Come far lievitare l'impasto per la pizza

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Pizza, pane, brioches, ma anche plumcake, muffin e torte, cosa hanno in comune? Sono tutte paste lievitate. Acqua, farina e lievito sono alla base di queste preparazioni che, in relazione all'aggiunta di sale, zucchero, grassi e altri ingredienti, si declinano in ricette di ogni tipo. Storicamente pare che sia degli Egiziani il merito di avere scoperto il lievito e di averlo introdotto nella nostra alimentazione sotto forma di pane e birra. Ma, dato che ancora non abbiamo capito a quale divinità raccomandarci per sapere come far lievitare bene l'impasto per la pizza, ecco una guida per darvi le basi della lievitazione corretta.

28

Occorrente

  • Lievito, farina, acqua, sale, zucchero
  • Recipiente o impastatrice, matterello, spruzzino per l'acqua
  • Panno
38

La lievitazione diretta

Come prima cosa diremo che la lievitazione è un fenomeno chimico che trasforma il glucosio presente all'interno dell'impasto in anidride carbonica e alcol etilico. L'anidride carbonica prodotta resta all'interno dell'impasto imprigionata dalla maglia glutinica comportando, quindi, un aumento di volume della massa. Prima di parlare di come si fa lievitare, bisogna conoscere le varie metodologie di questo processo: ci sono due metodologie di lievitazione, quella diretta e quella indiretta. La prima è quella che si ottiene aggiungendo nell'impasto direttamente l'agente lievitante, che sia il lievito istantaneo in polvere o il lievito di birra in panetto. Questo tipo di lievitazione è la più veloce ma porta a dei cibi più difficilmente digeribili e che si conservano per meno tempo

.

48

La lievitazione indiretta

La lievitazione indiretta utilizza invece un piccolo impasto realizzato precedentemente che viene semplicemente unito ad altra farina ed acqua in relazione alla quantità di prodotto che dobbiamo realizzare. Questi tipi di lievito sono: la pasta madre, la biga e il poolish, questi ultimi due una versione "veloce" della prima. Questa lievitazione è ovviamente più lunga, si parla anche di giorni, ma porta a dei cibi meglio digeribili e che anche a distanza di giorni mantengono una certa freschezza. Il lievito madre altro non è un impasto di acqua e farina che nel corso degli anni è stanno rinnovato quasi quotidianamente fornendo energia necessaria alla svolgimento lievitazione. Potete chiedere ad un vostro amico se vi presta un po' della sua pasta da iniziare ad "accudire" o cercare online uno spacciatore di lievito madre. Il poolish e la biga sono invece come dei lieviti madre istantanea, che di solito si fanno il giorno prima.

Continua la lettura
58

Quantità da utilizzare

Qualunque sia la metodologie di lievitazione che scegliamo, la quantità di "lievito" (lo chiamo così per semplicità) dipenderà dal tempo che abbiamo a disposizione e dalla quantità di pasta che vogliamo fare. Posso fornire questa regola nata dall'esperienza di molti tentativi per 500 gr di farina: 25gr lievito di birra, 3 ore di lievitazione; 150gr di lievito madre/ biga/poolish 12 ore di lievitazione. Partendo da questa base possiamo, per esempio, far lievitare 6 ore un impasto di 500gr. Con 12,5gr di lievito di birra, ottenendo un prodotto migliore.

68

Altri fattori

Altri aspetti da dover considerare durante il processo di lievitazione sono:-la temperatura: con il caldo il processo è più veloce, quindi in estate possiamo usare meno lievito che in inverno o aspettare meno tempo, mentre in inverno dovremmo far lievitare in un forno preriscaldato a 50°. Allo stesso tempo però possiamo far lievitare un impasto in frigo per qualche giorno, ricordandoci di tirarlo fuori con largo anticipo per farlo tornare a temperatura ambiente-energia con cui si impasta: mi riferisco sia allo zucchero che va mescolato nell'acqua con il panetto di lievito, sia al modo in cui si impasta. Al fine di fare creare i legami chimici, è necessario impostare con forza, battendo sull'impasto con il matterello o facendolo cadere sul piano di lavoro. ì-tipi di farina: farine 0 o 00 lievitano più facilmente di farine 1 o 2, quindi bisognerà mettere un po' più di lievito ed impastare con più forza-il sale: è il nemico numero 1 del lievito, alle stesso modo per cui lo zucchero è il suo migliore amico. Il sale va sempre inserito disciolto in una parte di acqua e solo dopo un po' che stiamo impastando, in modo che non vada in contatto con il lievito.

78

Come realizzare l'impasto

Per realizzare un ottimo impasto, indipendentemente dal tipo di lievito scelto, bisognerà:-capire le proporzioni fra farina e acqua che ci servono (in caso di lievitazione indiretta bisogna considerare la farina già presente nel lievito)-riscaldare (non bollire!) l'acqua da aggiungere e tenerla un po' da parte per unire il sale-sciogliere il lievito nella quantità di acqua senza sale ed unire altri parti liquide come l'olio--aggiungere tutta la farina ed iniziare ad impastare-aggiungere l'acqua salata ed impastare aggiungendo eventualmente altra farina per raggiungere la consistenza voluta. -dare cazzotti e botte decise all'impasto-far riposare al caldo (in forno se è inverno) in una ciotola di plastica ricoperta da un panno, dopo aver realizzato una croce sulla palla di impasto ed averci spruzzato dell'acqua per evitare che secchi. Riporre al riparo delle correnti d'aria.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usare il forno preriscaldato a 50° in inverno; ogni circa 3 ore, riprende in mano l'impasto e rimpastarlo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pizze e Focacce

Come preparare e conservare l'impasto per la pizza

In questo articolo cercheremo di preparare insieme una nuova ricetta e cioè quella della classica e famosa pizza. Nello specifico cercheremo d’imparare come poter preparare e conservare l’impasto per la pizza. Avere sempre a portata di mano, un impasto...
Pizze e Focacce

Come preparare l'impasto della pizza

È difficile trovare una persona che, posta davanti ad una pizza fumante, rinunci a mangiarne almeno una fetta. Sia adulti che bambini sono inesorabilmente attratti da questa preparazione a base di acqua, farina e lievito, che può essere arricchita con...
Pizze e Focacce

Impasto per pizza e focaccia con il Bimby

Realizzare l'impasto per una pizza o per una focaccia non richiede grandi doti ma, diventa davvero semplicissimo e soprattutto veloce, se utilizziamo il Bimby. Questo insostituibile robot da cucina è sempre più preferito dalle donne per la sua versatilità...
Pizze e Focacce

Impasto pizza: 5 modi per farlo morbido e gustoso

La cucina Italiana è da sempre fonte di ispirazione e ammirazione, soprattutto all'estero. Una gastronomia ricca di sapori e profumi avvolgenti, capace di evocare tutta l'antica sapienza del nostro meraviglioso paese. Eppure la regina delle nostre tavole...
Pizze e Focacce

Come fare un impasto perfetto per la pizza napoletana

La pizza napoletana è, per eccellenza, uno dei piatti tipici della cucina italiana. Si trovano tantissime ricette in giro per preparare la pasta per la pizza; In questa guida ti illustro come preparare la vera pizza napoletana.
Pizze e Focacce

Come preparare l'impasto con la biga

Per ottenere una pizza buona e morbida è necessario realizzare un impasto a regola d'arte. In questo caso, andremo a vedere insieme come preparare l'impasto con la cosiddetta "biga", ovvero, un preimpasto asciutto che viene fatto riposare per diverse...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza con speck e scarola

Una ricetta che si può preparare quando non si sa cosa cucinare e che sicuramente soddisferà i gusti di tutti è la pizza rustica con scarola e speck. È ideale da preparare soprattutto quando ci sono degli ospiti a cena e si ha difficoltà a decidere...
Pizze e Focacce

Ricetta: pizza ai fiori di zucca

La pizza, è risaputo in tutto il mondo, è uno degli alimenti più buoni e famosi della cucina italiana. Questa è una pietanza tipica della cucina napoletana, ma che poi si è diffusa in ogni parte del mondo dove ogni pizzaiolo cerca di variare alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.