Come cucinare le tutres di ricotta e spinaci

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molte persone forse non conoscono le "tutres", ovvero dei fagottini che vengono in genere farciti con patate oppure con ricotta e spinaci. Si tratta nello specifico di una ricetta ladina, ovvero originaria della zona del Tirolo che le donne preparavano generalmente nei giorni di festa. In questa guida vediamo dunque, come procedere per cucinare le tutres ricotta e spinaci.

25

Occorrente

  • Farina di segale 300 gr.
  • Farina di frumento 300 gr.
  • Burro 100 gr
  • Sale, pepe e noce moscata
  • Olio di semi o strutto
  • Ricotta 300 gr
  • Spinaci 300 gr
  • Cipolle 150 gr.
35

La prima operazione da fare, è dunque di preparare un tradizionale impasto a base di acqua e farina (mista con segale e frumento), lievito di birra, uova, burro e sale dopodiché gli diamo la forma del pane, e poi lo facciamo riposare per almeno un paio d’ore in un luogo asciutto, per favorirne la lievitazione naturale. Nel frattempo, ci dedichiamo alla farcitura.

45

Per ottenere dunque il tradizionale ripieno, prendiamo la ricotta che mescoliamo in una zuppiera di terracotta con degli spinaci, in precedenza lessati e diventati morbidi. Una volta preparato un composto omogeneo per fare il ripieno delle tutres, aggiungiamo delle cipolle finemente tritate con la mezza luna, il sale ed eventualmente se lo gradiamo anche del pepe e della noce moscata. A questo punto, possiamo ritornare sull’impasto, e il panetto lo stendiamo sul tavolo con un ripiano di legno o di marmo, facendolo diventare un rotolo. Successivamente con una tazzina da caffè più o meno di un diametro di 5 centimetri, ne ricaviamo tanti dischetti che poi con i polpastrelli delle dita li modelliamo, stendendoli e quindi assottigliandoli, fino a fargli raggiungere un diametro pari più o meno al piattino della stessa tazzina da caffè, quindi intorno ai 10 centimetri. A questo punto, non ci resta che prendere con un cucchiaio il composto a base di ricotta e spinaci, e posizionarlo giusto al centro di ogni dischetto, per poi sovrapporne una altro come chiusura.

Continua la lettura
55

Adesso per farli aderire tra loro, possiamo schiacciarli su tutto il perimetro con i polpastrelli delle dita, oppure con l’apposita rotella per tagliare la pasta fresca che usata di taglio serve proprio per questo scopo, regalando nel contempo anche una raffinata dentellatura. A questo punto, non ci resta che mettere sul fuoco una padella e far friggere le trutes che vanno poi servite calde, ed accompagnate eventualmente come vuole la tradizione ladina, con una zuppa a base di cereali come ad esempio l’orzo. A margine è doveroso sottolineare che la frittura, le popolazioni tirolesi amano farla con lo strutto, ma anche i tradizionali oli di semi sono adatti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: torta di spinaci e ricotta in crosta di patate

Con l'arrivo della bella stagione si è sempre più propense a preparare un piatto unico, in modo da trascorrere il minor tempo possibile davanti ai fornelli. In questa guida, voglio illustrarvi la ricetta della torta di spinaci e ricotta in crosta di...
Antipasti

Ricetta: melanzane con crema di ricotta e spinaci

Durante la bella stagione, nei giorni più caldi, potremmo avere voglia di qualche piatto freddo. Cucinare a lungo e stare ai fornelli non è certo un'idea allettante. Fortunatamente esistono ottime ricette che potremmo preparare, anche con largo anticipo....
Antipasti

Come fare le polpette di spinaci e ricotta

Tra i grandi classici intramontabili della cucina italiana, e soprattutto dei pranzi domenicali, le polpette meritano un posto d'onore. Golose e ricche di gusto, sono un secondo piatto sfizioso e apprezzato da tutti. Anche se la ricetta originale vuole...
Antipasti

Come preparare le polpette croccanti di ricotta e spinaci

Le polpette che andremo a preparare sono davvero deliziose. Questa ricetta riprende un po' quella che era di mia nonna ai tempi della guerra, con ingredienti semplici quali ricotta e spinaci, ma ho pensato che sarebbe stato divertente provarli. Ho aggiunto...
Antipasti

Rustico con ricotta e spinaci

Quando si hanno ospiti a casa per cena, o quando si è alla ricerca di un comodo piatto unico da gustare a pranzo, un rustico è un vero e proprio salva vita. Può ricordare una torta salata. Ma il nostro rustico diventa unico grazie alle diverse consistenze...
Antipasti

Ricetta: strudel di ricotta, spinaci e speack

Quando si vuole preparare un piatto sfizioso che riesca ad accontentare tutti i commensali non c'è niente di meglio che preparare un ottimo strudel di ricotta,spinaci e speack. Si tratta di una ricetta piuttosto facile da preparare e che non richiede...
Antipasti

5 metodi per cucinare gli spinaci

Gli spinaci sono un ortaggio molto diffuso nella cultura gastronomica italiana. Essi crescono a caratteristici ciuffetti in territori a composizione sabbiosa. Le foglie di colore verde e dalla consistenza carnosa contengono un consistente quantitativo...
Antipasti

Ricetta: Frittata al forno con spinaci e ricotta

L'estate è tempo di cene fredde per serate informali tra amici. Che siano vecchie rimpatriate o cene in spiaggia la parola d'ordine deve sempre essere praticità. Quindi se cercate una ricetta veloce, facile e gustosa, che si possa preparare con anticipo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.