Come fare il migliaccio salato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il termine migliaccio indica piatti diversi a seconda della zona d'Italia in cui ci si trova. Questo nome di derivi dal miglio, la cui farina un tempo veniva sfruttata per numerose ricette. Il migliaccio salato è un rustico tipico napoletano, si racconta che esso fosse molto diffuso quando negli anni della guerra il cibo scarseggiava, risulta infatti abbastanza semplice da preparare in quanto non richiede una grande vastità di ingredienti. Il migliaccio salato risulta immancabile nel periodo di pasqua e carnevale nel capoluogo campano, in realtà esso è semplicemente la versione salata del classico migliaccio napoletano, dolce tipico della festività di carnevale. La ricetta che vi propongo è una "lieve rivisitazione" di quella originale, essa infatti è leggermente arricchita in confronto a quella originale. Oltre ad essere buono caldo, esso potrà essere mangiato anche il giorno successivo, quindi se avanza gustatelo comunque, sia freddo che riscaldato con un filo di olio. Adesso vediamo come fare il migliaccio salato.

26

Occorrente

  • 250 gr di farina di semola
  • 100 gr di farina di mais
  • 1/2 litro di acqua
  • 100 gr di pancetta (dolce e a cubetti)
  • 150 gr di salame (a fette spesse)
  • 60 gr di parmigiano
  • 80 gr di strutto (o burro)
  • 1 litro di latte
  • 150 gr di provola
  • 30 gr di pecorino
  • q.b. di pepe
  • q.b. di sale
  • Per lo stampo: q.b. di strutto e q.b. di farina di mais
  • Stampo preferibilmente in alluminio
36

Il primo passo consiste nel mettere in una pentola abbastanza capace il latte e l'acqua facendo in modo che essi arrivino a bollore, aggiungendo nel frattempo anche il burro. Dopo aver raggiunto il bollore bisogna unire "a pioggia" la semola e la farina di mais, mescolando quindi bene e velocemente stando attenti a non far formare grumi. Per essere certi che ciò non accada è possibile utilizzare anche una frusta. Il tutto deve cuocere per una quarantina di minuti (se non si ha pazienza oppure il tempo a disposizione non è molto, è possibile acquistare la farina precotta).

46

Adesso bisogna spegnere il fuoco e lasciare intiepidire il composto, dopo di ciò si deve aggiungere il parmigiano e il pecorino grattugiati, regolandolo poi di sale e pepe, mescolare il tutto al meglio aggiungendo il salame tagliato a cubetti, la pancetta (anche essa tagliata a cubetti) e la provola. È molto importante che tutto ciò avvenga con il composto tiepido, infatti nel caso in cui esso fosse caldo potrebbe accadere che il formaggio si sciolga già in questa fase.

Continua la lettura
56

Adesso si deve imburrare (potrebbe risultare ancora meglio se con lo strutto) una teglia preferibilmente di alluminio (è consigliato utilizzare una teglia di circa 28 cm di diametro), dopo di ciò va infarinata con la farina di mais e quindi versato dentro il composto, livellando il tutto con una spatola o un cucchiaio. Il migliaccio adesso va infornato in forno preriscaldato a 180° per 50-60 minuti, adesso bisogna aspettare 10-12 ore per far si che il rustico si rassodi.
Adesso va solo gustato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se avanza del migliaccio salato, esso può essere gustato anche il giorno dopo, sia riscaldato che freddo, è davvero ottimo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come rimediare a un sugo troppo salato

Quando cuciniamo, un condimento che certamente non può mancare per insaporire il nostro piatto è senz'altro il sale. Esso infatti è in grado di dare gusto e sapore a tutte le nostre ricette. Inoltre, data la sua facile reperibilità e il prezzo davvero...
Consigli di Cucina

5 idee per una colazione vegan

Se siamo a dieta ed in particolare ne adottiamo una specifica come ad esempio la vegana, è importante sapere che ci sono diverse possibilità di scegliere una colazione, che comprende molti prodotti adatti per ottenere questo risultato. A tale proposito...
Consigli di Cucina

I migliori tipi di miele da abbinare ai formaggi

Gli esperti di cucina sanno perfettamente abbinare i cibi tra loro. Una delle migliori e più adatte tipologie di abbinamento è quella da fare tra il dolce e il salato. Tra il dolce e salato si riesce a creare un equilibrio di sapori davvero unico e...
Consigli di Cucina

3 ripieni alternativi per crepes

Le crepes sono la pietanza perfetta sia per gli amanti del dolce, che per quelli del salato, poiché è possible farcirle in entrambi i modi ed avere sempre un risultato gustoso. Il ripieno dolce si adatta molto bene ai momenti di colazione o merenda,...
Consigli di Cucina

Come preparare i pancake salati senza uova

Le ricette da poter preparare in casa per la prima colazione, sono davvero moltissime. Esistono infatti molte idee deliziose che possono dare l'energia per affrontare la giornata sia degli adulti che dei piccoli di casa. Una delle ricette più buone e...
Consigli di Cucina

Ricette crudiste con l'avocado

L' avocado è un frutto originario del Sud America, ed è qui che sono presenti le maggiori coltivazioni, in paesi come il Brasile, il Perù e il Messico. Giunto da pochi decenni sulle nostre tavole, ha conquistato i gusti europei sia per la sua polpa...
Consigli di Cucina

5 consigli per un ottimo soufflè

Il soufflè è un piatto Francese, raffinato quanto complicato, esiste sia nella versione dolce che salata. La preparazione del soufflè è un po' complessa, la sua cottura deve avvenire lentamente in forno o, in alcuni casi anche a bagnomaria. Il processo...
Consigli di Cucina

5 ricette per cucinare con i fiori

Utilizzare i fiori in cucina sta diventando una vera e propria mania. Oltre che a colorare in modo gradevole le nostre ricette, i fiori, naturalmente quelli commestibili, sono in grado di imprimere ai nostri piatti un gusto del tutto particolare. Molti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.