elevato contenuto di amido, mentre in realtà essa è indicata per i celiaci, poiché non contenente glutine. Oltre a ciò, presenta...
Cucina Etnica

Come cucinare il Pane Arabo

Il pane è uno degli alimenti più apprezzati in tutto il mondo, non solo è un ottimo accompagno per ogni tipo di pasto, ma anche per creare deliziosi panini con cui fare sfamarsi nei momenti di fame. Ogni paese ha il suo tipo di pane, tipico del proprio...
Cucina Etnica

Come cucinare il cous cous

Anche se la nostra cucina è ricca di ricette e piatti davvero gustosi, con il tempo abbiamo imparato anche a conoscere e portare sulle nostre tavole molte ricette provenienti da altri paesi, soprattutto dall'oriente e dall'africa, rendendo così di fatto...
Cucina Etnica

Come cucinare le alghe kelp

Questo tipo di alga, chiamata anche Kombu, racchiude in sé non solo un ottimo sapore, ma anche molte proprietà nutritive e salutari, per il benessere del nostro organismo. Occorre sapere e ricordare che le alghe kelp sono delle alghe che crescono nell’Atlantico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.