Come fare i polpi sotto aceto

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In questa guida vedremo come fare i polpi sotto aceto, un ottima idea per conservare la freschezza ed i sapori estivi in un barattolo così da poterli assaporare anche durante i periodi invernali. I polpi si prestano molto per la preparazione di aperitivi o sfiziosi cocktail parti in compagnia. Andiamo a vedere qual è il modo più rapido e facile per conservarli con l’aceto di vino.

26

Occorrente

  • 1, 5 chilo di polipi freschi
  • Aglio qb
  • Foglie di alloro o menta qb
  • Sale e pepe qb
  • 1, 5 lt di aceto bianco
36

Pulizia polpi

Per la buona riuscita di questa ricetta, ovviamente, dovremmo utilizzare solo ed esclusivamente dei polpi freschi e non quelli surgelati quindi rivolgetevi alla vostra pescheria di fiducia, se sono nostrani e non di provenienza estera ancora meglio. Puliamo i polpi eliminando gli occhi, il becco e la vescichetta, dopodiché battiamoli con un batticarne per intenerire il nervo del mollusco e sciacquiamoli sotto acqua corrente prestando attenzione che le ventose dei tentacoli siano del tutto pulite a vista d’occhio.

46

Cottura

Poniamo sul fuoco una pentola abbastanza capiente con circa 2,5 litri di acqua leggermente salata, una volta che questa abbia raggiunto la temperatura di ebollizione, immergiamo per tre volte ogni polipo tenendoli per la testa, in questo modo la i tentacoli si arricceranno ed ammorbidiranno, dopodiché lasciamoli immersi completamente nell’acqua di cottura e lasciamoli cuocere per circa 20-30 minuti girando con un cucchiaio di legno di tanto in tanto.

Continua la lettura
56

Preparazione

A cottura ultimata scoliamo i polpi e liberiamo ogni tentacolo dalla sua pelle comprese le ventose, tagliamoli a pezzettini ci circa 8 centimetri e lasciamoli riposare su un canovaccio e ricoperti da uno strato di carta assorbente finché non siano del tutto e perfettamente asciutti (circa mediamente 2 o 3 ore). Nel frattempo laviamo qualche fogliolina di menta fresca oppure in alternativa qualche foglia di alloro e sistemiamole sparse nei vasetti sterilizzati e puliti pronti per la conserva.

66

Realizzazione barattoli polpi sotto aceto

Adesso sistemiamo i polpi ridotti in pezzettini nei barattoli di vetro da circa mezzo chilo l’uno, aggiungiamo anche qualche spicchio di aglio già pulito e un pizzico di pepe nero. Nel frattempo mettiamo a scaldare a fuoco lento l’aceto fino a quando non avrà bollito per qualche minuto, a questo punto versiamolo direttamente caldo nei barattolini già predisposti con i molluschi e le spezie. Lasciamo che l’aceto si raffreddi del tutto, mettiamo un pezzo di carta da forno sulla superficie interna del barattolo e chiudiamo il tutto ermeticamente con molta energia così da evitare il formarsi di aria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come preparare il polpo con i fagioli

Oggi vogliamo proporvi un modo particolare di cucinare il polpo. Se solitamente viene servito come antipasto o sotto forma di deliziose insalate, oggi lo vogliamo presentare sotto forma di zuppa, ovvero vi guideremo nella preparazione del polpo con i...
Pesce

Come preparare il polpo alla pizzaiola

Giunto il periodo estivo bisogna preparare la ricetta giusta che può tornare utile per particolari occasioni o anche come piatto veloce. Infatti si punta sempre a qualcosa di veloce e pratico da fare, e durante il periodo estivo bisogna considerare l'enorme...
Pesce

Come preparare il polpo alla Luciana

Il pesce è uno degli alimenti più buoni che ci siano in natura. Esso è adoperato spesso all'interno della cucina italiana per preparare dei gustosi e prelibati piatti. Tra le ricette a base di pesce più apprezzate c'è senza dubbio quella del polpo...
Carne

Le migliori ricette da fare con il grill

Con l'arrivo dell'estate è piacevole organizzare delle serate tra amici per una bella grigliata. Una volta che avete la brace a disposizione, potete davvero sbizzarrirvi nelle pietanze da preparare. Diamo quindi qualche suggerimento sulle migliori ricette...
Pesce

Come preparare il caciucco alla livornese

Il caciucco alla livornese è una zuppa di pesce, così definita perché un tempo veniva preparata in larghi tegami o pentole di coccio, da cui il nome. La ricetta tradizionale prevedeva l'impiego di tredici specie ittiche, perciò, secondo l'ipotesi...
Consigli di Cucina

Polpo alla galiziana

Il polpo è un animale marino che vive fra gli scogli vicino alla costa e sui fondali arenosi ricchi di alghe. Gastronomicamente parlando, gli esemplari migliori sono quelli di scoglio o "veraci", la cui carne non ha il difetto di odorare di muschio ma...
Pesce

Come preparare i cubotti di polpo grigliati

Il mare regala all'uomo grandi emozioni, viaggi, esperienze e cultura, ma non solo, il nostro mare, e più in particolare quello Mediterraneo, è uno dei pochi mari ad offrire una notevole varietà di pesce, con numerose possibilità in ambito culinario....
Primi Piatti

Come preparare i moscardini in bianco

I moscardini sono piccoli molluschi simili ai polpi: rispetto a questi meno pregiati ma sempre saporiti, viste le dimensioni ridotte non hanno bisogno di essere "sbattuti" per conservare la tenerezza della carne. Ottimi come antipasto ma spendibili anche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.