Come fare i taralli al sesamo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La cucina italiana, e in particolar modo quella delle regioni del Sud, è caratterizzata da una forte presenza di prodotti da forno "rustici", eredità di un passato contadino che ci ha lasciato numerosi prodotti, tanto buoni quanto economici da realizzare: tra questi spiccano sicuramente i taralli, di cui esistono sia un versione dolce che una salata. Numerosi, infatti, sono i modi di condire i taralli, e spesso prevedono l'utilizzo di prodotti locali (peperoncini, olive) o di stagione: in questa guida, in particolar modo, vedremo come fare i taralli al sesamo, una versione che, visto il suo sapore delicato, è in grado di far felice molti palati.

24

Ingredienti per i taralli al sesamo

Va subito detto che la preparazione di questi taralli al sesamo è alquanto semplice, quindi basta seguire i semplici passaggi. Si inizia con il procurarsi i vari ingredienti prima di intraprendere lo svolgimento di questa ricetta culinaria, essi sono: 500 grammi di farina bianca tipo 00, 50-70 grammi di semi di sesamo, 180 ml olio di extravergine, 180 ml di vino bianco secco, 10 grammi di sale fino, 1 pizzico di bicarbonato.

34

Preparazione dell'impasto

Il vino bianco secco e l'olio di extravergine d'oliva, vanno messi in una ciotola per poi essere mescolati, a questi due ingredienti poi va aggiunta la farina bianca di tipo 00, per evitare la formazioni di grumi, che rovinerebbe il manufatto, adoperarsi con una frusta nella mescolatura. Il sale andrà poi aggiunto mentre questo procedimento avrà luogo, anche i semi di sesamo e il bicarbonato andranno aggiunti a questo impasto. Quest'ultimo che si sarà venuto a formare avrà bisogno di una più accurata lavorazione, essa potrà avvenire tramite l'uso della mani o con una più moderna impastatrice.

Continua la lettura
44

Modellazione e cottura dei taralli

Si dovrà formare una palla che sia tanto liscia quanto omogenea, fatto ciò, si procederà con lo scaldare il forno fino ad una temperatura di 180 gradi, mentre ci sarà la preparazione di due placche su cui adagiare la carta da forno. Su una superficie spianata, ma all'occorrenza va bene anche un tagliere, si procederà con la formazione di pezzi di impasto a cui va data la forma dei bastoncini, le loro misure dovranno essere circa: 10 cm di lunghezza e 1 cm di larghezza. Il passaggio successivo sarà quello di dargli la forma del tarallo, quindi tonda, e posizionarli sulle placche preparate in precedenza: una volta in forno, i taralli devono cuocere finché non inizieranno a prendere colore, cioè a scurirsi; quando avranno raggiunto la giusta doratura, estraete la teglia e impiattate i taralli, aspettando qualche minuto prima di consumarli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come fare i taralli al pepe

State pensando a qualcosa di sfiziosi per i vostri amici e non sapete cosa preparare? Niente paura. La soluzione potrebbe essere immediata e facile da fare. Per accompagnare un buon aperitivo in casa potreste provare i taralli al pepe. Vi state chiedendo...
Antipasti

Come preparare i taralli integrali

Se volete preparare qualcosa di delizioso da proporre assieme all’aperitivo o da servire in tavola come antipasto assieme a salse di vari tipi, ecco a voi la ricetta che vi illustrerà come preparare i taralli integrali. Sono molto semplici da realizzare...
Antipasti

Come preparare i bicchierini di stracciatella, rucola e taralli

La cucina italiana è ricca di ricette, alcune della tradizione, altre più moderne e rivisitate. Per soddisfare tutti i palati è possibile creare un menù articolato e particolare che possa piacere a tutti i commensali. Oggi va molto di moda il finger...
Antipasti

Come preparare i gamberi in pastella al sesamo

I gamberi per le loro caratteristiche nutritive e gustative sono molto spesso alla base di svariate preparazioni culinarie. In particolare i gamberi in pastella al sesamo, ideali da essere inseriti in un buffet e da servire come finger food in una cena...
Antipasti

Come tostare il sesamo

Il sesamo è una pianta erbacea di durata annuale che ha origine dall'oriente, dove è ancora oggi un ingrediente base per molte ricette. Esistono due diverse varietà, che si distingue per il colore dei semi: possono essere bianchi oppure neri. In Sicilia...
Antipasti

Ricetta: bruschette con crema di sesamo e ceci

Una delle idee più sfiziose da portare a tavola sono le bruschette. Queste sono antipasti che si possono servire in qualsiasi occasione. Per anticipare un pranzo o una cena speciale. Oppure, per servire uno spuntino ricco di gusto. Inoltre, non esistono...
Antipasti

Come preparare le barrette di sesamo

Le barrette di sesamo sono una pietanza golosa, ma al tempo stesso leggera. Da gustare dopo l'attività fisica, o sgranocchiare a merenda, sono decisamente ipocaloriche. Dal profumo dolce ed invitante, puoi acquistare queste deliziose tentazioni in tutti...
Antipasti

Come preparare le polpettine di quinoa e sesamo

Se siamo alla ricerca di un secondo vegano sfizioso le polpettine di quinoa e sesamo sono il piatto perfetto per noi. Facili e veloci da preparare, possiamo anche mangiarle il giorno dopo perché sono buonissime anche riscaldate. Inoltre la quinoa è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.