Come essiccare i semi di zucca

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La conservazione dei semi di zucca è un'operazione piuttosto comune e molto semplice da effettuare, che permette di rinnovare anno dopo anno il ciclo riproduttivo della stessa pianta. Con una sola manciata, inoltre, è possibile ottenere un grande numero di zucche, con le quali preparare numerose ricette, aggiungendo sapore e colore ai piatti e assicurando un apporto di calorie molto basso. La zucca si presta perfettamente sia per preparare dei gustosi primi (zuppe, riso e pasta) che come contorno, oltre a poter essere utilizzata per creare dei dolci sorprendenti. Per poter piantare i semi conservati è necessaria un'operazione preliminare, che consiste nell'essiccarli. Nella presente guida, a tal proposito, verrà indicato come essiccare i semi di zucca.

24

La prima operazione da compiere per essiccare i fiori di zucca consiste nel tagliare la cima della zucca, rimuovendola. Prendere un cucchiaio e raccogliere dei semi, quindi eliminare da questi ultimi eventuali parti di polpa rimaste attaccate ai semi stessi; versarli in un colino e sciacquarli con dell'acqua corrente. A questo punto disporre i semi su di un paio di fogli di carta da cucina, in modo che possano asciugare velocemente. Successivamente, verificare che non siano presenti altri residui di polpa e trasferire i semi sulla superficie di una teglia da forno, conservandola in un luogo fresco e asciutto e controllando lo stato dei semi una volta al giorno, girandoli in ogni occasione. Sarà necessario mantenere i semi in questa posizione per almeno 30 giorni, in modo che possano asciugarsi perfettamente.

34

Quando questo sarà avvenuto, toglierli dal fondo della teglia e metterli all'interno di un sacchetto di carta per conservarli fino al loro utilizzo. Per evitare che si formi della muffa, che costringerebbe a buttare via i semi (perché non averebbero alcuna possibilità di germogliare), disporli sulla teglia lasciando sufficiente spazio tra un seme e l'altro. Chi non ha tempo a sufficienza per essiccare i semi con le modalità indicate finora può provare ad asciugarli nel forno, a temperatura minima, lasciandoli solamente per pochi minuti (saranno sufficienti 3 o 4 minuti). In questo caso bisognerà prestare la massima attenzione perché, nel caso in cui dovessero bruciare, non potrebbero più germogliare.

Continua la lettura
44

Nel caso in cui si possa impiegare un disidratatore, prima di inserire i semi questo dovrà essere regolato al minimo; i semi potranno rimanere al suo interno per almeno 60 minuti. Ad ogni modo il primo metodo, pur essendo più lento, rappresenta la scelta migliore, in quanto risulta sicuramente meno traumatico per i semi. L'essiccatura è ideale se l'intenzione è quella di piantare i semi per ottenere altra zucche; nel caso in cui, invece, la volontà sia quella di mangiare i semi, il consiglio è di arrostirli direttamente, mettendoli in forno e cuocendoli con un pizzico di sale e un filo d'olio per una quindicina di minuti, a bassa temperatura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come preparare i semi di zucca salati

Quando sentiamo la necessità di un momento di pausa dagli impegni quotidiani, perché non concederci uno spuntino stuzzicante e goloso? Per evitare di cedere alla tentazione di snack calorici come le patatine fritte, lasciamoci ispirare da qualcosa di...
Consigli di Cucina

Come essiccare i pomodori in forno

I pomodori di stagione, succosi e sodi, si prestano a numerose preparazioni culinarie. Le grandi quantità, con il tempo, possono guastarsi. Per evitare inutili sprechi, essiccare i pomodori in casa, al sole oppure in forno. Solitamente, si preferiscono...
Consigli di Cucina

Come essiccare le mele

Senza dubbio, essiccare le mele è una pratica poco conosciuta ma davvero molto semplice e pratica. La frutta essiccata, si trova facilmente nei supermercati, ma ad un costo molto elevato. Mentre farla a casa, potrebbe avere un dispendio quasi nullo,...
Consigli di Cucina

Come essiccare lo zenzero

Ci sarà sicuramente capitato, di voler essiccare alcuni particolari alimenti in modo da riuscire a conservarli in maniera perfetta nel tempo e consumarli quando ne abbiamo bisogno. Per riuscirci, sopratutto se è la prima volta che proviamo ad eseguire...
Consigli di Cucina

10 consigli per essiccare le erbe aromatiche

In cucina molto spesso servono le erbe aromatiche per condire al meglio i vari ingredienti da cuocere in forno, in padella o alla brace. Le erbe aromatiche possono essere acquistate al mercato o al supermercato e possono anche essere conservate in casa...
Consigli di Cucina

Come essiccare le spezie

Le spezie sono delle erbe aromatiche che possiedono grandi proprietà benefiche. Esse venivano utilizzate in passato in campo medicinale ma oggi sono adoperate soprattutto in campo culinario in quanto sono in grado di conferire ai piatti un gusto unico...
Consigli di Cucina

Come essiccare il timo fresco

Conservare gli alimenti, le erbe e i frutti della terra è una preoccupazione dell'uomo. Con la pratica e lo studio gli antenati svilupparono diversi metodi. L'essiccazione dà la possibilità di sottrarre all'elemento una percentuale d'acqua; questo...
Consigli di Cucina

Come impiegare i semi di papavero in cucina

Per chi non lo sapesse, i semi di papavero si abbinano alla perfezione sia al salato che al dolce. In questa guida troverete infatti una serie di istruzioni per preparare, proprio con i semi di papavero, tante sfiziose ricette dall'antipasto al dessert....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.