Come cuocere l'orzo perlato

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa guida vi spiegherò come cuocere l'orzo perlato. Per chi non lo sapesse è l'orzo che viene trasformato. Proprio rimuovendo la carena e la crusca. Tutto l'orzo deve avere il suo guscio esterno fibroso rimosso. Questo prima che possa venire mangiato e digerito. L'orzo perlato viene poi lucidato per rimuovere lo strato di crusca. È la forma più comune di orzo per il consumo umano, perché cuoce più velocemente. Inoltre, si trova in forma meno gommosa di altre forme meno elaborate del grano. Ad esempio la farina d'orzo si prepara con orzo perlato macinato. L'orzo di perlato è simile al grano nei suoi contenuti calorici, proteici, vitamine e minerali. Anche se alcune varietà sono più alte nella lisina. Viene utilizzato principalmente in zuppe, stufati e primi piatti. Ecco quindi come cuocere l'orzo perlato per preparare delle ricette prelibate.

26

Occorrente

  • Orzo perlato
  • Q.b. acqua
36

Lavate l'orzo

Come abbiamo detto in precedenza l'orzo perlato si presta bene a molte ricette. Prima dell'utilizzo l'orzo perlato si deve lavare accuratamente. Questo si può mettere in ammollo anche la sera precedente (come i legumi). Questo deve avere i buchi piccoli per sciacquarlo. Dopo questo passaggio, potete mettere il cereale a cuocere. Se decidete di usare una pentola a pressione i minuti di cottura si riducono a trenta. Con la cottura standard si può utilizzare l'orzo in insalate o come ripieno di polpette.

46

Realizzate le polpette

Per questa tipologia di preparazioni è possibile cuocere l'orzo perlato come una normale pasta. Ossia in acqua calda o fredda. Quindi poi sarà necessario far raffreddare l'orzo. Quando l'orzo perlato sarà tiepido o freddo consumatelo. Per la preparazione delle polpette, invece, sarà necessario creare il composto di orzo in polpetta. Questo aggiungendo ad esempio della carne tritata o delle verdure a scelta. Quindi comprimete l'orzo per formare una palla di ingredienti. Infine, l'orzo perlato dovrete ripassarlo in padella per 2/5 minuti. La prima cottura per l'orzo perlato riguarda quella quella classica in acqua fredda. L'acqua di cottura si deve trovare almeno al triplo del volume dell'orzo.

Continua la lettura
56

Bollite l'acqua

In questo caso si dovrà semplicemente portare l'acqua di cottura a bollore ed aggiungere una manciata di sale grosso. Una volta che l'acqua avrà raggiunto il bollore si dovrà attendere il tempo. Proprio quello di cottura indicato sulla confezione dell'orzo perlato. Solitamente si tratta di 30/35 minuti e 10/12 minuti per l'orzo perlato precotto. Questo in una pentola dal fondo basso, con olio extravergine d'oliva e il condimento. Poi si può bagnare con abbondante brodo bollente. Quindi bisogna procedere alla cottura che andrà dai quaranta ai cinquanta minuti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non scottate la pasta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Orzotto perlato allo speck e mele

L'orzo è il cereale più antico del mondo, di questo e delle sue proprietà parlava già Ippocrate nei suoi scritti. Anche i ricercatori e i nutrizionisti moderni concordano sui suoi effetti benefici. Sembra iknfatti che l'orzo abbia proprietà anti...
Primi Piatti

Come preparare l'orzo

L'orzo è presente nell'alimentazione umana da diversi millenni: già in epoca preistorica, infatti, diverse popolazioni dell'Asia Minore conoscevano questo cereale e lo impiegavano per preparare diversi piatti, spesso anche sorprendentemente elaborati...
Consigli di Cucina

10 idee per usare l'orzo in cucina

L'orzo è un cereale da usare maggiormente in campo alimentare. Può essere utilizzato in diversi modi, trasformato in farina per realizzare dolci, tostato e macinato per fare il caffè d'orzo, tostato e liofilizzato per preparare velocemente bevande...
Primi Piatti

Come preparare l'insalata di orzo vegan

Una fresca insalata è buona tutto l'anno, sia a pranzo che a cena. Ma un'insalata con verdure estive di stagione è un contorno ancora più buono e salutare. La cucina vegan si indirizza su pietanze solo vegetali. Così come chi la segue imposta anche...
Primi Piatti

Insalata di orzo alla greca

Prima di proporvi la ricetta per preparate l'insalata di orzo alla greca vorrei darvi alcune informazioni/curiosità relative a questa pianta. Appartiene alla famiglia delle graminacee ed è una pianta annuale che a maturazione può raggiungere un altezza...
Primi Piatti

Come preparare l'orzo con fave e cipolle

L'orzo con fave e cipolle è un piatto gustoso, semplice e rapido da preparare. Piace sempre a tutti e può essere proposto in tavola come piatto unico se poi viene fatto seguire magari da un goloso dessert. Per realizzare questa ricetta vi ci vorranno...
Antipasti

Ricetta: insalata di orzo e farro con tonno

Con l'arrivo della stagione estiva aumenta il desiderio di cibi leggeri, sfiziosi e nutrienti ma soprattutto facili da comporre. Se siete stanchi di mangiare la solita insalatina di verdure miste o quella classica di riso, allora seguite questo tutorial...
Primi Piatti

Orzo con piselli e pancetta croccante

Nella cucina italiana si fa largo uso dei cereali e dei suoi derivati. La pasta, celebre in tutto il mondo, è uno di questi prodotti. Della nostra tradizione fanno parte tanti altri cereali, come il riso, che possiamo gustare come valida alternativa....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.