Come far bollire l'acqua più velocemente

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La donna lavoratrice organizza le proprie giornate in maniera impeccabile, senza trascurare la casa né i familiari. Tuttavia, al solito panino o al semplice toast, è preferibile un piatto caldo, sano e genuino. La base della cucina italiana è la pasta. Tuttavia, le pietanze più sfiziose come quelle più semplici, necessitano di specifici tempi di cottura. Quando si ha molta fretta, urgono degli stratagemmi per velocizzare la preparazione. Far bollire l'acqua più velocemente semplifica la procedura ed ottimizza il tempo. Lo stesso metodo si potrà applicare ad altre pietanze come le verdure lesse, l'uovo in camicia e quant'altro.

27

Occorrente

  • Acqua
  • Sale
  • Pentola con coperchio
37

Per far bollire più velocemente l'acqua per qualsiasi preparazione, scegliere una pentola abbastanza capiente e con il coperchio. Quest'ultimo, infatti, mantiene il calore all'interno e velocizza l'ebollizione. Dosare l'acqua ed utilizzare preferibilmente quella fredda del rubinetto. Erroneamente, molte donne, optano per quella calda. In realtà, bolle più velocemente ma raccoglie dai tubi le particelle di piombo. Pertanto, non è salutare. Mai riempire la pentola fino all'orlo. In pieno bollore, l'acqua schizzerà ovunque e non rimarrà spazio per i cibi. Dosare quindi in base alle necessità. Ad ogni 100 grammi di pasta corrisponde 1 litro d'acqua.

47

Per far bollire più velocemente l'acqua non serve il sale. In realtà, il prodotto insaporisce il cibo, senza alterare la temperatura. Le bollicine in superficie denotano una reazione, ma non modificano il calore dell'acqua. Il sale si scioglie nel liquido ed il fenomeno svanisce in fretta. A questo punto, poggiare il tegame sul bruciatore ed alzare la fiamma al massimo. Per favorire l'ebollizione dell'acqua, chiudere la pentola con il coperchio. Chi possiede un bollitore o una pentola a pressione ha un enorme vantaggio. Il liquido si riscalda molto più velocemente, senza particolari stratagemmi.

Continua la lettura
57

Per ottimizzare i tempi di cottura, sfruttare i vari stadi. Alcune pietanze richiedono l'acqua a pieno bollore, altre invece no. Pertanto, scandire e riconoscere le diverse fasi. Nella prima, si formano delle bollicine alla base della pentola. Queste ancora non riescono a salire. Ciò accade a 60-75 gradi, temperatura ideale per cuocere l'uovo in camicia, il pesce oppure per far bollire la frutta. Quando si sollevano le prime bollicine l'acqua raggiunge i 75-90 gradi. Questa temperatura è perfetta per stufati oppure brasati. Quando l'acqua sobbolle, la temperatura è a 90-100 gradi, ottima per le verdure o il bagnomaria. Infine, in pieno bollore si può buttare la pasta.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Inserire il coperchio per raggiungere prima l'ebollizione dell'acqua.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 ricette vegane con il seitan

Il seitan si ricava dal farro o dal glutine di grano tenero, o anche dal khorasan, ossia il grano turanicum. Si usa nelle diete vegane o per tenere sotto controllo colesterolo e grassi. È un alimento tipico della cucina giapponese e si ottiene dall’estrazione...
Consigli di Cucina

5 modi per cucinare la seppia

La seppia è un mollusco marino molto diffuso nel Mediterraneo. Viene utilizzato nella nostra cucina per la realizzazione di piatti molto gustosi. Vedremo insieme 5 modi per cucinare la seppia. Per prima cosa vediamo velocemente come si preparano le seppie...
Consigli di Cucina

Come fare il purè

Per chi vuole mangiare senza appesantirsi, ma senza rinunciare al gusto può anche fare il purè. Questo si può fare seguendo varie ricette e utilizzando molti ortaggi e legumi. Ma quello che viene più apprezzato è il pure fatto con le patate. Il metodo...
Consigli di Cucina

Estratto di rosa: errori da non commettere nella preparazione

Se abbiamo a disposizione delle piante di rose possiamo provare a produrre un estratto di rose, un ottimo profumo o un delicato lenitivo per la pelle. Esistono due procedimenti che permettono di ottenere quest'acqua profumata. Si può procedere con la...
Consigli di Cucina

Come condire il riso venere freddo

Il riso venere è una qualità di riso facilmente riconoscibile. Presenta un colore viola scuro che tende al nero. Si tratta di un riso integrale che contiene la fibra grezza all'interno di ogni suo chicco. Grazie a questa caratteristica infatti, il riso...
Consigli di Cucina

Polpette vegan alle lenticchie

Volete un'idea per far mangiare i legumi ai vostri figli? O semplicemente avete voglia di qualcosa di sfizioso, ma allo stesso tempo sano, da preparare per amici e parenti? Allora questa ricetta è proprio quello che fa per voi. Nel breve testo di seguito...
Consigli di Cucina

Ricette veloci con il tofu

Nelle alimentazioni vegetariane non manca mai il tofu. Trattandosi di un alimento che si presta a questo stile di vita e all'alimentazione ad esso congeniale, è piuttosto consumato anche perché ipocalorico. Ma per renderlo appetitoso, quali ricette...
Consigli di Cucina

10 idee per usare l'orzo in cucina

L'orzo è un cereale da usare maggiormente in campo alimentare. Può essere utilizzato in diversi modi, trasformato in farina per realizzare dolci, tostato e macinato per fare il caffè d'orzo, tostato e liofilizzato per preparare velocemente bevande...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.