Come disossare un coniglio

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Il coniglio è uno dei protagonisti della cucina italiana ed ogni regione della nostra penisola ha le proprie ricette, soprattutto se si tratta di coniglio ripieno, ma questo tipo di carne per chi cucina è davvero difficile da gestire. Infatti questo animale possiede un'ossatura molto tagliente, similmente alle spine del pesce e dunque diventa difficoltoso da pulire; bisogna usare una tecnica specifica, manipolando poco il coltello ed utilizzando molto le mani. Per imparare come disossare un coniglio basterà quindi seguire delle semplici regole, pressando per togliere le ossa senza rompere la carne.

27

Occorrente

  • coltello grande e appuntito
  • coltellino piccolo e affilato
  • tagliere
  • carta assorbente
  • coniglio
37

Appoggiare il coniglio su un tagliere

Prendiamo come prima cosa il nostro coniglio e appoggiamolo su un tagliere, incidendo con un coltello la pelle che si trova alla base della zampe per poi tirarla via con le mani. Con un colpo deciso di coltello, eliminiamo le zampe e la testa e cominciamo a disossare. Usando un coltellino piccolo e affilato, incidiamo la coscia anteriore sinistra, scalfendo bene intorno all'osso fino a che non riusciremo a staccare tutta la carne, passiamo poi alla coscia destra, sempre incidendo e ripulendo tutto l'osso. Una volta tolte tutte le ossa, ispezioniamo attentamente con le mani, per vedere che non sia rimasto incastrato nella carne qualche piccolo ossicino.

47

Staccare la carne dalle cosce posteriori

Adesso dovremo passare a disossare il costato del coniglio e questa è senz'altro un'operazione più delicata, perché questa zona è piena di ossicini. Utilizziamo sempre il solito coltellino per scalfire la carne che è al di sopra delle costole, ed iniziamo a staccare le ossa con le mani, tirando via piano piano e facendo sempre attenzione a non bucare la carne. Una volta staccato tutto il dorso, ci aiuteremo con il solito coltellino per passare alla parte davanti, intaccando le costole piccole, partendo dalla zona centrale e sollevando fino a toglierle tutte. Ormai non ci resta che passare alle cosce posteriori, agendo esattamente come in precedenza, ossia incidendo e staccando la carne dall'osso, ed evitando di lasciare residui.

Continua la lettura
57

Appiattire il coniglio con il batticarne

Ora che il coniglio è completamente disossato, possiamo finalmente poggiarlo sulla carta assorbente, allargando bene la carne e tagliando dove essa è troppo consistente. Infine appiattiamo il tutto con il batticarne per cercare di renderla uniforme. Infine, ripiegando verso il centro le zampe anteriori e posteriori, possiamo procedere alla ricetta che desideriamo realizzare. Questo metodo per disossare è perfetto per qualunque cottura, sia per quelle che prevedono le farciture con ripieno, dato che è facilmente arrotolabile, sia per le cotture che invece richiedono solo gli aromi: non ci resta che scegliere quello che più ci aggrada!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tenere il coltello facendo leva sulle ossa e mai sulla carne.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Ricetta: rotolo di coniglio ai pistacchi

Decidere cosa preparare e servire ai propri ospiti come seconda portata può diventare un problema spinoso, ed è per questo che oggi veniamo in vostro soccorso con questa deliziosa ricetta: il rotolo di coniglio ai pistacchi. Si tratta di un piatto comunque...
Carne

Come disossare il tacchino intero

Il disossamento di un tacchino intero è più facile di quanto sembri. Il tempo perso per fare tale operazione porta numerosi vantaggi: tempo di cottura più breve, migliore presentazione a tavola e stoccaggio compatto degli avanzi. Infatti, siccome le...
Carne

Stufato di coniglio in agrodolce

Con la carne tenera e bianca, è possibile davvero realizzare dei piatti veramente succulenti e molto speciali, adatti per essere serviti per le grandi occasioni. Con il coniglio ad esempio, è possibile preparare la classica ricetta del coniglio alla...
Carne

Ricetta: coniglio in porchetta

La carne del coniglio ha molte proprietà nutrizionali. Ricca di gusto, contiene soprattutto ferro, potassio e fosforo. Il coniglio, essendo povero di colesterolo, è indicato per coloro che soffrono di ipercolesterolemia. Grazie all'abbondanza di proprietà...
Carne

Ricetta: coniglio alla provenzale in salsa

Il coniglio ha la carne magra, molto gustosa ed anche molto "bianca". Esso è ideale per molte e numerose pietanze, che sono anche intercambiabili con quelle dell'agnello e del pollo. Il coniglio selvatico è molto più saporito rispetto al coniglio che...
Carne

Come cucinare il coniglio alle acciughe

Tra le carni bianche il coniglio è una delle più magre: è facilmente digeribile, contiene poco colesterolo e molte proteine. Con il coniglio è possibile creare numerose ricette, soprattutto dei secondi deliziosi, cuocendolo sia arrosto che in umido,...
Carne

Ricetta: lombata di coniglio farcita alle prugne

La lombata è un taglio di carne corrispondente alla sella (o lombo) di un animale macellato. Ovvero trattasi della sua parte posteriore. Più nota è la lombata del bue o del vitello. Ma anche quella del coniglio possiede le medesime caratteristiche:...
Carne

Ricetta: coniglio agli aromi

La ricetta proposta in questa guida è un secondo piatto di carne di coniglio agli aromi con contorno di patate. È un piatto è leggero e molto semplice da preparare, perfetto da servire ad un pranzo tra amici o con i propri famigliari di domenica. Il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.