Come disporre la frutta sulla crostata

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Disporre la frutta su una torta di Pan di Spagna oppure su una base di pasta frolla è una vera e propria arte: la decorazione perfetta, infatti, serve a soddisfare sia il palato che la vista e tutto ciò stimola il desiderio di assaggiare il dolce. Le tecniche per disporre la frutta fresca sulla classica crostata sono varie, ma personalizzabili: i criteri che generalmente si adottano sono relativi agli abbinamenti cromatici, alle sequenze ritmiche e alle forme geometriche e i migliori risultati estetici si ottengono accostando fino ad un massimo di quattro colori. Le sequenze ritmiche devono procedere secondo schieramenti omogenei, le forme geometriche, invece, si ottengono con il taglio: per un bell'effetto è consigliabile tagliare a spicchi alcuni frutti, come mele, pere e agrumi altri, invece, è preferibile reciderli a metà, come fragole e prugne. Ciò che conta, è rivestire la frutta che decora il dolce con una gelatina che serve a mantenerla fresca, soda e lucida. In questa guida vedremo come disporre la frutta sulla crostata.

26

Occorrente

  • Frutta fresca di stagione
  • Base di pasta frolla o brisée già cotta in forno
  • Ripieno di crema pasticcera, panna o ricotta
  • Gelatina di albicocche o di amido di mais per lucidare
36

Prima di disporre la frutta sulla crostata, è bene scegliere cosa combinare; successivamente bisogna lavare, asciugare e tagliare in pezzi uguali i frutti selezionati, disporli in ciotole separate e irrorarli con del succo di limone per prevenirne l'ossidazione. Con una crostata di forma rotonda si possono creare dei cerchi concentrici, alternando tre diverse sequenze di frutta; con una crostata quadrata o rettangolare, si riproduce il perimetro della base, fino al centro.

46

Riempire il fondo della crostata già cotta con un composto morbido, a scelta tra crema pasticcera, panna o latticino fresco: la frutta è ricca di acido e contrasta amabilmente con le creme. Disporre la frutta tagliata cominciando dal perimetro esterno, comporre una fila regolare per ciascun tipo di frutto: è possibile creare una scala di tonalità cromatiche, dalla più scura alla più chiara; le porzioni più grandi verso l'esterno, quelle più piccole al centro. È importante che ogni schieramento abbia la stessa forma della base di pasta.

Continua la lettura
56

Finito di disporre la frutta sulla crostata, bisogna lucidarla con della gelatina: si può adoperare quella di albicocche già pronta per l'uso oppure una con amido di mais. Per preparare quest'ultima, si versano in un pentolino 200 ml d'acqua, 75 g di zucchero e 10 g di amido, si mescola fino a quando non diventa lucida e densa e si lascia raffreddare; fatto ciò, si stende sulla superficie della frutta con un pennello per pasticceria e si ripone in frigorifero a rapprendere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: crostata di frutta in gelatina di spumante

la crostata è un dolce tipicamente estivo, fresco e soprattutto versatile. La si prepara in poco tempo e la si può farcire con svariati ingredienti. I più gettonati sono il cioccolato e la frutta di stagione, come ad esempio l'ananas, le fragole e...
Dolci

Come guarnire una crostata di frutta

Il mondo della pasticceria, così dolce e variegato, è una fucina di idee golose e piccoli peccati di gola! Anche l'occhio però esige la sua parte, per questo motivo la decorazione di un dolce diventa parte integrante della sua preparazione. Il mondo...
Dolci

Come preparare la crostata con crumble di frutta

La conclusione perfetta al termine del pranzo o della cena in famiglia viene fornita da un gustoso dessert. Esistono numerosi dolci preconfezionati o venduti in pasticceria abbastanza deliziosi. Un buon risultato si può comunque ottenere anche facendoli...
Dolci

Ricetta: crostata alle mandorle e noci

Le crostate, delizia per grandi e piccini, sono squisite torte di pasta frolla conosciute principalmente per il loro ripieno di marmellate, frutta fresca o confettura. Fra le ricette regalateci dalla tradizione alpina d’Italia, c’è però anche la...
Dolci

Come fare una crostata senza cottura

La crostata è un dolce fatto di pasta frolla e guarnita in diversi modi. La classica crostata viene preparata con marmellata, ma comunque buone sono le varianti confezionate alla frutta, alla crema pasticcera, con la crema di ricotta, con la Nutella,...
Dolci

Come preparare la crostata senza glutine

La crostata è uno dei dolci più tipici della pasticceria italiana, e non solo. È preparata con un impasto a base di pasta frolla e poi farcita con crema pasticcera dai diversi gusti, con marmellata o con frutta fresca. È molto apprezzata da tutti,...
Dolci

Ricetta: crostata alla confettura di albicocche

Preparare una crostata da consumare per colazione o merenda non è difficile, basta solo saper preparare una buona pasta frolla e farcirla con quello che preferiamo. La crostata classica è quella che prevede l'uso della confettura di frutta, ma volendo...
Dolci

Ricetta: crostata di fichi con composta alla cannella e miele

Un buon dolce da preparare durante il periodo estivo è quello fatto con della buona frutta fresca: in questo periodo vi sono i fichi, deliziosi e succulenti, con un'ottima concentrazione di zuccheri, adatti proprio per la buona preparazione di un dolce....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.