Come fare il borek turco

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il borek è una torta salata tipica della tradizione turca, che si può gustare anche in altri luoghi dei Balcani. La sua preparazione si ottiene impastando farina e lievito ed aggiungendo poi uova, yogurt e olio. Ingredienti semplici che abbiamo spesso in casa e possiamo utilizzare per preparare delle palline che poi farciremo con un pezzetto di formaggio ognuna.
Vediamo dunque, con questa guida, come fare il borek turco.

28

Occorrente

  • 1 confezione di pasta brick
  • 200g di formaggio caprino
  • 1 cipolla
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di latte
  • Una padella antiaderente
  • Olio extravergine d’oliva, pepe bianco, sale e prezzemolo q.b.
38

Per fare il borek turco, cominciamo a realizzare il ripieno. Per fare questo tritiamo finemente la cipolla con l'aiuto di una mezza luna da cucina edi un tagliere. Altrettanto facciamo poi con il prezzemolo, aggiungiamo il formaggio caprino tagliato a pezzetti, del sale e del pepe a piacere, secondo i nostri gusti. Mescoliamo quindi gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo.

48

Prendiamo ora le sfoglie di pasta brick e spennelliamo con cura con un intingolo di: uovo sbattuto, burro fuso e latte. Dividiamo quindi a metà le sfoglie ottenendo una misura giusta, se risultano troppo grandi le dividiamo in quattro parti. Riempiamo con la farcitura al formaggio preparata in precedenza e ripieghiamo la nostra sfoglia in modo di formare dei triangolini.

Continua la lettura
58

Ora comprimiamo bene i bordi in modo che la pasta non si apra durante la cottura e fuoriesca il ripieno. Spennelliamo ancora con il preparato a base di burro con uova e latte in modo da sigillare bene il tutto. Continuiamo a preparare i borek finché la nostra sfoglia non sarà terminata ed anche il ripieno, cercando di esaurire gli ingredienti contemporaneamente.

68

Versiamo quindi abbondante olio in una padella ed accendiamo il fornello a fuoco medio. Quando l’olio sarà caldo, vi immergiamo i borek e cerchiamo di friggerli su entrambe le parti. Ottenuta una ottima doratura, da entrambi i lati, li togliamo con un mestolo bucato e li disponiamo su un piatto coperto da carta da cucina, per assorbire l’olio in modo che risultino più secchi e meno grassi. In alternativa possiamo ungere una teglia o pirofila e lasciarli cuocere in forno a 200°C per circa 25/30 minuti controllando che la sfoglia sia dorata su tutti i lati.

78

Il borek turco è un piatto a cui hanno apportato varie modifiche. I borek classici sono spuntini che si comprano in strada e si mangiano passeggiando. In alternativa si possono fare a forma di polpettine o di tortelli. Anche il ripieno varia a seconda dei gusti. C'è inoltre chi invece usa gli stessi ingredienti per realizzare un'ottima torta che tagliata a pezzetti si può servire come antipasto, spuntino o piatto unico estivo accompagnato con verdura a piacere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare il kofte turco

Le kofte sono un piatto tipico turco, che tradotto letteralmente significa "polpette". Preparate con carne d'agnello speziata, le kofte vengono preparate in tantissimi modi e a seconda della zona della Turchia le ricette sono differenti tra loro, tranne...
Cucina Etnica

Come cucinare un adana kebab

Il Adana kebab è una variante da barbecue del kebab che solitamente siamo abituati a mangiare. Esso è un mix tra le spezie e la carne macinata e prende questo nome dalla città turca che letteralmente significa proprio kebab di carne macinata. Nella...
Cucina Etnica

I migliori ristoranti etnici di Roma

Da secoli i processi migratori contribuiscono ad imprimere una netta caratterizzazione di tipo globale alla nostra società. Quando i migranti approdano in una terra straniera, infatti, portano con se le loro tradizioni, religioni, dialetti e, non da...
Cucina Etnica

Cosa mangiare in un ristorante egiziano

Iniziamo col dire che la cucina egiziana, malgrado sembri così diversa e lontana dalla nostra cultura culinaria, non lo è poi così tanto. Infatti trae la sua origine dal miscuglio tra la cucina tipica mediterranea e quella del Medio Oriente, in cui...
Cucina Etnica

Ricetta: sashimi di dentice

Il sashimi è una prelibatezza giapponese composta da carne cruda molto fresca o pesce tagliato a pezzi sottili. Questa prelibatezza giapponese deliziosamente semplice ma elegante è composta esclusivamente da pesce crudo molto fresco, nella nostra ricetta...
Cucina Etnica

Come organizzare una cena turca

Le cene a tema fanno parte ormai della cultura italiana. Da padrona (o padrone) di casa, puoi dare libero sfogo alla tua creatività in cucina e sfoggiare le tue doti. Per gli amanti della tradizione culinaria asiatica, puoi organizzare un'originale cena...
Cucina Etnica

Gyros con salsa tzatziki e patate

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà ci dedicheremo ad una ricetta di origine greca, detta Gyros con salsa tzatziki e patate.as">Proveremo a fornire una guida alla preparazione che risulti essere semplificata, sintetica ma, allo stesso...
Cucina Etnica

Come cucinare il pollo alla paprika

Cucinare è certamente la passione di noi italiani che davanti ai fornelli diamo il meglio di noi. Tanto che la nostra cucina è rinomata in tutto il mondo. Ma anche se il nostro ricettario è pieno di ricette prelibate e pressoché imitate da quasi l'intera...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.