Come evitare la muffa sulle marmellate

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra i dolci fatti in casa, la crostata è l'ideale per una merenda genuina. La farcitura può essere fatta con le marmellate più disparate, a seconda dei gusti. Ma che succede se nel nostro barattolo si è formata la muffa? Inevitabilmente dovremo buttare tutto! Esistono però dei piccoli accorgimenti che, se rispettati, ci possono evitare questo inconveniente. In questa guida vedremo come fare per evitare la formazione di muffa sulle marmellate.

26

Sono sempre di più le persone che scelgono di preparare in casa i dolci e le marmellate. Anche se apparentemente può sembrare un atto migliore che comprare prodotti industriali, in realtà non è così. I prodotti casalinghi sono più soggetti a batteri e muffa perché i metodi di sterilizzazione fai da te non sono poi così sicuri. Le conserve sono dei prodotti alimentari conservati in contenitori chiusi ermeticamente. Per evitare che si deteriorino, sono necessari trattamenti stabilizzanti che permettano una conservazione a lungo. La prima regola per scongiurare la formazione di muffa è lavarsi le mani con sapone. Quando tocchiamo dei cibi, sinceriamoci di avere le mani pulite da qualsiasi fonte di contaminazione. Asciugamani, spugne e stracci andranno lavati molto spesso perché covo di batteri.

36

Solitamente le marmellate si conservano nei barattoli di vetro. Questi infatti, non assorbono odore e si lavano molto facilmente. Hanno diversi meccanismi di chiusura, l'importante è che chiudano perfettamente. In questo modo l'aria non penetrerà all'interno del vaso e non danneggerà il contenuto. Facciamo molta attenzione ai tappi in metallo. Evitiamo quelli in alluminio o rame, poiché potrebbero alterare il sapore del contenuto. Una volta riempiti i vasi, dovremo immergerli in acqua bollente per la sterilizzazione. Assicuriamoci che siano completamente immersi nell'acqua per un effetto igienico massimo.

Continua la lettura
46

L'acidità e lo zucchero contenuto nelle marmellate ostacolano la formazione di muffe. Quando troviamo della muffa in superficie, dobbiamo eliminare lo strato superficiale. Il resto della marmellata invece è perfettamente commestibile. Nel caso di marmellate dietetiche invece, il basso livello di zucchero contenuto fa sì che dobbiamo buttare l'intero barattolo. Ben diverso è il caso del botulino, molto più pericoloso delle muffe comuni nelle marmellate. Questo batterio però, si produce solo in assenza di zucchero o comunque in caso di basse percentuali. Infatti, è molto raro che si sviluppi nelle marmellate, ma è più frequente per conserve salate.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chiudiamo bene il barattolo dopo l'uso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Le migliori marmellate da abbinare alla cheese cake

La cheese cake è un dolce tipico della tradizione americana, caratterizzato da una base di biscotti secchi e guarnito con una deliziosa crema di formaggi. Si tratta di uno dei dessert più amati e maggiormente richiesti al ristorante, a causa del suo...
Consigli di Cucina

Consigli per la conservazione del pangrattato

In cucina, il pangrattato rappresenta uno degli ingredienti utilizzati con maggiore frequenza; ad esempio, viene impiegato per preparare delle verdure ripiene, oppure per condire un piatto di pasta, magari assieme a delle alici e ad un filo d'olio extravergine...
Consigli di Cucina

Consigli per i dolci con la macchina del pane

Attualmente la modernità e la tecnologia convivono con tradizioni storiche anche dettate da necessità contingenti, da uno spiccato ritorno al "fai da te", unito alla voglia di nutrirsi con alimenti sani, biologici e fatti in casa, senza subire le lavorazioni...
Consigli di Cucina

5 cose importanti da sapere se prepari le conserve in casa

È uso comune di molte persone, preparare in casa conserve o marmellate, utilizzando come materia prima i prodotti del proprio orto o giardino. Niente di meglio di questo procedimento per regalare al nostro palato sapori genuini, proprio come quelli di...
Consigli di Cucina

Come e cosa abbinare ai formaggi

Il formaggio è un alimento completo le cui origini si perdono nella Preistoria. Quattrocento sono i tipi di formaggio che abbiamo in Italia, duemila in tutto il mondo. Può essere ricavato dal latte di mucca, di pecora, di capra, di bufala. Molto alto...
Consigli di Cucina

Come fare la vasocottura

In cucina non dovrebbe mai mancare un ingrediente fondamentale, ovvero la fantasia! È proprio dall'ispirazione di un momento che possono nascere dei capolavori gastronomici, o metodi di cottura originali e particolari. Un semplice barattolo di vetro...
Consigli di Cucina

Come conservare l'uva

L'uva è un frutto di stagione che di regola si consuma fra la fine dell'estate e l'autunno. Per far sì che possa essere degustata al meglio, necessita di essere conservata con alcune accortezze. In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni...
Consigli di Cucina

Conserve da preparare a Marzo

Le conserve alimentari sono delle preparazioni gastronomiche antichissime, nate per poter consumare le verdure e gli ortaggi anche fuori stagione. Sono dette conserve anche quelle a base di frutta, più comunemente conosciute come "marmellate". Prepararle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.