Come fare il liquore alle nespole

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Oggi parleremo delle nespole. Ne esistono due variazioni quella comune o "germanica" di colore marroncino e quella giallo/arancio originaria del Giappone. In Questo articolo vi spieghero' come fare il liquore, io usero' quelle gialle, che risultano più dolci. Si tratta di un liquore che può essere bevuto come digestivo e ricorda vagamente l'amaretto. Può essere servito ghiacciato o a temperatura ambiente. Ora seguitemi e impariamo insieme a prepararlo...

29

Occorrente

  • 500 g di nespole mature
  • 170 g di zucchero
  • 250ml alcool alimentare 95°
  • 1/2 stecca di cannella
  • 1 coltello da frutta
  • 1 recipiente in vetro con coperchio
  • 500 ml di acqua
  • 1 colino a maglie fine
  • 1 mattarello / 1 batticarne
  • 1 bottiglia di vetro con tappo
39

Lavate le nespole accuratamente sotto acqua corrente. Poi poggiatele su un panno da cucina, in modo che assorba tutta l'acqua in eccesso, dopodiche' con un coltello, liberatele da piccioli e noccioli in modo da farne uscire la componente più succosa.

49

Frantumate i semi per ottenerne una pasta che andrà poi aggiunta a ciò che avete preparato precedentemente. Potete far uso di un mattarello o di un batticarne, eventualmente avvolgendo i semi in uno straccio pulito oppure nella carta da forno.

Continua la lettura
59

Mettete il mix di polpa e noccioli frantumati in un recipiente di vetro, aggiungendo qualche mandorla amara se lo desiderate, e copritelo con l'alcool alimentare. Dopo aver aggiunto la cannella e la buccia di limone, sigillate con il coperchio e fate macerare dai 10 ai 20 giorni a seconda dell'intensità di aroma desiderata, avendo premura di mescolare il contenuto una o due volte al giorno.

69

Al termine del processo, portate ad ebollizione un pentolino d'acqua in cui avrete sciolto lo zucchero e continuate a rimestare. Il risultato deve essere uno sciroppo di media densità. Infine togliete il pentolino dal fuoco e lasciate raffreddare fino a che non sarà a temperatura ambiente.

79

Prendete ora il colino a maglie fine (nel caso ne aveste uno con maglie eccessivamente larghe, foderatelo prima con un canovaccio pulito) e filtrate attentamente il composto alcolico ormai macerato. Durante questa fase consiglio di premere la poltiglia nel colino. Ciò permette alla maggior parte del succo, dei gusti e dei profumi liberati dall'alcool di uscire dalla frutta e andare a far parte del prodotto finito.

89

Unite ora il composto alcolico allo sciroppo zuccherino e mescolate accuratamente fino alla perfetta omogeneità. Lasciate riposare per circa 24 ore così che i depositi cadano sul fondo del recipiente. Dopo il processo di decantazione filtrare il tutto ancora per eliminare completamente i residui e imbottigliatelo. La bevanda è ormai quasi pronta, non resta che farlo invecchiare in bottiglia dai 2 ai 3 mesi per poterla gustare a pieno.

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nel video postato i noccioli vengono inseriti nell'alcool interi,vi consiglio di frantumarli come scritto in basso,do da ottenere un risultato migliore e soprattutto piu' gustoso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Ricetta bimby: liquore al cioccolato

In questa guida vi spieghiamo oggi come creare una ricetta bimby: liquore al cioccolato. Per fare tale liquore delizioso, ci sarà bisogno di usare del cacao amaro olandese di prima scelta, e del latte fresco intero. Il liquore al cioccolato lo potrete...
Vino e Alcolici

Ricetta: liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino

Il liquore al cioccolato aromatizzato al peperoncino è un alcolico estremamente delizioso e perfetto se abbinato al gelato, al caffé, o sorseggiato così com'è. La ricetta che vedete riportata qui di seguito contiene circa il venticinque per cento...
Vino e Alcolici

Come fare un liquore all'anguria

La frutta si presta davvero a molteplici utilizzi, anche nella preparazione di liquori. È bene sapere infatti che, aggiunta alla giusta dose di alcool, diventa un liquore gustoso e dissetante. Nella guida che segue vedremo, nello specifico, come preparare...
Vino e Alcolici

Come preparare un liquore di carrube

Oltre che per ricavare la farina, le carrube si possono impiegare anche per preparare un liquore. Il liquore di carrube è un ottimo digestivo ed è l'ideale per accompagnare un dessert di fine pasto. Se servito freddo, il liquore è anche un piacevole...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore allo zenzero

Lo zenzero è molto usato nella cucina italiana. Dai primi piatti ai dolci, offre un sapore aromatico molto simile a quello del limone. Un uso molto particolare dello zenzero è quello che lo vede protagonista in un liquore dal gusto forte e deciso, quello...
Vino e Alcolici

Come preparare liquore di vaniglia

Le bacche di vaniglia rappresentano un valido rimedio per lo stress e l'insonnia. Hanno infatti potere antiossidante per le cellule e sono anche un ottimo afrodisiaco. Ecco perché è da sempre possibile preparare numerose ricette a base di vaniglia,...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore all'amarena

L'amarena, conosciuta anche come "visciola" o "marasca", è una varietà più acidula della ciliegia, ma non per questo meno gustosa. Il suo utilizzo è molto frequente in cucina, in particolar modo per tutto ciò che riguarda dolci e creme, come ad esempio...
Vino e Alcolici

Come fare il liquore di castagne

Molti sono i liquori diffusi nel nostro paese e molte sono le ricette a volte completamente dimenticate o ignorate. Il liquore alle castagne è proprio uno di quelli. Il "castagnino" sta aprendo le strade alla sua popolarità, grazie al suo gusto morbido...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.