Come fare il liquore all'anice stellato

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Realizzare liquori in casa non richiede particolari doti, basta procurarsi i giusti ingredienti e adottare una serie di accorgimenti per poter realizzare qualcosa di buono ed originale. In questa guida parleremo del liquore all'anice stellato: si tratta di un fiore a forma di stella dalla quale è possibile, con l'ausilio di alcune spezie produrre liquori come ad esempio il sambuca, (molto conosciuto ed esportato in tutta Europa) addirittura in Italia trova posto in cucina come spezia. Tuttavia risulta essere un valido liquore da bere in compagnia o per fare una simpatica idea regalo. Adesso seguiamo attentamente gli utili consigli contenuti nei passi di questa guida su come fare il liquore all'anice stellato.

26

Occorrente

  • 2 l di alcool a 95 gradi
  • 50 gr di anice stellato
  • cannella
  • 10 gr di coriandolo
  • 3 chiodi di garofano
  • vaniglia
  • 2 l di acqua
  • 1 limone
  • 350 gr di zucchero
36

Macerare gli ingredienti con l'alcool

È consigliabile iniziare a macerare gli ingredienti con l'alcool almeno 20 giorni prima. Successivamente, prendete un recipiente e versate all'interno una buona quantità di alcool insieme alle spezie (anice, coriandolo, fiori di garofano, vaniglia e cannella) e alla buccia di limone. Mescolate e chiudete ermeticamente il recipiente. Per macerare le spezie dovrete mettere il vostro recipiente in un posto che sia privo di luce e che sia soprattutto fresco. Affinché la macerazione avvenga adeguatamente dovrete prendere il vostro contenitore e scuoterlo almeno due volte al giorno in modo tale che l'anice si deteriori per bene.

46

Fare sciogliere lo zucchero in un recipiente

Trascorsi venti giorni potrete prendere un altro recipiente dove versare dell'acqua e fare sciogliere lo zucchero per bene, mescolando fino a quando non si è sciolto completamente. Con un filtro poi passate a filtrare tutto il contenuto del vaso, con tutte le spezie: dovrete aver ottenuto una sorta di sciroppo liquido che andrete a versare in un tegame aggiungendo anche l'acqua con lo zucchero che avete precedentemente sciolto. A questo punto fate cuocere a fuoco dolce il contenuto e una volta raggiunto il punto di ebollizione continuate la cottura per almeno altri 15 minuti. A cottura avvenuta, lasciate freddare e, versate il tutto in una bottiglia di vetro insieme all'alcool.

Continua la lettura
56

Richiudere ermeticamente la bottiglia

A questo punto, procedere alla conservazione della bottiglia richiudendola ermeticamente e riponendola in un luogo buio e fresco per almeno altre due settimane. Dovrete lasciare che il liquore fermenti insieme allo sciroppo di anice in un modo tale che il gusto risulti ben accorpato. Durante questo periodo scuotete due volte al giorno in modo tale che l'alcool e l'anice si mescolino per bene. Trascorso questo periodo il liquore è pronto per essere servito e gustato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla banana

Il liquore è un alcolico molto forte che spesso si usa per accompagnare i dolci dopo cena. Proprio per la sua caratteristica di essere fortemente alcolico non è sempre gradito da tutti.Esistono moltissimi gusti di liquori e moltissime gradazioni. Ad...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore al cardamomo

L’Elettaria cardamomum, conosciuta anche come cardamomo, è una pianta sempreverde perenne originaria della zona compresa fra il sud dell’India e lo Sri Lanka, oggi viene coltivata anche in Guatemala, Tanzania e Vietnam. Le sue bacche contengono semini...
Vino e Alcolici

Ricetta bimby: liquore al cioccolato

In questa guida vi spieghiamo oggi come creare una ricetta bimby: liquore al cioccolato. Per fare tale liquore delizioso, ci sarà bisogno di usare del cacao amaro olandese di prima scelta, e del latte fresco intero. Il liquore al cioccolato lo potrete...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino

Il liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino è un alcolico estremamente delizioso e perfetto se abbinato al gelato, al caffé, o sorseggiato così com'è. La ricetta che vedete riportata qui di seguito contiene circa il venticinque per cento...
Vino e Alcolici

Come fare un liquore all'anguria

La frutta si presta davvero a molteplici utilizzi, anche nella preparazione di liquori. È bene sapere infatti che, aggiunta alla giusta dose di alcool, diventa un liquore gustoso e dissetante. Nella guida che segue vedremo, nello specifico, come preparare...
Vino e Alcolici

Come preparare un liquore di carrube

Oltre che per ricavare la farina, le carrube si possono impiegare anche per preparare un liquore. Il liquore di carrube è un ottimo digestivo ed è l'ideale per accompagnare un dessert di fine pasto. Se servito freddo, il liquore è anche un piacevole...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore allo zenzero

Lo zenzero è molto usato nella cucina italiana. Dai primi piatti ai dolci, offre un sapore aromatico molto simile a quello del limone. Un uso molto particolare dello zenzero è quello che lo vede protagonista in un liquore dal gusto forte e deciso, quello...
Vino e Alcolici

Come preparare liquore di vaniglia

Le bacche di vaniglia rappresentano un valido rimedio per lo stress e l'insonnia. Hanno infatti potere antiossidante per le cellule e sono anche un ottimo afrodisiaco. Ecco perché è da sempre possibile preparare numerose ricette a base di vaniglia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.