Come fare i calamaretti in crema di patate

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se intendete preparare una ricetta davvero gustosa e nel contempo raffinata, quindi ideale da servire ad ospiti di riguardo, potete optare per l'elaborazione di calamaretti in crema di patate. Nello specifico si tratta di cuocere i due ingredienti a parte, e poi alla fine unirli ed impiattarli. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su come fare i calamaretti in crema di patate.

25

Occorrente

  • Patate 300 gr
  • Calamaretti 400 gr
  • Porri e cipolle 2
  • Olio extravergine 50 ml.
  • Sale e pepe q.b.
  • Panna da cucina 100 gr
  • Aglio 1 spicchio
35

Lessare le patate

Per iniziare dedicatevi subito alla preparazione della crema di patate, per cui prendete queste ultime e dopo averle lavate, lessatele in acqua e sale, facendo di continuo la prova della forchetta per constatarne il grado di cottura che deve essere totale, e quindi i tuberi devono apparire molli. Premesso ciò, in una padella con un filo d'olio extravergine d'oliva, fate rosolare dei porri e la cipolla entrambi tagliati a dadini. Durante la cottura, versate del vino bianco secco e poi fatelo sfumare.

45

Aggiungere del brodo vegetale al composto

Quando la cipolla e i porri appaiono morbidi e dorati, aggiungete le patate che nel frattempo avete pelato e schiacciate con una forchetta in modo grossolano. A questo punto mettete il tutto in un mixer, fin quando il composto non assume un aspetto cremoso. Adesso versatelo in un'altra padella molto più grande, ed aggiungete anche del brodo vegetale, un dado o ancora un mix specifico per minestre. Fatto ciò riponete la padella sul fuoco, e fate cuocere il composto a fiamma bassissima per circa 35 minuti. Negli ultimi due minuti aggiungete anche della panna da cucina, e mescolate il tutto energicamente fino ad ottenere una sorta di soffice purea. A questo punto aggiustate il composto di sale e pepe, e poi mettetelo da parte per dedicarvi alla preparazione dei calamaretti.

Continua la lettura
55

Saltare i calamaretti in padella

I calamaretti sono molto facili da preparare, perché non richiedono una pulizia particolare rispetto ai polipi, alle seppie grandi e ai calamari. Premesso ciò, lessateli in acqua bollente fin quando non diventano morbidi, dopodichè scolateli e fateli saltare in una padella contenente dell'olio e un mezzo spicchio d'aglio. Quando quest'ultimo diventa dorato, asportatelo definitivamente con un cucchiaino. Una volta pronti i calamaretti con tutto il loro sugo, li potete aggiungere al composto a base di patate, porri e panna, ed infine aggiustatelo con dell'altro pepe. A questo punto la pietanza servitela in tavola senza alcun timore, poiché se ben eseguita la ricetta riscuoterà un successo incredibile, e molti degli ospiti potrebbero chiedervi il bis.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Cous cous alla vodka

Il cous cous è un piatto tipicamente nord africano, ma è ben conosciuto e consumato anche in Sicilia e in alcune zone della Sardegna e ormai è facile trovarlo nei menù di tantissimi ristoranti. Una volta cotto, il cous cous può essere condito con...
Pesce

Ricetta: moscardini fritti in pastella

I moscardini sono abbastanza simili alle seppioline e ai calamaretti; infatti, si differiscono solo per il numero di tentacoli e la grandezza. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni consigli se si desidera preparare qualcosa di sfizioso e di...
Pesce

Come fare il riso freddo al pesce

Che sia estate o inverno il piatto a base di pesce è una prelibatezza che amano tutti. Ricco dei sapori del mare è una cosa molto apprezzata dagli italiani e sono tante le ricette che vengono proposte. Da nord a sud le tradizioni della preparazione...
Primi Piatti

Come preparare le pappardelle ai calamari farciti

Il calamaro è, senza dubbio, il principe dei molluschi: la sua carne, molto apprezzata, è delicata e gustosa, in particolar modo negli esemplari più piccoli (calamaretti) che possono essere cucinati senza eviscerarli, limitandosi a spazzolarli con...
Pesce

Ricetta: insalata di polpo agli agrumi

L'insalata di polpo è un piatto tipico mediterraneo da utilizzare come antipasto in una cena o pranzo a base di pesce. È un piatto che contiene circa 200 calorie a porzione (200 gr.), ricco di proteine e sostanze antiossidanti e salutari provenienti...
Primi Piatti

5 idee per pasta fredda

Sta arrivando il caldo, a chi non piace gustare un bel piatto di pasta fredda? Ecco 5 gustose idee per preparare la pasta fredda. Per far sì che il piatto risulta più gustoso è preferibile scegliere una pasta di ottima qualità, preferite i formati...
Primi Piatti

Ricetta: penne alla pescatora

Le penne alla pescatora sono un eccellente piatto, molto colorato, che viene apprezzato moltissimo da chi ama il pesce. Si deve servire appena pronto e deve essere accompagnato da un ottimo vino bianco fresco. Per la preparazione occorrono molti ingredienti,...
Cucina Etnica

10 ricette con la paprika

La paprika è una spezia che viene ricavata dall'essiccazione e macinazione del peperoncino rosso. A differenza di questo, che è utilizzato come alimento molto piccante, la paprika conferisce un gusto molto forte e acceso ma assolutamente non causa alcuna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.