Come cucinare un arrosto in modo salutare

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'arrosto è un piatto molto amato nelle nostre tavole. Per prepararlo in modo salutare, occorre sfruttare un metodo di cottura molto semplice, che si serve delle proprietà delle erbe aromatiche. Vediamo, quindi, come cucinare un arrosto in modo salutare, così da poterne godere appieno del suo gusto molto succulento.

27

Occorrente

  • Pezzo di carne rossa
  • Timo
  • Rosmarino
  • Origano
  • Erba cipollina
  • Dragoncello
  • Spago da cucina
37

Per cucinare un arrosto in modo salutare la carne va prima di tutto fatta rosolare a fuoco vivo per otto minuti circa alla griglia o in padella. Quindi passata in forno preriscaldato a centottanta gradi per circa trenta minuti. Prima però di collocare l'arrosto in padella, lo si deve avvolgere con delle fette di prosciutto crudo o speck. Quindi si continua con le diverse erbe aromatiche e lo si deve legare. Prima di tagliarlo e servirlo, l'arrosto comunque deve sempre riposare. Per tagliarlo occorre sempre il giusto taglio e soprattutto il giusto coltello.

47

Lo scopo principale della cottura per coagulazione è quello di formare una crosta esterna per mezzo del calore. Quest'ultima sigilla la carne, e quindi ne impedisce la fuoriuscita di tutte le sostanze nutritive. Chiaramente la cottura a fuoco moderato deve continuare, così che il calore possa cuocere l'interno dell'arrosto. La scelta dello strumento dove cuocere la carne è fondamentale. Poiché se troppo piccolo, formerà dell'umidità, e il risultato finale si avvicinerà più ad uno stufato. Viceversa, qualora fosse troppo grande, il condimento ai lati dell'arrosto tenderà a bruciarsi. Inoltre anche la temperatura della cottura è importante, infatti la carne non dovrà bruciare, ma rosolare lentamente.

Continua la lettura
57

Volendo si potranno anche aggiungere delle cipolle. Quindi bagniamo con il vino e poi lasciamolo evaporare. Normalmente la scelta del vino è molto semplice. Ossia vino bianco per carni bianche e vino rosso per carni rosse. Ma ad ogni modo non è una regola fissa. Quindi si lascia cuocere l'arrosto bagnando con il suo stesso sugo. Oppure aggiungiamo brodo bollente se ce ne fosse bisogno. Per capire se l'arrosto ha raggiunto il giusto grado di cottura, lo si deve punzecchiare con un forchettone. Se dopo questa operazione dall'arrosto fuori esce del liquido rosa, allora si deve ancora attendere qualche minuto. Mentre se fuori esce del liquido chiaro, vuol dire che possiamo fermare la cottura, poiché già pronto. L'arrosto, dunque, lo si deve lasciar riposare per venti minuti circa prima di servirlo a tavola. Così da permettere ai succhi di insaporire uniformante tutto l'interno della carne.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Sarebbe opportuno evitare una cottura eccessiva, che asciughi in maniera eccessiva l'arrosto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 errori da non fare con l'arrosto

Uno dei secondi piatti tipici soprattutto della cucina del nord è l'arrosto. Le ricette variano in base alla regione ma l'importante è scegliere la carne giusta. Il vostro macellaio di fiducia sa sicuramente cosa consigliarvi per cui non esitate a fare...
Consigli di Cucina

5 consigli sulla scelta della carne per arrosto

In questo articolo vedremo 5 consigli per un arrosto perfetto, che andranno dalla scelta della carne migliore ad altre piccole accortezze che ci permetteranno di preparare un arrosto prelibato e apprezzato da tutti! Inutile dire che la materia prima gioca...
Consigli di Cucina

Cucinare le verdure: 5 errori da non fare

Le verdure sono un alimento fondamentale per la nostra dieta: forniscono importantissime vitamine, fibre e sali minerale senza cui l'organismo farebbe davvero fatica a lavorare correttamente. Esistono moltissime tipologie di ortaggi e verdure, ognuna...
Consigli di Cucina

Come cucinare la zucca gialla

È ricca di ferro, vitamine e sali minerali, la protagonista di questa guida è certamente la zucca gialla. Nel dettaglio qui di seguito vi sarà spiegato essenzialmente come cucinarla in modo semplice e salutare. Si tratta di una serie di ricette che,...
Consigli di Cucina

Come cucinare i broccoli al vapore

Un'alimentazione, per essere considerata sana ed equilibrata, necessita senza dubbio di frutta e verdura. I vegetali sono importantissimi per l'organismo, poiché rappresentano dei veri e propri "serbatoi" di vitamine e minerali. Spesso, però, si tende...
Consigli di Cucina

5 modi alternativi di cucinare il pollo

Se si vuole preparare un secondo buono e sfizioso, a base di carne bianca, quindi più leggera e meno dannosa per l'organismo umano, rispetto alla più comune carne rossa, non c'è niente di meglio di un bel piatto a base di pollo. Quest'ultimo infatti,...
Consigli di Cucina

5 segreti per cucinare con il vino

Il vino non accompagna solamente i piatti una volta arrivati a tavola, ma in molte ricette diventa un ingrediente a tutti gli effetti. Per questo motivo bisogna prestare particolare attenzione alla scelta del vino giusto e a come utilizzarlo per cucinare...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le taccole

Sperimentare in cucina è un modo per variare sempre i menù. Per poi, far contenti sempre tutti. Per riuscire a fare questo, bisogna portare in tavola novità. Preparando dei piatti che contengono alimenti sani e nutrienti. Le verdure e il legumi sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.