Come fare i carciofi alla zingara

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un piatto molto saporito e di sicuro effetto sono i carciofi alla zingara. Questo piatto richiede un po di attenzione in più ma sarà sicuramente apprezzato dai commensali e visto il contenuto calorico abbastanza importante potete servirlo come portata unica dal momento che oltre ai carciofi ci sono le uova e il formaggio. Basta che accompagnate il piatto con qualche fetta di pane casareccio e il vostro appetito sarà saziato. In questa guida vediamo come fare i carciofi alla zingara.

25

Occorrente

  • due spicchi d'aglio
  • una cipolla
  • tre cucciai d'olio extravergine di oliva o 50 gr. di burro
  • 500 gr. di pomodori rossi e pelati
  • otto carciofi
  • un uovo
  • olio di arachidi per friggere
  • 300 gr. di fior di latte o di provola o 8 sottilette
  • 50 gr. di pane grattato
  • sale e pepe
35

Tagliuzzate con la mezzaluna o con il mixer l'aglio e la cipolla e metteteli in una pentola con due cucchiai d'olio extravergine d'oliva o se lo preferite con 50 grammi di burro. Prendete i pelati o i pomodorini freschi e tagliateli a pezzettini piccoli e quando la cipolla e l'aglio si saranno imbionditi versateli nella pentola avendo cura di regolare la fiamma in modo che non sia troppo alta. Aggiungete sale e pepe. Rimestate spesso e fate in modo che la salsa non si rapprenda troppo, deve cuocere giusto un quarto d'ora con il coperchio. Spegnete la salsa una volta trascorso il tempo necessario, poi, prendete il passa verdura o il mixer e passate i pomodori.

45

Adesso mondate i carciofi eliminando le foglie esterne più dure, eliminate le spine se presenti e anche la barbetta centrale che si trova al centro; mano a mano che pulite i carciofi immergeteli in una ciotola dove avrete provveduto a mettere acqua acidula per fare in modo che gli stessi non si anneriscano. Frullate l'uovo intero aggiungendo un cucchiaino di sale fino. Scolate i carciofi, asciugateli con un telo di cotone e poi passateli nell'uovo e nel pane grattugiato. I carciofi sono pronti per essere fritti. Ponete sul fuoco una padella con dell'olio di arachidi o d'oliva e friggeteli nell'olio ben caldo; non appena saranno cotti, poneteli su un foglio di carta assorbente da cucina per eliminare l'unto in eccesso.

Continua la lettura
55

Imburrate una pirofila di alluminio o di vetro e sistemate sul forno i carciofi fritti, poi fate uno strato di salsa e poi mettetevi sopra il fior di latte o la provola. Se lo gradite, potete sostituire il fior di latte con le sottilette. Procedete così a strati fino a che non avete esaurito gli ingredienti. Mettete la pirofila nel forno preriscaldato a 200 gradi e fate cuocere per una trentina di minuti. Portate i carciofi alla zingara a tavola servendoli caldi e accompagnateli con del vino rosso corposo e qualche fetta di pane casareccio. Non ci resta che augurarvi buon appetito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare i carciofi con le mandorle

Se avete intenzione di preparare dei carciofi, provate a farli con le mandorle. Questa è una ricetta della tradizione siciliana e riporta molte varianti. Una delle tante è quella di abbinare i carciofi con della besciamella e granelli di mandorle. Oppure...
Antipasti

Come fare i carciofi al limone

I carciofi sono ortaggi molto particolari, sia per la loro forma che per il sapore leggermente amarognolo. Non a tutti infatti piacciono, ma se cucinati nel modo giusto possono conquistare anche i più restii. Dobbiamo fare attenzione a pulirli bene,...
Antipasti

Come preparare i carciofi con le patate

Abbiamo trovato dei bei carciofi al mercato ma non abbiamo molte idee su come cucinarli. Non vogliamo mangiarli crudi né farli al forno come al solito. Una valida alternativa, abbastanza veloce da preparare, è cuocerli in padella con le patate. Il gusto...
Antipasti

Come fare i carciofi alla romana

I carciofi alla romana costituiscono un piatto tipico della gastronomia laziale. Le radici di questo contorno sono di derivazione ebraica, ma ultimamente questo piatto fa parte della tradizione italiana della capitale. La ricetta è abbastanza semplice...
Antipasti

3 ricette con i carciofi

Per pulire il carciofo è necessario rimuovere le foglie più esterne e dure. Quindi spuntare quelle interne e scavare leggermente il centro per rimuovere il fieno. In alternativa ai carciofi freschi si possono utilizzare anche quelli surgelati. Tante...
Antipasti

Come cucinare i carciofi ripieni

In questa nuova ricetta che abbiamo pensato di proporre, abbiamo deciso di imparare inseme ai nostri lettori, come poter cucinare i famosi e molto diffusi carciofi ripieni, comodamente nel nostro forno e con ingredienti che spesso siamo soliti avere nel...
Antipasti

Come fare le polpette di carciofi e provola

Le polpette di carciofi e provola sono un' idea davvero originale per i nostri buffet ed aperitivi con gli amici. Molto semplici e veloci da realizzare, possiamo prepararli anche con largo anticipo per poi cuocerli all'ultimo minuto. In realtà sono ottimi...
Antipasti

Come fare le polpettine ai carciofi

Le polpettine ai carciofi sono un piatto abbastanza versatile poiché possono essere preparate in vari modi. In questa guida, infatti, saranno illustrati diversi metodi per preparare le polpettine ai carciofi, che sono molto ricchi di proteine e sostanze...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.