Come essiccare la pasta all'uovo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Come essiccare la pasta all'uovo

Fare la pasta all'uovo in casa non è una cosa semplice, soprattutto se non si è abili in cucina, in quanto è una vera e propria arte oltre che una passione. Riuscirla a realizzare in casa, vuol dire mangiare un piatto di pasta all'uovo senza conservanti, fresco e genuino se fatto con prodotti di qualità. Per evitare però di fare la pasta troppo di frequente, è possibile conservarla con il metodo dell'essiccazione. A tale proposito, in questa guida vedremo come essiccare correttamente la pasta all'uovo.

25

Occorrente

  • Telaio o Stendino per pasta
35

Far essiccare la pasta in un clima non troppo umido

Innanzitutto per ottenere una completa essiccazione della pasta, è necessario non lasciarla in un clima troppo umido perché l'operazione non riuscirà, ma allo stesso tempo neanche in un ambiente troppo asciutto perché si potrebbe formare una crosta all'esterno, lasciando l'interno umido e quindi terreno fertile per i batteri. Una volta completato il processo, la pasta va conservata in sacchetti di carta ed in un luogo asciutto, però va detto che questa tecnica non è adatta per quelle ripiene con ricotta o spinaci, perché sono prodotti che si deteriorano facilmente.

45

Utilizzare un telaio per la pasta corta e degli stendini per la pasta lunga

Dopo aver impastato bene la pasta e poi stesa con un matterello dandogli il formato che più desideriamo (spaghetti o fettuccine), procediamo con la creazione del nostro prodotto. A questo punto procediamo all'essiccazione, che può variare come tempi in base al formato che abbiamo scelto. Per la pasta corta tipo penne, possiamo utilizzare un telaio sul quale andarla a disporre, e cercando di non ammassarla troppo ma distanziandola in modo da lasciarla respirare. Adesso facciamo riposare la pasta per un minimo di 15 ore, ma a volte a seconda del clima e dell'ambiente nel quale avviene l'essiccazione, è necessario anche un tempo maggiore. La pasta lunga invece, ci permette di utilizzare diversi metodi per procedere all'essiccazione. Oltre all'uso del telaio visto per la pasta corta, è possibile stendere quella lunga su degli appositi stendini con manici in legno. Anche in questo caso è importante che i vari fili di pasta non siano attaccati, ma che ogni filo tocchi la base di legno e soprattutto, sia abbastanza distanziato dagli altri di circa cinque centimetri.

Continua la lettura
55

Conservare la pasta

Questo è un accorgimento necessario affinché tutti i fili possano avere lo stesso grado di essiccazione, evitando così che parte della pasta si essicchi prima e l'altra rimanga ancora fresca. In questo moda la pasta fatta in casa si può conservare almeno per un mese, e al momento della cottura bisogna farla cuocere un po' di più, in quanto tutta l'acqua si è assorbita durante il processo di essiccazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Pasta fresca all'uovo: 5 errori da evitare

La pasta è uno dei primi pasti che sul tavolo degli italiani non può mai mancare. Al pomodoro, al pesto, alla carbonara o semplicemente con olio e parmigiano, la pasta è il piatto vincente che non può mai non essere presente per pranzo o per cena....
Primi Piatti

Come sbattere l'uovo

Imparare a sbattere l'uovo rappresenta l'abc dell'arte culinaria. Questa tecnica base non vi insegnerà soltanto come sbattere l'uovo per qualunque preparazione che lo contenga. Vi permetterà di sbattere e montare gli altri prodotti da miscelare in modo...
Primi Piatti

Ricetta: crema di riso all'uovo

Una preparazione semplice e allo stesso tempo leggera è la crema di riso all'uovo. Questa è una ricetta tradizionale, che si adatta a un menù particolarmente appetibile. La crema di riso si può presentare a tavola fredda, dolce e salata. Ma, anche...
Primi Piatti

Ricetta: pasta alla carbonara con panna e cipolla

La pasta costituisce un ingrediente fondamentale nella cucina mediterranea. Che sia in bianco, con un filo d'olio o con un corposo condimento, essa rimane l'alimento di cui gli italiani non riescono a fare a meno. Proprio per questo motivo non è un caso...
Primi Piatti

Ricetta: pasta alla pecorara

La pasta è l'alimento più consumato da noi italiani, ed è molto apprezzato anche all'estero. Le nostre ricette sono diventate famose in tutto il mondo, grazie alla semplicita' di realizzazione e al gusto ricco. La pasta alla pecorara è uno di questi...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con salsicce, funghi e zucca

La ricetta che vi proponiamo in questa guida, ideale per "riscaldare" l'atmosfera cupa e fredda dell'autunno-inverno, riguarda la preparazione di un primo piatto molto gustoso e particolarmente ricco: la pasta con salsicce, funghi e zucca. Questo mix...
Primi Piatti

Come preparare il gateau di patate senza uovo

Per stuzzicare l'appetito dei nostri ospiti, perché non lasciarci ispirare dalla soffice bontà del gateau di patate? Una ricetta semplice, ma capace di conquistare anche i palati più difficili. Per rendere ancora più goloso il gateau, possiamo impreziosirlo...
Primi Piatti

Come fare la pasta secca

La pasta è senza dubbio il grande amore di tutti gli italiani: questo prodotto tipico nostrano è apprezzatissimo in tutto il mondo, proprio perché delizia chef e buongustai di ogni nazione. Ne produciamo tonnellate ogni anno e la esportiamo ovunque....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.