Come fare i gamberi in crosta di patate

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come fare i gamberi in crosta di patate
16

Introduzione

I gamberi in crosta di patate sono senza dubbio un piatto sfizioso, che ben si presta ad arricchire il tradizionale tavolo della domenica. Sono infatti abbastanza veloci da preparare ed allo stesso tempo vi daranno modo di proporre il pesce in modo un po' più ricercato del solito. Accompagnati poi con un goccio di salsa di soia oppure agrodolce (se sono di vostro gradimento) acquisteranno subito un sapore etnico e vivace. Come in ogni ricetta la scelta della materia prima è fondamentale, ma seguendo i semplici passaggi che seguono capirete subito come fare.. Quindi non perdiamo tempo e iniziamo subito!

26

Occorrente

  • 3/4 gamberi per persona
  • 1 patata ogni 2 persone
  • Olio d'oliva q.b.
  • Salsa di soia/salsa agrodolce q.b.
36

I gamberi

Essendo i gamberi l'elemento principale della nostra ricetta, dovete assicurarvi che siano freschi e di ottima qualità. Affidatevi quindi ad una pescheria di fiducia e prendete 3/4 quattro gamberi per persona, di grandezza media e belli carnosi. Potete scegliere di farli pulire direttamente al pescivendolo oppure lavarli voi stessi, l'azione richiede davvero pochi minuti. Basta infatti rimuovere la testa, il guscio (preservando la coda) e le interiora. Sciacquate molto bene sotto l'acqua corrente e metteteli un attimo da parte.

46

Le patate

Una volta che avete pulito i gamberi potete dedicarvi alle patate. Occorre circa una patata ogni due persone ma ovviamente dipende dalla grandezza delle stesse, più sono grandi, più composto otterrete. La varietà di patate più indicata per la ricetta è senza dubbio quella a pasta gialla. Dovete semplicemente pelarle e tagliarle a julienne finemente, evitando di lavarle sotto l'acqua corrente. In questo modo ne preserverete l'amido che le farà aderire meglio ai gamberi, facilitandovi il compito.

Continua la lettura
56

La cottura

A questo punto potete procedere con gli ultimi passaggi. Mettete abbondante olio di a scaldare in un tegame con i bordi alti (così da contenere eventuali schizzi di frittura) e aspettate che raggiunga una temperatura alta. Il trucco sta nel mettere tanto olio, così che i gamberi ne assorbano solo il necessario per cuocere e rimangano belli croccanti. Nel frattempo prendete i gamberi e ricopriteli abbondantemente con le julienne di patate per ogni lato. L'amido delle patate aiuterà questo passaggio e farà attaccare gli ingredienti tra loro. Quando l'olio ha raggiunto ha raggiunto il calore necessario, immergete massimo 2 gamberi per volta e fateli dorare da ogni lato, girandoli a metà cottura. Fateli poi riposare su un po' di carta assorbente, aggiustate di sale e serviteli ben caldi accompagnati con un po' di salsa di soia. Buon appetito!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Far scaldare bene l'olio prima di friggere.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Dentice in crosta di patate e carciofi

Questa ricetta presenta una molteplicità di ingredienti ed è considerata un piatto unico e ricco di proprietà nutrizionali; parliamo del dentice cotto in crosta di patate e carciofi, che con la sua carne pregiata, era apprezzato fin dai tempi antichi,...
Pesce

Ricetta: branzino in crosta di patate

Sbizzarrirsi in cucina non è affatto semplice, soprattutto quando si hanno a disposizione alcuni ingredienti e non si sa come combinarli tra loro. Se avete acquistato del pesce fresco come ad esempio un branzino, è possibile realizzare più ricette...
Pesce

Ricetta: filetto di rombo in crosta di patate

Un piatto raffinato, certamente apprezzato dai gourmet amanti del pesce, è il filetto di rombo in crosta di patate. Ma perché non prepararlo in casa? Può essere un gran soddisfazione e non è affatto difficile. Il tempo medio previsto, pensate, è...
Pesce

Come preparare le sarde in crosta di patate

Le sarde in crosta di patate son un goloso secondo piatto da servire in tavola ben caldo. Potete accompagnarle con una fresca insalata di stagione condita solamente con poco sale, aceto di mele e limone. Le sarde in crosta di patate sono ottime anche...
Pesce

Come preparare le triglie in crosta di patate

Per gli amanti del pesce, realizzare un buon piatto è sempre una grande soddisfazione. Non è facile infatti sposare bene i sapori o scegliere il contorno giusto, che sappia esaltare il gusto inconfondibile del pesce, senza renderlo insopportabile ai...
Pesce

Come preparare il polpo con patate in crosta

Se siete alla ricerca di un secondo piatto particolare e gustoso, ecco a voi il polpo con patate in crosta. Si tratta di una rivisitazione in chiave più moderna del classico polpo con patate. È semplice da preparare e potete servirlo in tavola sia con...
Pesce

Ricetta: sogliola al forno in crosta di patate

Molto spesso la sogliola viene definito un pesce scontato e anonimo. In realtà la sogliola è uno dei pesci più delicati e prelibati. La sogliola è uno dei pesci più difficili da cucinare. Infatti il suo sapore delicato consente di usare svariati...
Pesce

Ricetta: filetto di orata al forno in crosta di patate

A volte la parola d'ordine a tavola è solo una: leggerezza. Chi tiene alla salute e alla linea preferisce consumare pasti leggeri e salutari. Ciò non significa automaticamente rinunciare al gusto. Sono tante le ricette che riescono a coniugare leggerezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.