Come cucinare un quindim brasiliano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

"Quindim" è una parola di origine africana ma il quindim brasiliano è, molto probabilmente, la rivisitazione di un dolce tipico portoghese a base di mandorle e uova. Nella sua versione carioca, molto popolare nella parte settentrionale del paese, vengono esaltati i profumi e il sapore del cocco e del lime. Questo dolce si presenta come un flan dal cuore morbidissimo, a base di latte di cocco e lime. Vediamo quindi di cosa abbiamo bisogno e come procedere per la preparazione di questo dolce particolare che, pur necessitando di una lunga cottura in forno, va gustato freddo. Allora, pronte a cucinare?

26

Occorrente

  • ingredienti per 10 quindim
  • latte condensato 450 grammi
  • latte di cocco 50 ml
  • succo di lime 45 ml
  • farina di cocco 150 grammi
  • 6 tuorli d'ovo
  • 10 stampini o pirottini
  • burro e zucchero per gli stampini
36

Preparazione dei quindim

Mettete la farina di cocco in una capiente ciotola ed aggiungete il succo di lime. Unite poi il latte condensato ed iniziate a mescolare delicatamente con una spatola per amalgamare bene gli ingredienti. Dividete gli albumi dai tuorli, aggiungendo questi ultimi al composto insieme al latte di cocco, continuando a mescolare delicatamente per amalgamare bene il tutto. Coprite la ciotola con della pellicola e lasciate riposare per 15 minuti.

46

Pronte per il forno

Nel frattempo imburrate gli stampini e spolverizzateli all'interno con lo zucchero, meglio se di canna. Preriscaldate il forno a 140 gradi. Versate il composto ottenuto negli stampini fino a circa un terzo della loro capienza. I quindim tendono leggermente a gonfiarsi durante la cottura, quindi meglio essere prudenti. Preparate a questo punto la teglia per la cottura in forno a bagnomaria.

Continua la lettura
56

Cottura dei quindim a bagnomaria

Mettete gli stampini in una teglia aggiungendo in essa tanta acqua fino ad arrivare a un terzo dell'altezza dei pirottini. Ponete quindi il tutto in forno per circa 40 minuti. A cottura ultimata attendete che i dolcetti si raffreddino e sformateli su un piatto. I quindim brasiliani sono a questo punto pronti per essere gustati.

66

Un tocco in più

Come si dice, anche l'occhio vuole la sua parte. Quindi, una volta sformati i quindim, spolverateli con cocco disidratato o zucchero di canna, aggiungendo al centro della superficie del dolce una piccola fettina di lime. Presentateli in tavola su piattini singoli dai colori carioca, oppure su un vassoio ricoperto di piccoli sottotorta della misura dei dolcetti. Per aggiungere un tocco ancora più brasiliano, possiamo accompagnare i dolci con un bel bicchiere di batida di cocco. Ci basterà unire, per 5 persone, un cucchiaio di zucchero di canna a 5 bicchieri di latte di cocco e 5 bicchierini di rhum. Shakeriamo il tutto con 10 cubetti di ghiaccio e il nostro aperitivo dolce brasiliano è pronto! Vedrete che i vostri ospiti rimarranno estasiati e sono sicura che i quindim diventeranno uno dei vostri dolci preferiti!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare un menù brasiliano

La cucina brasiliana è piuttosto particolare e si differenzia rispetto a quella europea. Al contrario di quanto, erroneamente, si possa pensare, essa non ha nulla in comune con la tradizione culinaria spagnola. Gli elementi che le fanno da sfondo sono...
Cucina Etnica

Come cucinare il kebab di tacchino

In questa guida vi spiegherò brevemente come cucinare il Kebab di tacchino. Il Kebab è un cibi prettamente tipico della Turchia. Ultimamente però sempre più spesso i Turchi vengono in Italia ad aprire dei ristoranti in cui preparano dei Kebab con...
Cucina Etnica

Come cucinare le lumache

In moltissimi paesi del mondo ma anche in Italia, si usa moltissimo mangiare le lumache. Anche se a molti potrebbe fare impressione avere una lumaca un po' viscida in bocca, in realtà, le lumache possono essere davvero gustose si cucinate nel modo giusto...
Cucina Etnica

Come cucinare il riso pilaf con pollo al curry

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di cucina. Nello specifico, proveremo a cucinare del riso. Come avrete potuto già comprendere attraverso la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come cucinare il riso...
Cucina Etnica

Come cucinare il pollo alle spezie

La carne di pollo, meno grassa delle carni rosse, è consigliata per un consumo settimanale moderato ma necessario per la buona salute dell'organismo. Purtroppo però non tutti amano la carne di pollo, perché può risultare un po' insapore e anche stoppacciosa,...
Cucina Etnica

Come cucinare con il wok

Avere una buona batteria in cucina agevola notevolmente il nostro lavoro. Tra i tanti pezzi riposti in bella vista sugli scaffali possiamo notare il wok, una pentola/padella che è entrata prepotentemente tra gli oggetti indispensabili nella cottura dei...
Cucina Etnica

Come cucinare la quinoa e grano con spinaci e funghi

In questa nuova ricetta, vogliamo cercare di proporre il modo per utilizzare in cucina degli alimenti che siano sani ed anche molto utili, per il benessere del nostro organismo. Nello specifico cercheremo di imparare insieme, come poter cucinare la quinoa...
Cucina Etnica

Come cucinare la quinoa

La Quinoa è un vegetale proveniente dall'America meridionale. Viene erroneamente considerata un cereale, a causa del suo elevato contenuto di amido, mentre in realtà essa è indicata per i celiaci, poiché non contenente glutine. Oltre a ciò, presenta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.