Come fare i crackers di lupino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La farina di lupino è un ingrediente che solitamente non è molto conosciuto, anche se la sua storia ha origini piuttosto antiche, poiché se ne riscontra utilizzo già dagli antichi egizi. Infatti esistono molteplici ricette eseguite proprio con questo ingrediente, molte anche di origine vegana. È una farina che si trova principalmente nel bacino del Mediterraneo e presenta numerose proprietà benefiche, ricca di potassio, ferro e vitamina B. Oltretutto è ideale per chi ha intolleranza nei confronti del glutine, in quanto ne è assolutamente priva. A questo punto si possono preparare numerose ricette che si basano con questa tipologia di farina, ma in questa guida vedremo come fare dei semplici crackers a base di farina di lupino, da sgranocchiare freschi e friabili in qualsiasi momento.

27

Occorrente

  • 150 gr di farina di lupino
  • 150 gr di farina
  • Rosmarino
  • Sale rosa
  • Semi di sesamo
  • Olio extravergine d'oliva
  • Acqua
  • Timo
37

I condimenti

La parte principale di questa preparazione riguarda i condimenti che donano maggior sapore alla farina. Prendere dei rametti di rosmarino, lavarli accuratamente e fatti asciugare disporli in un mixer insieme a timo, sale rosa, e semi di sesamo. Passare tutto nel mixer così da mescolare anche gli ingredienti, soluzione ideale per condire successivamente la farina. Intanto mettere a scaldare un po' di acqua, non eccessivamente bollente.

47

L'impasto

Su una spianatoia disporre le due farine insieme ai condimenti preparati precedentemente, mescolare accuratamente questi ingredienti così da essere omogenei e passare a versare l'olio ed un po' di acqua. Quindi impastare ripetutamente così da ottenere un impasto omogeneo: la parte fondamentale sarà quella di mettere l'acqua ben regolata, man mano che si lavora l'impasto per non eccedere. Ottenere un panetto, avvolgerlo all'interno della pellicola e metterlo da parte a riposare per circa mezz'ora.

Continua la lettura
57

La cottura

Trascorso il tempo occorrente di riposo disporre il tutto su un piano e con un mattarello distendere la pasta, con uno spessore inferiore di mezzo centimetro. Si può procedere con due modalità: una è quella di tagliare la pasta direttamente in rettangoli come dei regolari crackers, caso contrario, per i più fantasiosi, si possono utilizzare delle apposite formine. Quindi ottenuti e diviso tutto l'impasto, disporlo all'interno di una teglia completamente rivestita di carta forno ed infornare con forno preriscaldato a 180 gradi per circa quindici minuti. Sfornare non appena la superficie inizia ad assumere un colore giallastro, di cottura delle pasta. Servire non appena si raffreddano.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si possono condire con qualcosa da spalmare, con formaggi, miele o marmellate, formando un pasto sia salato che dolce
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

5 idee per il pranzo a lavoro

Molto spesso sia per il poco tempo a disposizione che per la difficoltà di raggiungere un luogo di ristoro nelle immediate adiacenze dell'ufficio, si incontrano dei problemi per pranzare. Volendo risolverli, c'è la possibilità di optare per cibi semplici,...
Consigli di Cucina

Come utilizzare la maggiorana in cucina

Fra le spezie più apprezzate in cucina, la maggiorana ricopre un posto predominante. Questa erba tipicamente mediterranea ha origini molto antiche. L'aroma della maggiorana ricorda vagamente quello dell'origano. Ma con sfumature più delicate e dolci....
Consigli di Cucina

Come abbinare il tè ai cibi salati

Il tè è una bevanda importata dall'India ai tempi della colonizzazione inglese, ed è proprio dagli inglesi che questa bevanda ha preso il sopravvento in Europa. La tradizione richiede, che dato che si tratta di una bevanda zuccherata, i suoi abbinamenti...
Consigli di Cucina

Festa del papà: idee per un menu vegetariano

La festa del papà si sta avvicinando, e semplicemente vogliamo rendere omaggio al papà con semplici gesti belli e che fanno piacere e sopratutto con un menu delizioso. Ci sono molte idee per rendere speciale questo giorno e con piccoli passi si può...
Consigli di Cucina

Come preparare un buon tagliere di formaggi

Grazie alla lavorazione del latte, riusciamo ogni giorno a portare sulle nostre tavole molti gustosi prodotti caseari che vanno ad arricchire la nostra dieta e ci consentono di creare piatti davvero sfiziosi. Solitamente il formaggio viene impiegato come...
Consigli di Cucina

Come usare la farina di riso

La farina di riso gode di tutte le proprietà nutritive dell'alimento da cui deriva: il riso. Nella cucina orientale viene utilizzata prevalentemente per la preparazione di biscotti secchi, cracker e gallette. Rispetto ad altre tipologie di farina, possiede...
Consigli di Cucina

Come impiegare i semi di papavero in cucina

Per chi non lo sapesse, i semi di papavero si abbinano alla perfezione sia al salato che al dolce. In questa guida troverete infatti una serie di istruzioni per preparare, proprio con i semi di papavero, tante sfiziose ricette dall'antipasto al dessert....
Consigli di Cucina

Come fare la conserva di melanzane sott'olio

Qualora vi piacciono le melanzane, vi consiglio assolutamente di procedere nell'attenta lettura dei passaggi successivi della seguente pratica e deliziosa guida, nella quale vi spiegherò bene come bisogna fare correttamente la conserva di melanzane sott'olio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.