Come cuocere le castagne al microonde

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il castagno, scientificamente noto come ?Castanea sativa?, appartiene a un gruppo costituito da circa nove specie di alberi e arbusti della famiglia delle Fagaceae. Il suo prodotto, la castagna, rappresenta il frutto autunnale per eccellenza. Sebbene il guscio sia molto difficile da rimuovere, le castagne sono commestibili. Tuttavia, è raro mangiarle crude e può anche essere pericoloso per alcuni individui. Le castagne vengono più frequentemente mangiate arrostite, specialmente durante il periodo natalizio. Il frutto arrostito è privo dell'amaro ed è estremamente dolce. Proprio perché si tende a concedersi dolci durante il periodo natalizio e altre festività, le castagne arrostite sono diventate una tradizione per molte famiglie. Ci sono diversi modi per cuocere le castagne: bollite, al forno, in padella e al microonde. Ecco come cuocere le castagne nel microonde.

25

Preparazione delle castagne

Lavare le castagne in acqua fredda per rimuovere lo sporco. Farlo lentamente perché questo passaggio serve anche ad ammorbidire leggermente il guscio. Mettere le castagne, con il lato piatto verso l'alto, su carta assorbente per asciugare. Fare un taglio lungo o una "X" sul lato piatto del castagno con un coltello affilato. Questo permetterà al vapore di fuoriuscire e assicurerà che le castagne non esplodano nel microonde mentre cuociono.

35

Cottura al microonde

Disporre le castagne sul piatto del microonde in un unico strato, non sovrapposte e con il taglio rivolto verso l'altro. Le castagne cuociono molto velocemente nel forno a microonde rispetto ad altri metodi di cottura. È quindi consigliabile iniziare con tempi di cottura brevi e provare se le castagne sono tenere. I tempi di cottura al microonde variano dai 3 ai 5 minuti a 750-800 W. Lasciare che la castagna si raffreddi un po? prima di rimuovere il guscio esterno e la pelle marrone interna, chiamata pellicola. Idealmente, i due strati si staccheranno insieme. Le castagne sono più facili da sbucciare quando sono calde.

Continua la lettura
45

Attenzione alle castagne crude

Alcune persone con gravi problemi intestinali, problemi ai reni, malattie del fegato e donne in gravidanza, dovrebbero evitare di mangiare le castagne crude. Infatti questi frutti contengono alti livelli di acido tannico. L'assunzione di alti livelli di acido tannico può causare irritazione allo stomaco, danni al fegato o ai reni. L'acido tannico è una forma particolare di tannino, un tipo di polifenolo che viene abbattuto con la cottura. Le castagne dovrebbero, infatti, essere cotte completamente per evitare fastidi digestivi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Castagne: come ottenere una perfetta cottura

Le castagne sono un frutto che molti di noi amiamo consumare in questo periodo dell'anno, possono essere cotte in maniere diverse anche rispetto a come dovremo consumarle, se così semplici o se dovremmo usarle in qualche ricetta. Se vi state chiedendo...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare le castagne

La stagione autunnale ci regala splendidi frutti e tra essi ci sono le castagne, che costituiscono un alimento sano, nutriente, completo e bilanciato. In passato venivano chiamate " il pane dei poveri " perché saziavano ed erano facilmente reperibili...
Consigli di Cucina

Castagne: 5 ricette semplici

La stagione autunnale è alle porte e forse si tratta di quella che più amano gli appassionati di cucina. L'autunno infatti porta con sè una quantità di materie prima di eccezionale fattura, che quasi da sole ci invogliano a produrre piatti davvero...
Consigli di Cucina

Ricetta: scialatielli ai funghi,castagne e spek

Non è novità che in ogni regione d'Italia esistono delle ricette, che vengono tramandate da anni. Ognuna di esse ha la sua storia e origine. Spesso vengono fatte con particolari alimenti, che richiedono una certa attenzione. Una delle ricette tipiche...
Consigli di Cucina

Come fare le patate ripiene utilizzando il microonde

Tra le ricette tipicamente autunnali con le quali coccolare e riscaldare il palato, una delle più gustose è senza dubbio quella delle patate ripiene. Le patate ripiene sono un piatto perfetto per l'autunno e l'inverno, da personalizzare con gli ingredienti...
Consigli di Cucina

Come cuocere con il grill del forno

Quando si tratta di cucina non ci sono limiti alla creatività e all'immaginazione. Questi due elementi permisero, nei secoli, di creare tantissime ricette diverse. E non solo: nacquero tanti metodi di cottura, capaci di valorizzare uno stesso alimento...
Consigli di Cucina

5 consigli per scegliere il forno microonde

In cucina, ogni aiuto dalla tecnologia è il benvenuto. In particolar modo per i meno esperti che hanno poco tempo da dedicare ai fornelli. L'arrivo del forno a microonde fu una piccola rivoluzione. Questa tecnologia permette diversi vantaggi. Accorcia...
Consigli di Cucina

Come preparare i pancake al microonde

Non conosco altro modo di definirli se non elencando prima di tutto svariati aggetivi del tipo: deliziosi, gustosi, belli da guardare e famosissimi in tutto il mondo, i pancake, sono un ottimo (a mio avviso strabiliante) modo di far colazione in vero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.