Come essiccare il timo fresco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Conservare gli alimenti, le erbe e i frutti della terra è una preoccupazione dell'uomo. Con la pratica e lo studio gli antenati svilupparono diversi metodi. L'essiccazione dà la possibilità di sottrarre all'elemento una percentuale d'acqua; questo metodo si utilizza specialmente per le erbe e le spezie, come l'origano, il basilico o la salvia. Alcune erbe non si possono sottoporre a questo procedimento ad esempio la menta ed il prezzemolo. Per altre erbe fresche come il timo l'essiccazione è un'ottima conservazione. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come essiccare il timo fresco.

26

Occorrente

  • Timo fresco, appena colto.
36

Preparazione del timo

Il timo fresco deve essere raccolto solo se si decide di essiccarlo. Per eseguire questa operazione bisogna trattare l'erba quando ha il suo picco di freschezza. In questo modo si evita di farlo appassire o di esporlo inutilmente all'umidità. Il timo va sciacquato con acqua corrente, scuotendo leggermente le foglie. È opportuno verificare che le foglie non sono rovinate; successivamente si stende un panno e si poggia sopra il timo. Non bisogna sovrapporre le foglie e si devono far asciugare perfettamente in base al metodo che è stato scelto.

46

Essiccazione naturale

Le foglie si possono disporre all'aperto; questo metodo però ha un difetto: scolorisce il timo e ne riduce l'aroma. Occorrono diversi giorni per essiccare al meglio l'erba fresca; essa va messa all'interno di un sacchetto prima farla essiccare all'aria aperta. In alternativa si può essiccare l'erba aromatica al chiuso; questa operazione consente di ottenere un'erba di qualità migliore. Anche in questo caso bisogna mettere le foglie in un sacchetto di carta per far assorbire l'umidità. Si possono creare dei piccoli fasci da sistemare su una rete (o una zanzariera). È opportuno tenere il timo fresco lontano dalla luce diretta del sole; i tempi di essiccazione variano da una settimana ad un mese, dipende dalla temperatura
.

Continua la lettura
56

Essiccazione con il forno

Un altro metodo per essiccare il timo consiste nell'utilizzo del forno. Bisogna impostare una temperatura bassa e disporre il timo sulla teglia del forno, lasciando aperto lo sportello. Bisogna girare frequentemente le erbe fino a quando cominciano a diventare croccanti. A questo punto si toglie la teglia dal forno ed il timo si può conservare senza problemi nei contenitori di vetro. Questi ultimi vanno messi in un luogo al riparo dalla luce diretta; per ottenere un livello di aroma ottimale si deve consumare il timo entro un anno dall'essiccazione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consigliamo di usare il timo soprattutto su piatti a base di pesce, in particolare per accompagnare il tonno o lo sgombro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come essiccare le spezie

Le spezie sono delle erbe aromatiche che possiedono grandi proprietà benefiche. Esse venivano utilizzate in passato in campo medicinale ma oggi sono adoperate soprattutto in campo culinario in quanto sono in grado di conferire ai piatti un gusto unico...
Consigli di Cucina

10 consigli per essiccare le erbe aromatiche

In cucina molto spesso servono le erbe aromatiche per condire al meglio i vari ingredienti da cuocere in forno, in padella o alla brace. Le erbe aromatiche possono essere acquistate al mercato o al supermercato e possono anche essere conservate in casa...
Consigli di Cucina

Come essiccare lo zenzero

Ci sarà sicuramente capitato, di voler essiccare alcuni particolari alimenti in modo da riuscire a conservarli in maniera perfetta nel tempo e consumarli quando ne abbiamo bisogno. Per riuscirci, sopratutto se è la prima volta che proviamo ad eseguire...
Consigli di Cucina

Come essiccare i pomodori in forno

I pomodori di stagione, succosi e sodi, si prestano a numerose preparazioni culinarie. Le grandi quantità, con il tempo, possono guastarsi. Per evitare inutili sprechi, essiccare i pomodori in casa, al sole oppure in forno. Solitamente, si preferiscono...
Consigli di Cucina

Come essiccare le mele

Senza dubbio, essiccare le mele è una pratica poco conosciuta ma davvero molto semplice e pratica. La frutta essiccata, si trova facilmente nei supermercati, ma ad un costo molto elevato. Mentre farla a casa, potrebbe avere un dispendio quasi nullo,...
Consigli di Cucina

Come essiccare i semi di girasole

I semi di girasole sono degli ingredienti naturali molto versatili. Utilizzati in cucina, si rivelano utili anche per la produzione di olio, cosmetici e preparati. Possiedono interessanti proprietà nutrizionali e sono in grado di apportare benefici alla...
Consigli di Cucina

Come essiccare i semi di zucca

La conservazione dei semi di zucca è un'operazione piuttosto comune e molto semplice da effettuare, che permette di rinnovare anno dopo anno il ciclo riproduttivo della stessa pianta. Con una sola manciata, inoltre, è possibile ottenere un grande numero...
Consigli di Cucina

Come conservare l'aglio fresco

L'aglio, a differenza di quanto molti possano pensare, non è una pianta, bensì un bulbo aromatico dal sapore e dal profumo deciso, imparentato con la famiglia delle cipolle. È possibile trovarlo sia nei mercati che decidere di coltivare autonomamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.