Come cuocere il cavolfiore al microonde

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il cavolfiore è un ortaggio di origine europea, prodotto in grandi quantità nel nostro Paese, del quale esistono due varianti che si differenziano per il colore: il cavolo bianco e quello verde. In cucina, tale ortaggio si presta bene alla bollitura, alla cottura al vapore, a quella in forno e a quella in microonde. Tuttavia, in quest'ultimo caso, non sempre si conosce la giusta procedura da seguire per assicurarsi la completa riuscita di un piatto. Nella guida che vi proponiamo oggi, vedremo proprio come cuocere il cavolfiore mediante il microonde e scopriremo che, seguendo la stessa tecnica, possono essere cotte tutte le verdure ricche d'acqua.

27

Occorrente

  • Ciotola o pirofila in vetro adatta alla cottura in microonde
  • Acqua
  • Coperchio o pellicola per alimenti
37

Pulire l'ortaggio

È necessario partire da una corretta ed attenta pulizia dell'ortaggio: iniziate togliendo le foglie esterne, poiché troppo dure e quasi certamente consunte. Tramite l'ausilio di un coltello affilato, recidete il gambo e tagliate le infiorescenze in pezzi. Questi ultimi possono avere qualsiasi dimensione, l'importante è che li laviate sotto abbondante acqua fresca, meglio ancora se li lasciate sotto il getto di acqua corrente per qualche minuto.

47

Selezionare la pirofila ed aggiungere l'acqua

Quando il cavolfiore sarà pulito a dovere, dovrete disporlo all'interno di una pirofila (o una ciotola), preferibilmente in vetro. È importante che vi assicuriate che il contenitore sia compatibile con la cottura in microonde e che sia trasparente, così da poter sbirciare attraverso il vetro dell'elettrodomestico di tanto in tanto. Versate sul cavolo una modesta quantità d'acqua (100 ml ogni 100 gr) e richiudete la vostra pirofila con della pellicola per alimenti o con un coperchio adatto allo scopo.

Continua la lettura
57

Impostare il programma di scongelamento e cottura

Solitamente, come per le altre verdure, bisogna cuocere il cavolfiore ad una potenza tra i 500 ed i 1000 Watt per 15 minuti circa (nel caso di prodotto congelato, contate un paio di minuti in più, che investirete nel programma defrost). La riuscita di tale cottura dipende da numerosi fattori, in primis la resa dello stesso elettrodomestico. Quando ciò è possibile, è bene cuocere l'ortaggio dopo averlo ridotto in pezzi; se invece lo si volesse cucinare intero, allora va prima capovolto.

67

Completare con eventuale rosolatura in padella

Trascorso il dovuto intervallo di tempo, il cavolfiore sarà cotto a puntino e, magia delle magie, in casa non si spanderà alcun cattivo odore! Il prodotto può ben dirsi lessato e può quindi essere subito consumato dopo aver aggiunto qualche goccia d'olio extravergine d'oliva. Se invece voleste addizionarlo a creme, farciture per carni, salse per primi piatti, dopo averlo cotto in microonde scolatelo a dovere e lasciatelo rosolare in padella per qualche minuto assieme ad un filo d'olio e ad uno spicchio d'aglio.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare lo sformato di cavolfiore

Cosa c'è di meglio che preparare con le proprie mani, una buonissima cenetta, magari a lume di candela? Ecco perché abbiamo pensato bene, di proporre una guida, che dia una vera e propria mani, a capire ed imparare come preparare lo sformato di cavolfiore,...
Antipasti

Uova al prosciutto al microonde

Il bello di cucinare è quello che si possono adorare molti metodi di cottura. Oggi giorno, infatti, grazie ad alcuni elettrodomestici è possibile cuocere gli alimenti più velocemente. Ma soprattutto ottenendo gli stessi risultati come nella cucina...
Antipasti

Come sbollentare il cavolfiore

Il cavolfiore è un ortaggio formato da una grossa infiorescenza costituita da diversi peduncoli. Si può consumare sia cotto che crudo ed è un alimento molto importante per la nostra alimentazione poiché non solo è ricco di sali minerali e vitamine,...
Antipasti

3 antipasti a base di cavolfiore

Il cavolfiore è un alimento molto utilizzato nelle cucine. In molti si limitano a prepararlo stufato, sbollentato o con la pasta. Ma in realtà, il cavolfiore si presta a tante diverse preparazioni, molto più originali. Ecco a voi, 3 antipasti a base...
Antipasti

Cavolfiore con salsiccia e mozzarella al forno

Il cavolfiore è un alimento tipico dell'inverno ed è molto consigliato in varie diete, poiché ha ottime capacità nutritive ed è pieno di elementi che fanno bene alla salute. Tuttavia, soprattutto il cavolfiore bianco ha un sapore molto particolare...
Antipasti

Come fare il cavolfiore alle spezie

Per stupire i nostri commensali con una cena dai sentori etnici, non è necessario esplorare la cucina di terre lontane e misteriose! Ci basterà infatti mescolare un pizzico di fantasia a pochi ingredienti. Il cavolfiore, protagonista di questa ricetta,...
Antipasti

Ricetta: melanzane alla pizzaiola al microonde

Tra i vari ortaggi più buoni da poter cuocere in casa e sfiziosi da inserire in svariate ricette, non possono mancare sicuramente le melanzane. Le melanzane si prestano davvero a migliaia di ricette sfiziose e in commercio ne esistono parecchie varietà,...
Antipasti

Ricetta: polpettine di quinoa con cavolfiore e radicchio

Ecco una nuova ed interessante ricetta, che vogliamo proporre a tutti i nostri lettori, in maniera tale che gli stessi, possano portarla in tavola e servirla ai propri ospiti, in questo periodo estivo, che ci accingiamo a vivere. Nello specifico cercheremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.